13 April, 2017

L'Oreal Botanicals / Coriandolo

*Sponsored

Torna su questi schermi un nuovo post a tema "capelli & co". A differenza dello scorso post, stavolta non parliamo però di styling (sì dai, la messa in piega) ma di prodotti per il lavaggio e la manutenzione (detta così sembra che io stia parlando dell'automobile, invece no, sono sempre capelli).
La prima volta che ne ho sentito parlare stavo guardando la diretta Instagram di una ragazza che seguo su quel social. La seconda volta è stata quando un'amica mi ha consigliato la linea perché ci si stava trovando bene. La terza, quando ho aperto la casella email.
Parliamo della recente linea per capelli Botanicals di L'Oreal.

Prima di scendere nel dettaglio parliamo però di alcune note tecniche.
Tipo dicendo che la linea è a sua volta composta da 4 gamme: quella al coriandolo che dovrebbe rinforzare i capelli fragili, quella al cartamo per nutrire i capelli secchi, la versione al geranio per capelli colorati o spenti e alla camelina per aiutare a lisciare il capello crespo o - cito - "indomabile".
Se leggete questi schermi da un po' sapete già che sui miei capelli uso un po' di tutto, nel senso che spazio dal bio ai siliconi nella più totale serenità - tranne gli oli siliconici; quelli mi appesantiscono il capello come non mai ed è un effetto che cerco di evitare.
Questo per dire che se cercate un prodotto "verde" e siete fedeli alla vostra routine bio, questi prodotti non faranno al caso vostro. Se invece anche voi non fate particolari distinzioni o prediligete giusto i prodotti senza siliconi, ci sono buone notizie perché questa linea è effettivamente senza siliconi, senza parabeni e senza coloranti. E, per esaurire del tutto la questione "inci", contiene olio di cocco, seguito da oli di soia e olio di coriandolo in quantità variabili a seconda del prodotto e della gamma (in quella di questo post l'olio di cocco è al 3° posto nel siero, al 9° posto nello shampoo, al 6° nel balsamo, al 8° nella maschera - l'olio di soia agli ultimi posti nel siero e nello shampoo, al 3° nel balsamo, al 4° nella maschera - l' olio di coriandolo tra gli ultimi posti in tutti).

Ma veniamo a noi!
Fra le 4 gamme, la più adatta alla mia tipologia di capelli era sicuramente quella al coriandolo. E appunto.
Comprende lo shampoo, un balsamo districante che sull'etichetta porta le due parole per me magiche "senza appesantire", una maschera e un siero.
Le definisco parole chiave perché:
I miei capelli sono mossi, non trattati né colorati (per ora...), con uno spessore che va da normale in alcune zone a sottile in altre. Non sono secchi ma nemmeno grassi e, anzi, tendono ad appesantirsi con nulla - motivo per cui solitamente fuggo dai prodotti pensati per essere nutrienti e vado piuttosto da quelli che dovrebbero donare texture. Quello che ricerco dai prodotti per capelli è quindi volume, corpo, texture e mosso enfatizzato.
NB: la pseudo sfida era riuscire a parlare di questi prodotti dopo circa una decina di giorni di utilizzo e lo trovo sempre un po' rischioso, in un certo senso, perché memore di svariati prodotti per capelli provati in passato di cui sono riuscita a farmi un'idea solo dopo mesi. Avete presente quei prodotti che anche dopo il decimo utilizzo non capite se vi piacciono o no, se servono a qualcosa, se danno risultati? Ecco, temo sempre di incappare in uno di quelli. Ho pensato però di fidarmi dei consigli della suddetta amica e di ciò che sentivo in giro e quindi via, rischiamo e basta essere sempre troppo cerebrali.
Alla fine ho fatto bene perché le mie impressioni si sono già abbastanza delineate.
I capelli li lavo 1 volta ogni 5 o 7 giorni, ma nell'ultima decina li ho lavati ogni 2-3 per poter provare meglio il tutto. Quindi, non prendete tutto ciò come una review, ovviamente, ma appunto come mere prime impressioni.


Quindi, con queste premesse dello "speriamo in bene", ho preso shampoo e balsamo e sono andata a lavare i capelli, immergendomi in questo profumo debolmente speziato che io trovo molto piacevole e rilassante, non eccessivamente artificiale (e se siete tra coloro che sono geneticamente portate a fuggire dall'odore del coriandolo, niente paura, o se avete timore di uscire dalla doccia profumando come un riso al curry, niente paura di nuovo, non è questo il caso).
Lo shampoo è contenuto nella confezione col comodo erogatore - forse è un po' meno comodo per chi va in palestra o piscina, vista anche la grandezza, ma avendo io lo sprint sportivo di un telecomando è un problema che non si pone. Vengono consigliate dalle 3 alle 6 erogazioni e coi miei capelli lunghi ne servono decisamente 6.
Il prodotto esce trasparente ma diventa presto una schiuma bianca - perché di schiuma ne fa - e fine risciacquo non ho notato "stripping", che non so come dirlo in italiano con una sola parola ma è praticamente la sensazione squeaky clean (ridaje).
Insomma, l'effetto di stridore del dito sul piatto appena pulito col detersivo, che mi succede con gli shampoo chiarificanti.
La prima volta in cui l'ho provato avevo pure sui capelli una discreta quantità di prodotti - avevo abbondato con la lacca e quest'idea mi si è ritorta contro dopo qualche giorno rendendomi i capelli come rasta - ma nonostante ciò li ha puliti bene.

Il balsamo è invece molto più cremoso e denso ed è il prodotto che guardo sempre con più diffidenza perché quello che solitamente mi appesantisce i capelli - trovati quei 2-3 che funzionano cerco di non sfidare troppo la sorte con nuovi esperimenti.
Ne ho quindi applicata una noce e l'ho lasciato agire per un paio di minuti, con molta titubanza.
Fine.
Momento dell'asciugatura con schiuma+phon+diffusore come sempre, verso il momento della verità.


A metà asciugatura ho applicato sulle punte anche 4 gocce di siero rinforzante, che appare come latte in una boccetta con l'estetica da antica farmacia e sulla cui azione non posso assolutamente dire nulla, essendoci state troppo poche applicazioni per poter vedere eventuali risultati.

Si avvicina sempre più il momento della verità.

Ultimata l'asciugatura a testa in giù, mi guardo allo specchio.
E pollice in su!
(Occhiaie e rossore per il calore del phon a parte)


Non sono prodotti che aggiungono corpo, texture o volume, ma mi rendono i capelli morbidi e leggeri effettivamente senza appesantirli, come promesso (sono certa che da qualche parte là fuori qualcun'altra abbia presente cosa intendo per sensazione di capelli "leggeri" senza contattare la Neuro - a me solitamente capita quando uso il mio shampoo chiarificante preferito, ma di contro quello è più aggressivo e lo utilizzo solo una volta al mese per una pulizia più profonda, o almeno così mi illudo).
Insomma, può sembrare una cosa di normale amministrazione ma per chi ha dei capelli che si appiattiscono con nulla e deve scegliere tra "un po' di volume con texture e niente morbidezza" e "morbidezza ma con pesantezza e niente volume", è un risultato soddisfacente.


In un paio di prove ho poi utilizzato anche la maschera, dalla consistenza cremosa ma abbastanza fluida.
Qui però avrei preferito trovare qualche indicazione sull'etichetta; non perché serva una laurea in chimica farmaceutica per utilizzare una maschera per capelli, ma il tempo di posa lo ritengo un dato utile. Ad ogni modo, è venuto in aiuto uno shop online inglese che faceva presente i "3-4 minuti, da usare dopo lo shampoo e prima del balsamo".
L'ho quindi applicata successivamente allo shampoo, risciacquata e ho pensato che per me andava bene anche così, senza balsamo, perché i capelli mi sembravano già sufficientemente morbidi al tatto.
Nella mia routine mi sarei fermata lì, ma ai fini di review prime impressioni ho applicato anche il balsamo, come da istruzioni, immaginandomi già in testa il festival del ferro da stiro.
Invece...boh, no, il capello era più morbido al tatto ma visibilmente non appesantito come le altre volte. Olé! (il risultato della foto più sopra comprende anche la maschera, giusto a titolo di cronaca).

* * * * *

Ecco, doveva essere un post invece è venuto fuori un diario di deliri tricologici e prime impressioni.
Comunque, questa linea al coriandolo è pensata per rinforzare il capello, ma sapete che per me in questi casi nulla funziona meglio di un'integrazione dal punto di vista alimentare, che arrivi da dentro, ed è per questo motivo, aggiunto al fatto che anche l'etichetta parla di "test condotti dopo 10 applicazioni di shampoo+balsamo", che preferisco limitarmi a parlare dell'effetto estemporaneo, per così dire cosmetico.
Che per quanto mi riguarda è pure promosso! Thumbs up!
Qualcuna ha già provato qualcosa di questa linea?

Questo è un post sponsorizzato. Tuttavia, quelle espresse sono le mie personali e sincere opinioni frutto di un'esperienza soggettiva e non obbligate da nessuno bla bla bla non credo che ormai ci sia bisogno di dirlo ma ribadiamolo.

7 comments:

  1. Li ho visti ieri all'Upim e ne ero parecchio incuriosita principalmente perché i packaging - I KNOW - mi ricordano un sacco le robe di Antipodes e quindi questa cosa mi ha fatto venire il pruritino alle mani. Ora che ho anche scoperto che abbiamo un capello dalle problematiche simili penso che gli darò volentieri un occhio!

    ReplyDelete
    Replies
    1. Parliamone pure perché con un vaga scia di vergogna devo ammettere che anche a me all'inizio ha colpito il packaging. Fortunatamente funzionano anche bene!:D

      Delete
  2. Mi sono sempre utilissimi i tuoi post a tema capelli Ale. Li abbiamo praticamente simili e ogni nuovo consiglio è ben accetto! Tra tutti i prodotti, lo shampoo è quello che mi attira maggiormente.
    Nota di merito al packaging. Ma quanto è faigo?

    ReplyDelete
    Replies
    1. Ma mi fa un sacco piacere, Linda!
      Il packaging è riuscitissimo anche secondo me (mannaggialmarketing) e ti invoglia a tenerlo pure in vista sulla mensola del bagno.

      Delete
  3. Anche io non mi scandalizzo più per gli ingredienti dei prodotti capelli: se funzionano possono contenere anche un po' di siliconi...
    P.S. Hai davvero dei bei capelli!!

    ReplyDelete
    Replies
    1. La penso allo stesso modo. Sono molto più selettiva coi prodotti per la pelle e preferisco che le creme e gli oli in particolare contengano (o non contengano) determinati ingredienti, ma per i prodotti per capelli sono anch'io dell'idea che finché funzionano e non rovinano il capello non c'è problema (posto che dubito esista un banale shampoo con agenti ossidanti/riducenti al livello della permanente o che vada a depigmentare e dissestare la struttura quanto la decolorazione...).
      Poi ovviamente se funziona e ha gli ingredienti verdi, ben venga!

      PS: Grazie mille! Gentilissima!!

      Delete
  4. Da portatrice di capelli finissimi, liscissimi, totalmente privi di volume, a tuo parere potrebbe essere una linea adatta al mio tipo di capello? Anche a me ha incuriosito parecchio e volevo darle una chance.

    P.s.: sarò ripetitiva ma...i tuoi capelli ♥️

    ReplyDelete