24 November, 2015

Nabla Crème Shadow | swatch & first impression

Nabla creme shadow ombretti crema swatch
PR Sample*
Nabla Cosmetics allarga la sua linea ed esce coi nuovi Crème Shadow, ombretti in crema che promettono di essere cremosi ma sfumabili ma modulabili ma pure resistenti. Insomma, promesse elevate! Le tonalità disponibili attualmente sono sei: il nude Underpainting, il rosato Pinkwood, il color melograno Supreme, Caffeine, Bakery e il più luminoso Dandy.
Dopo una decina di giorni sono riuscita a raccogliere un po' di impressioni, assieme a swatch e confronti con altri ombretti in crema come i Paint pot di MAC. Pronti, partenza, via!


"Ombretti in crema waterproof a lunga tenuta dal colore pieno ma modulabile. 
Il prodotto si sfuma facilmente in un finish puro e vibrante che non si deposita tra le pieghe durante la giornata. 
La formula né troppo dura né troppo morbida permette di prelevarne la giusta quantità per un'applicazione facile da gestire.
La consistenza dei Crème Shadow consente di applicare il prodotto anche in modo definito
e la formula fast dry li rende ideali come eyeliner"

La descrizione che ne fa Nabla non è di poche promesse, ma andiamo con ordine.
La texture dei Crème Shadow è cremosa e probabilmente saranno tra gli ombretti in crema più morbidi e cremosi con cui abbiate avuto a che fare (escluse le formule come quelle degli Astra e dei Wycon Soft Mousse, s'intende).
Presente gli ombretti in crema di Maybelline? Più morbidi.
Presente i Paint Pot di MAC? Sempre più morbidi.
Se premete il dito sulla superficie di quest'ultimi non riuscirete a creare grandi solchi e segni, sui Nabla sì.
Il polpastrello non sprofonda, ma per prelevare una buona quantità di prodotto è sufficiente poca pressione.
"Capirai che gran cosa..." eh lo so, sembra un dettaglio irrilevante ma in realtà una texture così facile da prelevare rende l'applicazione più semplice quando si vuole utilizzare un pennello (che con alcuni ombretti in crema non si riesce proprio ad usare senza scomodare svariati anatemi e non è il caso).

Coi Crème Shadow il pennello, soprattutto quello da sfumatura (e sappiamo tutti che su questi schermi quando parliamo di "pennello da sfumatura" parliamo automaticamente del solo ed unico 217 di MAC, errr) può essere utile, perché Nabla ha ragione: il prodotto è molto pigmentato ma si sfuma facilmente.
Quando la prelevate, la texture non è particolarmente sottile ma è possibile sfumarla fino ad un risultato sottilissimo. Di contro, può essere anche costruita fino ad ottenere un colore totalmente pieno e saturo.
L'accortezza che bisogna avere è di sfumare in fretta: questi ombretti lasciano circa 30 secondi (molto circa) di tempo, dopodiché si fissano. E con si fissano intendo proprio si fissano.
Si incollano, si affezionano, non si spostano. Nein!

nabla ombretti crema review

La descrizione di Nabla ha ragione anche su questo punto: sono a lunga tenuta.
Se mi seguite da parecchio tempo lo saprete già, ma vale la pena ripetere anche in questa sede che io con gli ombretti in crema non ho un rapporto idilliaco. Il fatto è che 9 su 10 su di me non reggono senza primer e mi segnano già le linee delle palpebra nel giro di poco. Potrebbero essere la soluzione veloce per quando si ha poco tempo a disposizione per il trucco (cioè, per quel che mi riguarda, quasi sempre) e mi piace pure come riescono ad uniformare la palpebra in 3 secondi, ma devo sempre e necessariamente utilizzare un primer. Non posso nemmeno sfruttarli come basi per gli ombretti in polvere senza aver prima steso il primer vero e proprio. Quindi, a conti fatti, l'ombretto in crema diventa quasi uno step in più che la mia pigrizia mi fa spesso saltare: anziché primer+ombretto cremoso+ombretto in cialda preferisco andare direttamente di primer+ombretto in cialda. (Giàà, i grandi problemi della vita).
I paint pot? Non mi reggono.
Maybelline? Neppure.
Chanel? Non ho mai osato utilizzarli senza primer.
Gli unici che resistevano alla mia palpebra difficile erano gli Aqua Color di MUFE, di cui però non mi fa impazzire la texture (e nemmeno il costo).

Immaginate quindi il mio stupore quando dopo 5-6 ore i Crème Eyeshadow di Nabla stavano ancora lì. Non si erano infilati in nessuna linea e anfratto del contorno occhi. E senza primer.
Questa cosa ha tipo dell'incredibile perché se qualcosa dura sui miei occhi potrebbe avere chance di sopravvivere anche ai climi tropicali.
Tutto ciò li rende effettivamente adatti anche all'uso alternativo che proprone Nabla ovvero quello dell'eyeliner. Al di là della durata, il tratto è molto facile da tracciare poiché la texture è scorrevole, non tira, non strappa ed il risultato è omogeneo. Se riuscite a portare gli eyeliner colorati e più tenui del nero, potrebbero fare al caso vostro - ovviamente hanno un'ottima resistenza ma non quanto un eyeliner liquido nato appositamente per questo scopo, ça va sans dire. Io purtroppo ho bisogno di eyeliner con una base molto scura che mi dia maggior definizione e se avete anche voi questa esigenza, vi consiglio di sfruttare i Crème Shadow sopra un eyeliner nero. Aww.
Per il resto il colore dopo 10 ore non appare fresco e saturo come appena applicato, ma su di me è ancora presente e visibile (sempre senza primer).


In definitiva, il fatto di essere modulabili e sfumabili li rende a mio avviso ottimi per creare quei makeup velocissimi al mattino e con un solo prodotto. A seconda di come e dove vengono applicati sulla palpebra (intensificati o sfumati) si riesce a creare maggior dimensione e a far sembrare il trucco più complesso di quanto non sia (occhio però, perché una volta asciugati fanno molta presa e quindi il secondo strato sarà meno sfumabile del primo).


nabla ombretti crema review

Per fare qualche confronto...

Maybelline Color Tattoo: prendete le mie parole con le pinze dal momento che ho solo il colore Pomegranate Punk, ma la sua texture la trovo più secca e meno cremosa dei Nabla, oltre che meno pigmentata e meno modulabile.

Chanel Illusion d'Ombre: qua siamo su un mondo a parte dal momento che la consistenza è piuttosto quella di una mousse semi-solida ed i colori hanno un finish estremamente brillante, quasi glitterato. I Nabla differiscono totalmente nella formula, e sono di fatto due tipologie di ombretti in crema non sostituibili reciprocamente, ma i Crème Shadow sono sicuramente più pratici e semplici da utilizzare (più modulabili, più sfumabili, più semplici da prelevare, finish meno importanti).

MAC Paint pot: i grandi rivali. Allora. Da dove cominciare. La texture dei MAC è molto più solida e ferma rispetto ai Nabla, più sottile, ma anche molto meno modulabile e meno sfumabile. Da una parte i Nabla sono più cremosi ma si fissano in fretta, dall'altro i paint pot si fissano meno (e su di me restano intatti per...meno di 3 ore).

Make Up For Ever Aqua Color: Anche di questi ne ho solo un colore, ma basandomi su quello posso dire che anche questa texture è molto meno morbida e cremosa dei Nabla. È più sottile e si preleva meno facilmente ma è molto stratificabile pure questa. Si sfuma meglio dei precedenti, anche se non tanto quanto i Nabla, e si fissa ancor più in fretta di quest'ultimi. La sensazione di "presa" che creano sulla palpebra io la sento simile ed anche la durata è davvero buona. I MUFE hanno addirittura una resistenza superiore (del resto la linea Aqua di MUFE nacque per i makeup delle atlete francesi di nuoto sincronizzato, sicché...)

nabla ombretti crema review opinioni

Data la particolare texture sfumabile e molto modulabile di questo prodotto, ho preferito farne swatch di diversa intensità. Leggendo in giro sul web mi sono accorta che molte si chiedevano quali fossero i colori reali di alcuni Crème Shadow, se quello fosse più marrone o più taupe, se quello fosse più dorato o marrone e così via. Spero che le foto seguenti siano utili a rendere l'idea, perché il fatto è che alcuni di questi ombretti cambiano sfumatura a seconda dell'intensità con cui vengono applicati.


Questi swatch sono la resa massima che si può ottenere. Qui ho stratificato il colore dicendo ciao alla parsimonia, ma è da tenere a mente che l'effetto sull'occhio sarà generalmente un po' più tenue di così.

nabla creme shadow swatch ombretti

Questo invece è l'effetto sfumato.


Nabla Underpaiting
Nabla Underpaiting swatch soft ochre mac

Beige-crema dal sottotono caldo. Matte.

Underpaiting è un nude in base gialla pensato per uniformare la palpebra con eventuali discromie e per fare da base agli ombretti in polvere. È l'unico Crème Shadow dal finish matte ed è anche l'unico che differisce da quanto detto finora per la texture: Underpainting non è infatti particolarmente modulabile né molto sfumabile. Il che è anche coerente con lo scopo per cui è nato, comunque. 
Domanda da 5€: è identico a Soft Ochre di MAC? 
Quest'ultimo è leggermente più giallo e chiaro di Underpainting ma parliamo di differenze così minime che i due sì, possono essere ritenuti interscambiabili una volta applicati. 
Il Nabla è più cremoso nella texture ma se avete una palpebra un po' secca che ha problemi con Soft Ochre (solitamente è impietoso ed evidenzia la secchezza) temo li potreste avere anche con questo colore dei Nabla. 
Personalmente uso questo genere di ombretti per uniformare la mia palpebra fin troppo colorata (Team Palpebre Marroni!) e lasciarlo poi così com'è ad illuminare lo sguardo. Non ho l'abitudine di usarli come base e preferisco un primer normale, ma in caso vi consiglio di stendervi sopra un ombretto color carne. Mi sembra che così gli ombretti si sfumino meglio (la base fa "presa" e non mi facilita troppo la sfumatura altrimenti - magari sono io ad essere impedita).
Tra i due, Underpaiting su di me resiste molto di più mentre Soft Ochre inizia a cedere dopo un paio d'ore.
Nota: mi hanno fatto giustamente presente che questa tonalità può funzionare da sola come base uniformante solo se è molto vicina al colore della vostra base naturale. Nel mio caso lo è, ma ad alcune persone crea uno stacco cromatico visibile.

Da qui in poi ci sono due swatch per ogni colore: nel primo v'è una sola applicazione con la normale quantità che si preleva da sé, nel secondo vi sono due passate di prodotto.


Nabla Bakery
Nabla Bakery swatch
Nabla Bakery swatch

Delicato taupe-nocciola. Satin.

Bakery è un color nocciola dalla base calda ma che si raffredda e vira verso il taupe se viene stratificato.
Il finish è Satin nel senso che non è del tutto opaco, ma quasi.
Per la texture vale tutto quello detto finora.
Su di me Bakery è quasi un nude. Eh lo so, sembra impossibile, ma qua facciamo parte del TeamPalpebreMarroni non a caso. Applicato in quantità normale è infatti dello stesso colore delle mie palpebre e non aggiunge particolari differenze se non una maggiore uniformità e una leggerissima satinatura, ma immagino che su molte altre persone dia invece un tocco di colore.

Rispetto a Narciso è più taupe, contro Wild Side è molto più freddo ed è invece meno freddo di Fossil anche quando stratificato.


Nabla Dandy
Nabla Dandy Indiawood swatch
Nabla Dandy Indiawood swatch

Oro-bronzo di media tonalità. Bright.

Dandy è difficile da descrivere ed è un colore che in foto non rende nemmeno la metà: se non vi va di fidarvi a scatola chiusa (e non vi biasimo) vi consiglio di provarlo se capitate nei pressi di un rivenditore Nabla.
Dal vivo è bellissimo ed è tra i miei Crème Shadow preferiti.
Ha una base color bronzo con una luminosità dorata, che però non è eccessiva. Più lo si stende in modo leggero, più appare dorato e luminoso. Stratificandolo invece si scurisce verso il bronzo.

Bare Study di Mac è molto più chiaro e perlato mentre Indianwood, sempre di Mac, lo ricorda un po' come sfumatura. Non è però modulabile alla stessa maniera e dal vivo è più palese quanto i finish dei due siano differenti ed anche se non si nota dallo swatch, perché non era colpito direttamente dalla luce, credetemi, Dandy è molto più luminoso di Indianwood, non c'è storia. Glitz di Nabla è più dorato mentre Sandy è molto più freddo.


Nabla Caffeine
Nabla Caffeine swatch
Nabla Caffeine swatch

Marrone scuro con riflessi bronzo. Bright.

Caffeine è un altro dei miei preferiti!
Descritto perfettamente da Nabla, i riflessi bronzo lo rendono luminoso e per nulla piatto né scontato. È un colore che mi ha sorpresa più indossato che swatchato sulla mano, dal momento che è sugli occhi che tira maggiormente fuori il riflesso bronzo.
La formula è quella descritta finora, anche se Caffeine non è tra quei colori che cambiano sfumatura se stratificati.
Vi confesso che è il Crème Shadow che sto utilizzando di più: lui e il pennello 217 di MAC permettono di creare in 2 minuti uno smokey color caffè e luminoso q.b.


Nabla Pinkwood
Nabla Pinkwood swatch
Nabla Pinkwood swatch

Rosa antico-malva. Satin.

Pinkwood è una sfumatura di rosa facile da sfruttare anche per chi coi rosa ha un rapporto problematico (alzo la mano). Non è infatti particolarmente rosa né freddo e, anzi, se sfumato la sua base tira fuori un colore quasi nocciola rosato.
Pensavo fosse simile a Fresco Rose, un vecchio paint pot di Mac in edizione limitata che aveva fatto furori a suo tempo, ma mi sbagliavo: il MAC è più freddo e rosa (e non mi sta un granché bene, aggiungerei, ma ai tempi non avevo ancora ben capito su che colori buttarmi in tranquillità e quali guardare con più sospetto).

Nabla Supreme
Nabla Supreme Daphne Grenadine swatch
Nabla Supreme swatch

Color melograno di tonalità medio-scura. Bright.

Ma quant'è bello.
Che Supreme vincesse parte del mio cuore cosmetico era prevedibile come il finale di un film giallo di quart'ordine, ma tant'è. 
Non saprei come altrimenti descrivere il colore se non con le parole che usa Nabla. Il finish è Bright, e si vede per quanto è luminoso, mentre per la texture vale tutto quello che è stato scritto prima, con la sola differenza che Supreme non cambia particolarmente sfumatura a seconda della quantità usata.

Credevo fosse molto simile a qualche altro ombretto in polvere di Nabla ma mi sbagliavo: Daphne 2 ha una base molto più scura, Grenadine è più rosato, Aphrodite è più aranciato.
Inoltre mi sono scordata di inserire nella foto Pomegranade Punk, un Color Tattoo di Maybelline della stessa famiglia cromatica ma che in realtà non gli assomiglia: è meno pieno, più chiaro e contiene degli shimmer argentati visibili.



* * * * *
Chi, Cosa, Dove, Quando, a Quanto?
I Crème Shadow di Nabla sono ombretti cremosi che contengono 5g di prodotto (la stessa quantità dei Paint pot di MAC). La confezione è leggera e in plastica. Sono in vendita presso i negozi rivenditori ed il sito ufficiale Nabla Cosmetics al costo di 11,50€. Si tratta inoltre di prodotti cruelty free e vegan.

* * * * *

Questi ombretti mi stanno piacendo davvero tanto. Tanto tanto. 
(Non serve specificare che lo sto dicendo in sincerità e non perché ricevuti dall'azienda, vero? Sì? Perfetto!)
Si applicano facilmente, si sfumano, si stratificano per creare un trucco completo e con dimensione in pochissimi minuti e, cosa per me non scontata, mi durano ore anche senza primer.
Se capitate nei pressi di un rivenditore Nabla, vi consiglio di provarli. 
E se siete indecise su quale swatchare per primo...io partirei soprattutto da Caffeine o Dandy oppure Supreme (i miei preferiti, diciamolo!)

O ne avete già acquistato qualcuno?
Come vi trovate?

Nabla creme shadow swatch

I prodotti presenti in questo post mi sono stati inviati a scopo valutativo dall'azienda. Tuttavia non ricevo alcun compenso monetario per parlarne e quelle espresse sono le mie sincere opinioni personali, come sempre.

24 comments:

  1. Mi hai risolto il dubbio che mi tratteneva dall'acquistare Supreme: avendo anche io il Pomegranate Punk di Maybelline, temevo fossero molto simili, e non ero ancora riuscita ad andare in bioprofumeria a swatcharli. La prossima volta che ci capito, lo compro di sicuro, insieme a Caffeine, Underpainting e Pinkwood.

    ReplyDelete
    Replies
    1. Confermo che sono molto diversi (tra l'altro mi sono appena accorta di aver scritto "più chiaro" anziché "più scuro" nel post, ops!). Il Maybelline è più scuro ed ha proprio una tonalità differente, accanto a Supreme sembra quasi virare al prugna.

      Delete
  2. come sempre articoli ben scritti e swatch accurati!!!

    ReplyDelete
    Replies
    1. Per me è un bel complimento, ti ringrazio molto!

      Delete
  3. bellissimissima la tua review e concordo con tutto ciò che hai scritto!!!Supreme è spettacolare e dura tantissimo!!! è stato un gran acquisto!

    ReplyDelete
    Replies
    1. Grazie mille, Gloria!
      Mi fa piacere che sia un parere condiviso! ;)

      Delete
  4. Dandy mi ispira moltissimo, anche se in generale mi piacciono tutti!

    ReplyDelete
  5. Concordo, mi sono trovata davvero benissimo!

    ReplyDelete
  6. Mio dio, ci avrai messo due millenni per fare questo post. Sei una vera pro!

    ReplyDelete
    Replies
    1. Qualche ora divisa qua e là in più giorni, a tempo perso...!

      Delete
  7. che articolone come al tuo solito!
    ero curiosa sulla tenuta perché siamo compagne di palpebra mega sfigata (e abbiamo provato esattamente gli stessi ombretti in crema XD )... stanno per arrivarmi dei samples e se non mi faranno allergia vedremo se ci troviamo anche stavolta XDDDDDD

    (un inciso sui rivenditori: leverei la dicitura bioprofumerie perché non essendo questi ombretti neanche naturaleggianti la stragrande maggioranza di esse ha deciso di non tenerli, mentre sono presenti da coloro che sono in altro ambito. Penso che possa essere meno confusivo visto che tante persone non sanno né che Nabla ha rivenditori né che non si limita al circuito bio.
    Due centesimi, ovvio XD )

    ReplyDelete
    Replies
    1. Invidio chi ha il dono della sintesi. Io faticavo a fare i riassunti già alle elementari e chiaramente non sono migliorata un granché.

      Uh, dita incrociate in questo caso! Se non ti fanno allergia, secondo me potrebbero reggere anche su di te :)
      (ops, grazie per la precisazione! Non ci avevo pensato. Poi correggo perché effettivamente non vorrei contribuire a questa confusione su Nabla/bio/non bio)

      Delete
  8. Grazie mille per gli swatches e le comparazioni, davvero molto utili :)

    ReplyDelete
  9. Awwww..ho fatto proprio bene a prenderli! Avevo mille dubbi dato che mi ritrovo a usare gli ombretti in crema pochisssssimo. Li compro e poi stanno lì come soprammobili. Però mi ero innamorata di Underpainting, sto finendo Eden di Urban Decay che non è venduto nella mia città e non avevo voglia di aspettare un ordine online da Sephora o di andare a Milano (sto cercando di limitare i viaggi ultimamente!) e l'ho voluto provare come primer. Perfetto *-* per ora ho provato solo Pinkwood, non vedo l'ora di provare anche Bakery e Supreme..gli altri due non li ho presi e mi stai facendo sentire in colpa :(

    ReplyDelete
    Replies
    1. Ma noo tanto c'è tutto il tempo per acquistarli più avanti con calma, con buona pace delle edizioni limitate. Non ho mai provato Eden di Urban Decay ma mi attira parecchio, come ti sembra rispetto Underpainting?

      Delete
  10. Da donna dotata di palpebra oleosa, sapere che questi ombretti tengono mi fa venire una voglia matta di buttarmi all'acquisto.
    Promemoria per me stessa: resisti Patri, resisti!!!

    ReplyDelete
    Replies
    1. A distanza di un po', confermo la loro tenuta (almeno, su di me) :)

      Delete
  11. Che articolo ben scritto, preciso, con tutte le informazioni necessari, foto ben fatte e comparazioni utili. Grazie veramente! ...del resto, il tuo blog è tra i miei preferiti non a caso ;)
    al momento ho resistito all'acquisto.. la carta di credito prepagata scarica aiuta molto in certi casi.... ma la tentazione resta forte!
    un abbraccio ^_^

    ReplyDelete
    Replies
    1. Ma grazie mille a te, Francesca! Gentilissima!

      Delete
  12. Caspita!! Ti ho trovata adesso per caso cercando degli swatch decenti e... complimenti!!! Scrivi in un modo godibilissimo, fai delle belle foto e la grafica è pulita e piacevole! Complimenti, si si!!
    Adesso che son passati mesi ed hai potuto approfondire meglio il rapporto con questi ombretti mi sai dire se si stendono tutti in maniera omogenea o se c'è qualche tallone di Achille? Io ho Aurora e non mi piace per nulla la sua stesura ad esempio!
    Aspetto una tua risposta prima di buttarmi nell'acquisto in massa!!
    Grazie e... ancora complimenti!!

    ReplyDelete
    Replies
    1. Aw, ma ti ringrazio tantissimo! Davvero!

      Quello con cui mi trovo meno bene tra tutti è proprio Aurora purtroppo.
      (se ti interessa, ne ho scritto qui: http://www.dottedaround.com/2016/02/nabla-husky-birki-aurora-creme-shadow.html )
      Forse anche Supreme necessita di qualche attenzione in più nella stesura per renderlo perfettamente omogeneo, ma non ai livelli di Aurora. Su Underpainting confermo quanto detto in questo post: non è modulabile come gli altri ed il suo finish opaco, come spesso accade con tutte le basi del genere opache e chiare, non perdona se si ha una palpebra un po' secca o con molte imperfezioni. Per il resto mi sto trovando benissimo e sono praticamente gli unici ombretti in crema che sto usando (ho accantonato pure i blasonati paintpot di Mac). L'unico su cui aggiungerei due righe è Husky, che è omogeneo e meraviglioso nell'effetto, ma tende a perdere un po' di microshimmer nell'applicazione.

      Spero ti sia utile!
      E ancora grazie mille a te! :)

      Delete