19 October, 2015

Monthly favorites: September 2015


Se c'è una rubrica sul blog che mi spiace saltare quando mi ritrovo con poco tempo libero a disposizione, questa è proprio la serie dei preferiti del mese. C'è qualcosa nel raggruppare i prodotti che più hai apprezzato e scriverne di getto con una tazza di the accanto che mi rilassa sempre molto. Neanche a dirlo, sono tra i post che più mi piace leggere anche sui biutiblog altrui.
E insomma alla fine, dopo qualche mese di pausa, anche qui sopra è tornato un post di questa serie: i preferiti dello scorso mese, fatto di esami, viaggi finali e temperature estive alternate a quelle semi-polari.



Biomed First Aid Face cream*
Capisco che un mese e qualcosa sia poco per poter eleggere un prodotto skincare come "preferito" ma facciamo che questa crema rientra nei preferiti quantomeno del mese scorso.
Infatti in un giorno di inizio settembre durante una pausa studio, vedendo la pelle particolarmente disidratata e sotto stress, mi è venuta la fantasmagorica idea di provare la mia prima maschera in tessuto. Sheet mask per gli amici internazionali.
Tipologia: burro di karité, idratante.
E lo devo ammettere...è stato un fail clamoroso.
Sicuramente la mia pelle in periodi di forte stress è più sensibile del solito (e di solito non ha tutta questa grande sensibilità) ma l'effetto ottenuto non è stata idratazione ma irritazione: viso bordeaux e caldo al tatto.
Fail.
Non avendo prodotti precisi adatti a situazioni simili, e volendo aspettare qualche ora prima di ricorrere a creme cortisoniche, ho pensato di provare questa crema First Aid (19,99€) che stando all'etichetta è ipoallergenica, pensata per le pelli ultra sensibili e contiene anche una buona percentuale di aloe.
Il risultato è stato così soddisfacente e gli sono così grata che ho dovuto inserirla tra i preferiti del mese: non mi ha peggiorato la situazione, non ha bruciato, ha idratato la pelle rendendola più morbida e nutrita e - casualità o realtà - dopo poco tempo dall'applicazione s'è calmato anche il rossore.

Caudalie Huile De Soin Démaquillante*
È arrivato poco più di un mese fa anche questo ma ne sogno già scorte annuali di 5kg.
l'Huile de Soin (16,20€), che sul sito italiano prende il più semplice nome di Olio Struccante, è di recente aggiunta alla linea Caudalie. È un olio struccante (e fin qui...) composto da più oli come quello di girasole, di ricino, di vinaccioli d'uva e quello di mandorle.
Dopo anni di Clinique Take the Day Off balm non riesco più a struccarmi senza passare per una fase oleosa - che sono solita risciacquare con un secondo detergente più standard - e mi sembra ormai che tutte le altre tipologie di struccanti da sole non svolgano un lavoro altrettanto efficace e veloce. Nel corso del tempo sono passata attraverso altri balsami struccanti ma non avevo ancora provato un olio.
Che dire? Questo di Caudalie si comporta egregiamente e non mi sta facendo sentire alcuna mancanza dei prodotti che usavo fino a due mesi fa. Strucca in profondità anche i fondotinta più ostinati, non mi lascia residui dopo il risciacquo e al contempo sento la pelle più morbida e in un certo senso nurtrita, anche nei periodi di maggior disidratazione. Per me finora è un "Thumbs up!" in Arial 63px.


MAC Face&Body + Laura Mercier Silk Creme
Come già accennato prima, in viaggio mi sono ritrovata sulla pelle i postumi di un periodo alquanto stressante, ovvero disidratazione peggiore del solito e qualche imperfezione qua e là. Tuttavia ho proferito evitare di utilizzare più strati di un fondotinta coprente perché, con buona probabilità, l'effetto non sarebbe rimasto così piacevole per le 10 ore che avrei passato fuori casa (chi ha una pelle a tendenza secca saprà bene a cosa mi riferisco).
Ho quindi optato per il Face&Body di MAC, perfetto per le pelli più secche e resistente all'acqua, solo che la coprenza non è stata sufficiente per coprire i segni della mia pelle impazzita.
Lì ho scoperto la combinazione che avrei poi usato per i 10 giorni seguenti: Face&Body come base uniformante e resistente con un velo di Silk Crème di Laura Mercier steso sopra (col Buffing brush di Real Techniques). Il secondo forniva quella coprenza in più, il primo serviva come base per durare fino a sera anche nei 32°C incontrati.

Collistar Eyeliner Shock
Finalmente, alle porte dell'autunno, anch'io sono riuscita ad andare in vacanza, appunto.
Inutile dire che per quanto abbia cercato di tenermi leggera la pochette dei cosmetici straripava?
Come ombretti ho messo in valigia solo (solo...) una palette Nabla da 12 e la Naked Basics, mentre il dilemma si è posto al momento di scegliere quale eyeliner portare: Il Tattoo Liner di Kat Von D ha una punta sottilissima ed estremamente precisa, ma dall'altro lato ha il brutto difetto di lasciarmi a piedi all'improvviso per riprendere a scrivere solo giorni dopo; l'eyeliner in penna Mulac non mi soddisfa totalmente mentre l'eyeliner liquido di L'Oreal che sto utilizzando non mi lascia mai a piedi ma non mi fa nemmeno impazzire di gioia al quadrato (qua siamo scassapesigenti con gli eyeliner, come avrete capito).
Nel dubbio, li ho messi in valigia tutti e tre.
Tempo un paio di giorni in vacanza però e quello di Kat Von D è entrato in sciopero per l'ennesima volta, facendomi nascere l'immensa voglia di riutilizzarlo solo per mescolare lo zucchero nel the. Quello di L'Oreal si è rivelato ormai agli sgoccioli, costringendomi ad intingere la punta tre-quattro volte per un solo occhio, mentre quello Mulac non ha un tratto scorrevole e preciso come vorrei, tant'è che lo uso per riempire gli spazi nella coda dell'eyeliner.
Alla fine è successo che mi sono trovata di fronte una profumeria che vendeva Collistar ed ho pensato di correre ai ripari e di andare sul sicuro, ricomprando l'eyeliner Shock (17,20€) che mi era stato inviato lo scorso anno da Sabbioni Profumerie (ne avevo parlato e scattato foto qui).
Il tratto è sottile e riesco a tracciare facilmente (e velocemente! Fondamentale per me in un eyeliner) la coda esterna, il colore è nero e non grigio, la durata con un primer diventa davvero buona anche su una palpebra difficile come la mia - e non inferiore ad altri eyeliner in penna che però non scrivono altrettanto bene. In più non va a tratti, non mi ha mai lasciato a piedi come prodotti più blasonati e alla fine lo scorso eyeliner Shock mi è durato circa 6 mesi, con un utilizzo di 3-4 volte a settimana ed una punta che è rimasta praticamente intatta.


Urban Decay Matte Revolution in Temper
Anche Urban Decay è uscito con una formula di rossetti opachi ed anche stavolta io e il marketing siamo 1 a 0, per lui. Al di là del marketing, però, questa formula mi sta piacendo parecchio, tant'è che ho preso il colore Temper (21€). E 1993. E anche After Dark. Vabbè.
Temper è stato il rosso aranciato che ho deciso di portare con me in viaggio (e di cui trovate una foto con mille filtri sul mio account Instagram), mettendolo alla prova tra autobus, treni, uscite di 12 ore e pranzi siciliani. E dico, pranzi siciliani.
La formula è molto morbida e cremosa, ma col passare del tempo si fissa per diventare opaca. Non mi secca le labbra, la sto trovando molto confortevole per un finish matte e al contempo mi dura ore e ore. Dopo i pranzi era solo sbiadito in modo omogeneo e avrei anche potuto non ritoccarlo - ma la perfezionista maniacale che è in me l'ha ritoccato comunque.

MAC Heaux lipstick
Ormai le volte che ho nominato questo rossetto qui sopra non si contano più.
Mi sembra anche abbastanza inutile dal momento che si tratta di un'edizione limitata introvabile pure sulla luna ma ogni volta non mi trattengo dal fargli fare una comparsata. Devo decidermi a fare quel famoso post di possibili rossetti simili e dupe - perché qualcosa di molto simile in giro c'è.
Se seguite questo blog da tempo sarete quindi probabilmente stanche di veder apparire Heaux e saprete già a memoria tutto ciò che potrei ripetere: il color lampone perfetto, un finish super opaco splendido e bla bla.
È uno dei miei rossetti preferiti in assoluto che uso per qualsiasi occasione, dall'università alle cene, dal giro al supermercato al viaggio in treno e cerco di risparmiarlo solo perché non è più in vendita.


Nars Velvet Matte lip pencil in Walkyrie 
Acquistare Walkyrie di Nars (26,50€) è costato un'odissea sul sito online di Sephora, ma in fin dei conti ne è valsa la pena. Sia perché ho potuto comprarla tramite un buono, senza dover aprire il portafoglio, sia per il colore.
Nars lo descrive come "corallo spento" ma secondo me è molto di più e non ricorda particolarmente il corallo. Sembra piuttosto un color marsala di Pantone, né troppo rosso né troppo arancio né troppo marrone. In una parola potremmo definirlo splendido ma forse sarebbe una descrizione un po' imparziale e poco utile. È una tonalità che sto utilizzando per qualunque occasione davvero, dalle più formali alle più informali per dare un aspetto definito e pieno alle labbra. Colora senza strafare e il suo finish perfettamente opaco è il tocco in più.


* * * * *

Eccoci qua, al grido di "meglio tardi che mai" alla conclusione dei preferiti di settembre.
Ora non può ovviamente mancare la domanda di rito: ne abbiamo qualcuno in comune?

*PR Sample

32 comments:

  1. Anch'io amo leggere i preferiti. Per ora pero' come appuntamento fisso ho quello dei finiti e mi basta. E cmq ottime scelte. Ciao. Gaia

    ReplyDelete
    Replies
    1. Grazie!
      Riuscire a fare un post dei prodotti finiti ogni mese sarebbe un buon passo...

      Delete
  2. Anch'io amo leggere i preferiti. Per ora pero' come appuntamento fisso ho quello dei finiti e mi basta. E cmq ottime scelte. Ciao. Gaia

    ReplyDelete
  3. L'unico prodotto che abbiamo in comune è il face and body di Mac, lo amo alla follia! Sono molto curiosa di provare i rossetti opachi di Urban Decay, mi fa piacere sapere che sono buoni! Io è una vita che vorrei provare Dolce Vita dei Velvet Mat di Nars ma sono mesi che sul sito di Sephora non è disponibile :( anche Walkyrie mi è sempre piaciuto ma dubito mi possa stare bene! Anche a me piace tanto leggere dei prodotti preferiti altrui, si scopre sempre qualche nuovo gioiellino :)

    ReplyDelete
    Replies
    1. Il face&body è un fondotinta unico!
      Per Dolce Vita prova a vedere ora sul sito Sephora perché mi sembra di averla vista disponibile ;)

      Delete
  4. Io aspetto ancora il post su Heaux, mi è rimasto nel cuore! :3

    ReplyDelete
    Replies
    1. Dovrei davvero riuscire ad organizzarmi e iniziare ad imbastirlo!

      Delete
  5. Ho appena iniziato a usare l'olio struccante di Caudalie ed è già amore ♥ sottoscrivo la tua review! Cruella ha dato il via a una passione per i Velvet Matte, ergo DEVO provare anche Walkayrie :)

    ReplyDelete
    Replies
    1. Mi fa piacere! Due pareri sono meglio di uno :)
      Se ti piace il genere cromatico, Walkyrie allora devi provarlo!

      Delete
  6. Non posso che darti ragione, il post dei preferiti è uno di quelli che adoro di più, sia nel scriverlo che nel leggerlo (esattamente come te, con un bel té accanto).
    Piuttosto quell'olio detergente di Caudalie mi intriga molto, purtroppo gli olii detergenti non mi fanno mai impazzire proprio per la loro componente oleosa, e per il residuo di "unto" che sento sulla pelle (per questo preferisco molto spesso le acque micellari).
    Quello di Caudalie come si comporta in questo senso? Perchè mi incuriosisce molto!
    Non parliamo di quella matita Nars, aww, sento già dell'amore scoccare!

    ReplyDelete
    Replies
    1. Non so te, ma dall'altra parte mi piace leggere anche i post coi bocciati o i prodotti che "non valgono l'hype". Aw.
      L'olio Caudalie il più delle volte lo risciacquo assieme ad un detergente (insomma il cosiddetto "double cleasing" che faccio sempre quando mi strucco con balsami o oli che siano) ma anche rimosso con l'acqua e dei dischetti di cotone a me personalmente non lascia residui fastidiosi, solo la sensazione di pelle più nutrita e meno secca. Però considera che anche il balsamo Clinique e simili a me non lasciavano particolari sensazioni. :)

      Delete
  7. Temper e Walkyrie mi attirano un sacco. Non appena avrò l'occasione, correrò in negozio a swatcharli: sembrano colori davvero interessanti! Ammetto, però, che dal sito non mi avevano fatto granchè impazzire, però vedendo i tuoi preferiti e cercando swatches in rete, devo dire che sono bellissimi!

    Tu ripassi sempre il rossetto, quando va via? Io mi scoccio/imbarazzo sempre nel farlo XD

    ReplyDelete
    Replies
    1. Resta sempre un mistero perché sui siti raramente facciano degli swatch digitali veritieri, in effetti!
      Yes, ritocco il rossetto in giro con lo specchietto anche solo per perfezionarlo ;D

      Delete
  8. Ciao Ale!
    Mi piace sempre leggere i tuoi preferiti del mese.. :)
    Come struccante in olio hai mai provato quello di The Body Shop alla camomilla? Secondo me va molto bene... C'è anche la versione "balm" ma non l'ho mai provata..

    ReplyDelete
    Replies
    1. Fra! Grazie mille! :)
      Avevo proprio in mente di prendere quell'olio di The Body Shop...quando è arrivato questo di Caudalie! In compenso ho provato la versione balm e mi sono trovata benissimo, fa concorrenza al balsamo clinique!

      Delete
  9. Leggo sempre i tuoi preferiti mensili e appunto mentalmente tutto. Ho anche io il Tattoo Liner Kat Von D da oltre un mese e, sarò stata fortunata (o sei stata sfortunata tu?) ma non mi ha mai lasciata a piedi!

    P.s. bellissima la pochette di Zoella, ora faccio una ricerca per vedere se è ancora in vendita!

    ReplyDelete
    Replies
    1. Ma grazie!:)
      Sul Tattoo Liner stendiamo un velo di mistero...probabilmente è uscito male il mio, dal momento che ha iniziato a incepparsi già dopo poco l'apertura.
      La pochette di Zoella invece la trovi ancora su Feelunique!

      Delete
  10. Evviva i preferiti! <3
    L'olio di Caudalie devo segnarlo come prossimo struccante, anche se il burro di Clinique mi durerà ancora per 500 anni circa :D
    Invece sono molto triste perché su di me Bad Blood di Urban Decay non regge nulla, nonostante mille accorgimenti :( chissà perché ho sempre sfiga con queste belle formule (vedi anche Rita di Nars). Me tapina!

    ReplyDelete
    Replies
    1. Quel balsamo Clinique è infinito davvero!
      Invece, parliamo di Bad Blood: che delusioneH! Che ci sia differenza tra le colorazioni probabilmente? :\ Mi spiace, cavoli!

      Delete
  11. Quell'olio struccante mi chiama a gran voce. Di Caudalie ho provato diverse cose in passato, sempre con grandissima soddisfazione, spero di trovarmi bene anche con questo.

    ReplyDelete
    Replies
    1. Caudalie è un marchio che piace molto anche a me e ti dirò, quest'olio ha tutte le premesse giuste per diventare uno dei loro prodotti che più preferisco!

      Delete
  12. La combo fondotinta mi incuriosisce parecchio. Amo follemente il silk creme (specie da quando la mia pelle e diventata super secca) e mi piace l idea di usarlo per rendere più coprente una base super leggera. Mi mancavano i tuoi post😊

    ReplyDelete
    Replies
    1. Cosa non è il Silk Crème, cosa <3
      Ma piuttosto, i tuoi di post? :*

      Delete
  13. Ignoa i punti interrogativi,colpa del telefono stupido:)

    ReplyDelete
  14. Il face and body c'è sempre quando penso ai prodotti preferiti :) Heaux sembra proprio una bella tonalità, non mi dispiacerebbe leggere il tuo post a riguardo.

    ReplyDelete
    Replies
    1. Spero di riuscire a farlo entro tempi non biblici! ;)

      Delete
  15. Uso da un po' i burri struccanti ma confesso che gli oli non lo ho ancora provati!

    ReplyDelete
    Replies
    1. Personalmente non saprei scegliere, entrambe le versioni le trovo ottime ed estremamente efficaci!

      Delete
  16. adoro le tue foto! ne resto incantata... Dei prodotti mi attirano i rossetti (di Ud ho le palette ma nessun rossetto, mi incuriosisce), l'eyeliner (ultimamente ne sto provando moltissimi e non sono ancora soddisfatta) e i due fondotinta: il sistema di mixarne un paio lo sto sperimentando adesso che la stagione è impazzita e non so mai come truccarmi (la mia simpatica pelle passa da lucidarsi tantissimo a essere secca e con le pellicine all'interno della stessa giornata). Non amando i paltoni in viso, opto sempre per qualcosa di leggero, magari unito a un controllore di sebo (es. fondotinta cushion Lancom + fondo extra matt della Bare minerals in polvere).

    ReplyDelete
    Replies
    1. Ti ringrazio, per me è sempre un bel complimento!
      Anch'io solitamente non faccio mix di fondotinta, ma coi cambi di stagione (o a stagione impazzita) il discorso cambia...!

      Delete
  17. Walkyrie attualmente c'è l'ho sia nel carrello di Sephora sia in quello Nars, che tanto prima o poi lo ordino, devo solo capire da dove. E pensare che l'avevo super snobbato quando era uscito, per poi vederlo su un blog americano e gridare cosadovecome e correre a metterlo nel cestino.
    E l'olio struccante di Caudalie lo devo prvare assolutissimamente ed al più presto <3

    ReplyDelete
    Replies
    1. Walkyrie devi proprio prendertelo B! <3
      Ed anche l'olio Caudalie secondo me ti potrebbe piacere molto!

      Delete