01 July, 2015

Neve Cosmetics Contourmania

PR Sample
E vabbè, su Instagram inizierà anche ad imperversare la tecnica dello strobing ma qua non ci scomponiamo e facciamo un passo indietro tornando a parlare di contouring, dai connotati vegan tra l'altro.




Una lunga premessa...
La tecnica del contouring, ecco...a me non piace un granché. BOOM!
Riconosco che abbia una grande utilità per gli scopi per cui è nata decenni fa (fotografici, teatrali, cinematografici, televisivi) ma agli occhi di una persona (tipo me) che non vive in quei contesti né lavora col makeup, l'importanza della faccenda talvolta si ridimensiona. Non amo il contouring spinto per tutta una serie di motivi noiosissimi e non condivisibili tra cui l'idea di makeup che cambia radicalmente i connotati e che non sento mia, ma quello che ho scoperto sperimentando è che su di me non amo nemmeno il contouring leggero. Ho un viso magro, dai lineamenti molto marcati e non riesco a far sì che ulteriori ombre mi valorizzino. 
Ho provato in vari modi: tracciando sotto lo zigomo delle linee d'ombra orizzontali anziché diagonali, meno orizzontali, più orizzontali, più corte, più cortissime, più sfumate. Niente. Il risultato che ottengo è sempre irrimediabilmente quello di "5kg in meno" che nel mio caso di taglia tascabile sono un enorme NO scritto in Arial 72 ma che non scrivo effettivamente in Arial 72 solo per non farvi scappare via tutti cliccando la X in alto già da subito.
Sono certa che le sapienti mani di Lisa Eldridge sarebbero in grado fare un contouring che mi valorizzi ma ahimé le mie non sono altrettanto capaci in materia.
La conclusione a cui sono arrivata è che forse, in effetti, per la vita di tutti i giorni, non ho poi così bisogno di fare questo contouring avendo già abbastanza ombre sul viso. Non ne sento la necessità perché mi sembra che andare ad enfatizzarle peggiori la mia situazione estetica.
Per dare un'idea: nelle foto di questo post, oppure questo, oppure in qualunque altra foto che mi ritragga, non ho fatto contouring.  L'unico "contouring" che realizzo talvolta prevede la sola parte dell'highlighting con un illuminante opaco sugli zigomi e se proprio voglio strafare anche lungo il margine inferiore dell'osso mandibolare. Perché se il nero scava, il bianco tira fuori e questo mi aiuta a far sembrare il viso otticamente (e leggermente) più pieno, che è come mi vedo meglio.
A volte applico anche l'illuminante opaco direttamente su quell'ombra naturale sotto lo zigomo per farlo apparire meno scavato, giusto per dirvi come sto messa.
Tutto questo per dire che inizialmente ho fatto un po' fatica ad essere obiettiva con questo prodotto ma ancor di più a capire come mostrarlo. Ho fatto alcuni esperimenti dai risultati indecenti e alla fine ho deciso di lasciar perdere e tenere una foto di lato, dove non si vede quanto sbagliata sia questa applicazione per i miei lineamenti - frontalmente è tremenda - ma spero renda un'idea della resa del prodotto in sé.

Contourmania è la matita di Neve Cosmetics pensata come prodotto universale e due in uno per realizzare un contouring completo: un lato per illuminare, l'altro per scurire.


Highlight

La parte illuminante ha un sottotono giallo. Per fare qualche comparazione: la cialda in crema Eos di Mulac è più chiara e più gialla. Il paint pot Soft Ochre di Mac è molto più scuro ma mi sembrava utile inserirlo visto che è il prodotto sicuramente più diffuso tra quelli swatchati e magari aiuta a farsi un'idea migliore del colore.
Sulla mia carnagione da NC15 di Mac, questo lato illuminante della Contourmania purtroppo non illumina ed una volta sfumato va a fondersi completamente col mio incarnato (forse si nota anche dal primo swatch) risultando, di fatto, inutile.

Contour

Una volta sfumato, il lato più scuro non è poi così arancione come sembrerebbe a prima vista. Almeno non lo è rispetto alla cipria colorata Kalahari di Neve e nemmeno se confrontato col bronzer Laguna di Nars, che è stato felicemente usato per anni da moltissime per un accenno di contouring. 
Quindi da un lato non lo descriverei come arancione, ma dall'altro resta un tono caldo ed è privo di quella componente grigia che trovo utile per creare un effetto di ombreggiatura più realistica. Il problema più grande che ho riscontrato con questo colore è che, su di me, una volta sfumato su una parte del viso che non siano gli zigomi, tira fuori una sfumatura rossastra che proprio non si addice allo scopo.


Viso normale
Fondotinta e matita labbra, stop.
Lato scuro della Contourmania applicato.
Sotto lo zigomo ho usato una mano leggera e l'ho invece stratificato ai lati del naso.

Viso post matita Contourmania

In quanto al colore, l'effetto sotto l'osso zigomatico non è male. 
Ci sono due correnti di pensiero: quella che preferisce il contouring dai toni freddi e grigi e quella che lo preferisce più caldo. Se appartenete a quest'ultima categoria, la sfumatura di questa matita potrebbe piacervi. Sul mio incarnato caldo il risultato è piacevole e non troppo artificiale. 
Questo però se parliamo dello zigomo.
Se parliamo invece di giochi di luci e ombre su altre zone del viso, il colore non è proprio adatto: è ancora troppo caldo per poter essere credibile come ombra sul naso, ma anche su fronte/tempie.
Nella foto credo si noti la differenza tra lo zigomo e la tonalità che tira fuori ai lati del naso e dal vivo era pure peggio, sembravo solo pronta per un qualche rito tribale. Il che può essere interessante ma solo in certi contesti.



La texture è cremosa e morbida senza esagerare, nel senso che la punta non si deforma con la pressione, però dopo 3-4 utilizzi urge un temperino.
Si sfuma molto e anzi, forse anche troppo perché il lato scuro post-sfumatura è poco visibile persino su una carnagione chiara come la mia. 
Se si preferisce un contouring meno leggero è necessario stratificarvi sopra un prodotto in polvere.
Per la sfumatura è possibile usare un pennello o le dita, anche se io preferisco il primo.

La parte illuminante credo che assolva davvero alla sua funzione su una carnagione almeno da NC20/25 in poi ma di contro, su una carnagione media, il lato marrone temo potrebbe perdersi e notarsi davvero poco, una volta sfumato.
Non la definirei quindi una matita universale, come da descrizione ufficiale, ed anzi credo non sia scontato per una persona poter usare entrambe le estremità.

* * * * *

Cosa, dove, quando, a quanto?
Contourmania è una matita a doppia mina che contiene 0,7g+0,7g di prodotto per un costo di 9,50€.
È un prodotto cruelty free, vegetariano e vegano ed è acquistabile sul sito Neve Cosmetics o presso le bioprofumerie concessionarie. Qui l'INCI.

* * * * *


Devo essere sincera e dire non mi fa impazzire, ma questo era un po' prevedibile alla luce della premessa a inizio post e dei miei gusti personali. Di per sé, però, una matita per il contouring non la trovo pratica né semplice da usare e continuo a preferire (idealmente) la cara e vecchia polvere compatta perché la sento più facile da gestire. 
Il motivo è il tratto molto sottile che crea una matita rispetto al deposito di colore più sfumato che può dare un pennello, perché è vero che la Contourmania si sfuma e forse anche troppo ma è come se il tratto così fino e preciso non mi desse sicurezza nella sfumatura, che non controllo bene: ogni volta sono più preoccupata a sfumare quella che era una riga netta invece che prestare attenzione alla precisione dell'applicazione (e della sfumatura stessa). L'importante è sfumare, poi fino a dove non si sa.
Da principiante del contouring, consiglierei ad altre principianti di iniziare coi prodotti in polvere.

In generale la Contourmania la vedrei adatta a chi ha una carnagione tendenzialmente calda, né troppo chiara né media e né tantomeno scura, che è interessata ad un prodotto in crema per il contouring (solo degli zigomi) ma che non vuole acquistare diverse cialde in crema professionali, ricorrere a diversi pennelli e via dicendo.
Per il resto, purtroppo non mi sento di consigliarla a gran voce.

Voi l'avete provata? Come vi trovate?
E soprattutto, che ne pensate del contouring?


Il prodotto mi è stato inviato a scopo valutativo dall'azienza, che ringrazio.
Non sono stata obbligata a scrivere questo post. Non vengo pagata per averlo fatto.
Quelle espresse sono le mie sincere e personali opinioni, al solito.

9 comments:

  1. Questa matita non mi fa impazzire...
    in effetti a te il contouring degli zigomi non serve (aggiungerei: beata?) :) però non ho ancora capito bene la faccenda dello strobing... alla fine non è il contouring senza ombre? Mi sembra che l'illuminante si metta sempre più o meno nelle solite zone!

    ReplyDelete
    Replies
    1. Lo strobing è più che altro andare giù di illuminante lasciando la parte la morigeratezza e metterlo anche sul naso e sopra l'arcata sopraccigliare. Alla fine dovresti ottenere un effetto quasi "bagnato", o comunque molto più intenso del solito illuminante sullo zigomo.
      Non so se hai presente la tecnica che usa di solito Nikkie Tutorials, che abbonda di highlighting e talvolta stratifica anche illuminante in crema+illuminante in polvere, ma fondamentalmente lo strobing è quello.

      Delete
  2. Non vedo molta differenza tra il prima eil dopo sai? :P In effetti non ne hai assolutamente bisogno :) ... comunque preferisco i prodotti in polvere decisamente!

    ReplyDelete
    Replies
    1. In effetti ho una foto dove si vede meglio la differenza tra il prima ed il dopo ma credo che andrò a metterla in una chiavetta USB a cui darò fuoco e che lancerò successivamente nell'iperspazio. In modo che non ne resti prova alcuna :°D
      (in una parola: il "dopo" è tremendo)

      Delete
  3. Anche io non sono tipo da contouring, ho un viso con tratti piuttosto squadrati e se dovessi fare del contouring il risultato è di un viso scavato e poco sano quindi evito. Il massimo che faccio è mettere dell'illuminante giusto sopra gli zigomi ma giusto un tocco per dare un po' di luce e stop.

    ReplyDelete
    Replies
    1. Comprendo bene cosa intendi, ottengo anch'io lo stesso effetto troppo scavato e troppo poco sano...

      Delete
  4. Non mi fa impazzire molto questo matitone. L'idea è buona, ma non è stata una genialata proporre una sola tonalità. Per quel che mi riguarda, non faccio mai contouring: non sono capace, né ho voglia di perdere tempo a farlo. X°°D

    ReplyDelete
    Replies
    1. In effetti servirebbero quantomeno altre due tonalità, magari con un'alternativa più fredda...
      (non ne avrei voglia nemmeno io tutte le mattine...Daje di pigrizia)

      Delete