12 May, 2015

Empties n°3


Dopo tempo immemore torna anche su questi schermi un post della serie Empties o prodotti terminati, per dirla in italiano e in modo meno poetico. Non sono esattamente tutti tutti i prodotti che ho finito negli ultimi mesi ed ho volutamente lasciato fuori anche la miriade di campioncini provata, ma sono riuscita comunque a raccimolare un discreto numero di cose di cui scrivere lunghi sproloqui - perché questo post sarà parecchio lungo, è il caso di avvisare.




Prodotti corpo

Borotalco Original deo stick (x2)
Roba di classe qui, attenzione.
Nulla di fantasmagorico ma ammettiamolo, servono anche questi prodotti e anzi sono proprio quelli che dovrebbero distribuire a pacchi di 3 su alcuni mezzi pubblici.
Non credo di voler sapere che ingredienti contenga, ma fattostà che con me i deodoranti Borotalco funzionano a meraviglia e hanno pure quel profumo di talco che non mi stanca mai.
  • Lo ricompro? Sì, lo ricomprerò ma attualmente dello stesso marchio ho preso uno stick differente più adatto per i capi scuri che però non mi sta piacendo allo stesso modo.

Lush Twilight shower gel 
L'ho centellinato e ricentellinato, ma alla fine è arrivato anche il suo momento. Un bagnoschiuma che sa(peva) di lavanda in un modo paradisiaco (ormai lo saprete ma adoro la lavanda), di colore viola scuro e con qualche micro shimmer argentato fluttuante. L'ho apprezzato moltissimo ed è tuttora uno dei miei bagnoschiuma preferiti.
  • Lo ricompro? No, perché è un'edizione limitata di Lush e nel 2014 non l'ha nemmeno riproposta.

Zoella Soak Opera shower gel 
Lo so cosa state pensando ma non è come sembra.
Per quanto Zoella mi susciti simpatia, il motivo principale che mi ha spinta all'acquisto non è un fangirling esagerato, quanto il fatto che mi serviva un bagnoschiuma in formato XL ed economico e che non mi sentissi in colpa ad usare quotidianamente (cosa che invece accadrebbe se consumassi ml su ml dei prodotti Laura Mercier, ad esempio).
In più questo aveva un packaging niente male e quindi l'ho inserito in un ordine Feelunique.
In tutta onestà, però, non mi ha fatta impazzire: il profumo è floreale e delicato, ma non è così particolare come avrei sperato e, assieme alla consistenza quasi gelatinosa anziché cremosa, mi ha ricordato quei bagnoschiuma per teenager che di meritevole avevano più che altro la confezione.
  • Lo ricompro? No. Carino ma nulla di che. Senza infamia e senza lode. Per odore e consistenza ho preferito di gran lunga altri bagnoschiuma da supermercato anche più economici come quelli Dove, ad esempio.

This Works Daily Boost body scrub
Questo scrub l'avevo ricevuto come omaggio con un acquisto. Il marchio This Works è famoso per aver alcuni prodotti di punta molto amati e osannati, ma ahimè questo non rientra nella cerchia. È uno scrub corpo leggerissimo, ma così leggero che sono stata tentata di usarlo sul viso - alla fine ho desistito, ma per le gambe ed il corpo ha una texture davvero troppo sottile per i miei gusti e la sola spugna ha un'azione più esfoliante di questo. È vero che lo descrivono come uno scrub giornaliero, da tutti i giorni, ma appunto la sola spugna per me assolve alla medesima funzione per una frazione del prezzo.
  • Lo ricompro? No, direi di no. Anzi, ne ho un altro tubetto trovato in un set, ancora da smaltire.


Skincare

This Works Perfect Skin Super Moisture
Questa l'ho terminata molto tempo fa ed è stata la crema che ho usato per il periodo primavera/estate perché, a dispetto del nome, questa super idratazione non è stata esattamente pervenuta. Per la mia pelle secca la definirei una crema medio-leggera adatta ai periodi caldi. Nonostante si assorbisse in fretta conteneva anche alcuni oli ed è inoltre pensata per fare da siero e crema tutto in uno.
  • Lo ricompro? No. Mi sono trovata bene, mi è piaciuta, mi piaceva l'odore naturale che aveva e secondo me c'è del genio nella confezione; tuttavia non mi ha rapito il cuore e per la stagione calda vorrei provare qualche altra crema.

Antipodes Aura Manuka Honey mask
Questa maschera meriterebbe un post tutto per lei - o almeno di avere maggior rilievo in un post a tema Antipodes. Viene descritta come una mascara idratante, antibatterica, antiossidante e detergente. Non posso parlare per l'aspetto degli antiossidanti, ma in quanto al resto per me è iper promossa.
Pelle che tira? Uso questa. Pelle disidratata? Uso questa. Imperfezioni fiorenti? Uso comunque questa in abbinata ad altri prodotti più specifici. Ne basta poca e non trovo necessario applicarne uno "strato consistente" come da istruzioni, quindi un tubetto arriva a durare moltissimo ammortizzando il prezzo.
  • Lo ricompro? Yes! Ne avevo già presa una di scorta quando ero agli sgoccioli di questo tubetto, giusto per assicurarmi di non restare senza. Il che presumo sia indicativo di quanto mi piaccia.

REN Clearcalm / Evercalm milk
Questo è uno di quei prodotti che ti fanno sentire la loro mancanza solo una volta terminati.
Mi piaceva, ma tutto sommato mentre lo utilizzavo non avrei pensato di ricomprarlo: in fin dei conti di latte detergenti e simili ne esistono una miriade in commercio e una parte di loro attende solo di essere provata.
Però dopo alcune settimane senza ho iniziato a sentirne la "mancanza".
È un detergente cremoso pensato per calmare la pelle sensibile e che mi ha aiutata a lenirla in caso di stress o rossori, oltre che a nutrirla in inverno durante periodi di aridità estrema (ottimo in caso di pelle che tira per il freddo).
  • Lo ricompro? Ho anticipato la risposta ma comunque, se non salta fuori qualcosa di altrettanto valido da provare, sì; ma per la prossima stagione fredda.

Clinique Take the Day Off 
Chi segue questo blog da tempo sarà quasi stufo di veder apparire sempre e solo questo struccante bifasico. È che del resto è il mio preferito da anni e quello di cui più mi fido (non mi brucia né irrita nemmeno nei periodi di gioiosa - sarcasmo 110% - dermatite). Qui la review completa.
  • Lo ricompro? Sì, anche questa volta l'ho già ricomprato assieme ad un'altra confezione di scorta.

Spiezia Organic Floral skin toner
Questo tonico l'ho finito una vita fa ma dal momento che avevo la confezione ho pensato di inserirlo nel post. Faccio sempre molta fatica a vedere i risultati che un tonico può darmi o meno, però ricordo che questo lo sentivo fresco e "rivitalizzante" (ma che sto scrivendo?). Il che presumo sia un'ottima cosa dal momento che Spiezia lo descrive come uno "skin refresher to brighten your skin". È un prodotto interamente bio e aveva un odore particolare che all'inizio detestavo ma che tempo poche settimane ho iniziato ad amare: mi sono persino ritrovata ad aprire la confezione solo per sentire il suo profumo un po' pungente di salvia.
  • Lo ricompro? Pur essendomi trovata bene, non l'ho ricomprato. La ragione principale è che avevo una confezione di scorda del tonico di Liz Earle che era il caso di iniziare e che, nel frattempo, ho accumulato altre due travel size di tonici da terminare.

Clinique Take the Day Off balm
Questo prodotto ha dato il via alla mia convinzione che non si possa più fare a meno di un balsamo solido detergente, soprattutto per rimuovere il makeup a fine giornata.
Complici il fatto che lo utilizzavo solo nei giorni in cui mi truccavo di tutto punto e che ne basta una quantità davvero minima, mi è durato per un lasso di tempo quasi imbarazzante.
È un balsamo solido che diventa oleoso a contatto con la pelle, rimuove il makeup in modo ottimale (lo utilizzavo però solo per il viso e non sugli occhi) e non mi lasciava residui o sensazioni oleose dopo il risciacquo assieme ad un dischetto in cotone. Per me è promosso sotto tutti i profili.
  • Lo ricompro? Mi è piaciuto molto ed è vero che lo promuovo a pieni voti, ma mi è durato così tanto che per ora vorrei provare qualcosa di simile ma di qualche altra marca, giusto per variare ed esplorare nuovi orizzonti (se vabbè). Non escludo comunque di poterlo riacquistare in futuro.


Makeup

Nuxe Reve de Miel
Questo in realtà andava nella foto precedente ma l'avevo scordato e l'ho dovuto inserire in questa.
Ormai è quello che considero il mio balsamo labbra. È molto denso, corposo, quasi "ceroso" (avrà senso detta così? Forse no) motivo per cui ne basta davvero poco per avere risultati. Impiega moltissimo per assorbirsi - lo applico alla sera e la mattina lo trovo ancora metà lì - e per questo lo uso sempre e solo la notte. Ho provato ad utilizzarlo di giorno sotto ai rossetti ma per me è troppo denso e mi fa sbavare persino i matte super secchi come Ruby Woo di Mac, che altrimenti mi resterebbero saldi senza sbavare anche sotto una tormenta di neve, probabilmente.
  • Lo ricompro? Sì, l'ho già ricomprato! La sera mi aiuta a nutrire le labbra meglio di qualunque altro stick, incluso il mio amato burrocacao al karité de I Provenzali.

MAC Face&Body foundation
Con questo in un certo senso sto barando: non era totalmente finito ma ho dovuto gettare (sigh) ciò che ne rimaneva perché irrimediabilmente scaduto. Il Face&Body è un fondotinta a base d'acqua che è molto più delicato rispetto agli altri per durata della vita e richiede alcune accortezze: ad esempio, soffre il caldo e più ve ne sta a contatto, meno longevo sarà, quindi con 40º è preferibile conservalo nel frigo (non è una battuta). A conti fatti il mio è durato più di due anni, lasso di tempo in cui ho consumato metà bottigliona da 120ml. Dopodiché le sue componenti si sono separate in malo modo e ha cambiato odore, segno che era ormai pronto per finire nel cassetto del "back to Mac" (se avete confezioni finite di prodotti Mac non gettatele! Se ne riconsegnate 6 in negozio potete portarvi a casa un rossetto gratis - non valgono però le confezioni delle travel size).
  • Lo ricompro? Sì, l'ho giò ricomprato ma stavolta nel formato più piccolo da 30ml. Il Face&Body è un fondotinta che di solito o si ama o si odia, ed io appartengo al primo gruppo. Già il fatto che l'abbia riacquistato è indicativo, visto che non mi capitava di riprendere lo stesso fondotinta da anni. Dona un effetto di pelle naturalissima ma perfezionata, non mi evidenzia nessuna area disidratata e mi dura anche in estate con 40°C.
    Qui lo si vede all'opera con due strati ed un passata di cipria colorata Careblend di Mac.

NARS Larger than life volumizing mascara
Ho sempre pensato che non valesse la pena spendere molti soldi per il mascara, dato che ormai ne esistono delle versioni low cost che svolgono un ottimo lavoro, a volte persino migliore della controparte esosa.
Ma questo era prima di provare il Nars.
Le mie ciglia sono corte e rade e col passare degli anni ho dovuto arrendermi all'evidenza: il mascara per me era un passaggio inutile perché il miglior effetto che potessi ottenere non era mai nemmeno decente rispetto alle ciglia della donna media.
Si dice che il mascara vada sempre usato anche quando si tira una riga di eyeliner nero come il carbone ma, per rendere l'idea, nel mio caso metterlo o non metterlo assieme all'eye-liner è la stessa identica cosa: le mie ciglia restano comunque invisibili. Poi però ho scoperto il piegaciglia ovvero l'unico metodo con cui anche le mie ciglia si riescono a scorgere: pur essendo corte, la piega fa in modo che sporgano in altezza oltre il bordo della palpebra creando quindi l'illusione ottica di ciglia, non dico lunghe, ma quantomeno normali. Il problema è che il 99% dei mascara me le appesantisce e smonta tutta la curvatura (ah i grandi problemi dell'umanità), tranne questo. La formula è leggera, mantiene la curvatura delle ciglia per tutto il giorno, aiuta a separarle senza incollarle e non fa grumi.
A discapito del nome, non lo trovo un granché volumizzante né drammatico, motivo per cui non mi sento di consigliarlo a tutti (rispetto anche solo all'I Love Extreme di Essence l'effetto volumizzante del Nars è nulla) ma per le mie esigenze particolari è forse il miglior mascara provato.
  • Lo ricompro? Vorrei! Purtroppo però Sephora ed il fato non sembrano dello stesso avviso. L'avevo ordinato online approfittando di uno sconto, ma mi è stato spedito il mascara sbagliato: la versione allungante, che ha tutto un altro scovolino e che non mi interessa particolarmente (anche perché vista la cifra preferisco andare sul sicuro). L'ho quindi rispedito indietro a Sephora, spiegando l'errore, e mi hanno inviato il mascara sostitutivo. Che però, ancora una volta, è stata la versione allungante e non quella volumizzante. Devono essere stati invertiti i codici prodotto dei due mascara e per non rischiare di incappare di nuovo in tutta questa trafila di poste e pacchi, ho desistito. Ma prima o poi lo riacquisterò, verosimilmente quando avrò possibilità di passare fisicamente da Sephora durante un 20% di sconto.

Lancome Artliner 
Quanto l'ho usato e quanto mi è piaciuto. Per me è l'eyeliner liquido più facile da usare (l'ho già detto solo altre dieci volte che con lui sono riuscita a mettermi l'eyeliner anche in aereo?). 
Il pennellino flessibile al punto giusto e non troppo sottile agevola molto la stesura rispetto agli altri eyeliner liquidi con la punta sottilissima e permette di prendere confidenza col prodotto, oltre che di affinare la tecnica - è questione di preferenza personale, ma dopo più di un anno con l'Artline ho scoperto di trovare (ora) più facile l'applicazione di un eyeliner liquido qualsiasi piuttosto che di uno in gel.
Non sarà matte, non sarà nero come il carbone, ma era comunque un nero intenso, pieno, pigmentato ed omogeneo alla prima passata. E molto duraturo, sia nel breve che nel lungo periodo.
Nonostante l'abbia utilizzato moltissimo tempo, di per sé scrive ancora abbastanza. Il problema è che dà segni di cedimento nella pigmentazione e nel risultato non più omogeneo.
  • Lo ricompro? Costa e parecchio (33€ in Italia ma sui 25€ in UK) per essere "solo" un eyeliner, ma considerando quanto mi sono trovata bene, quanto mi è durato, quanto io sfrutti l'eyeliner e quanto tenda ad aprire un solo eyeliner liquido (se costoso) per volta, sì, lo ricomprerei. Se non fosse che Lancome...pare averlo cambiato: da Sephora non vedo più disponibile questa versione. Non so come sia la formula ma hanno cambiato la confezione e, cosa più importante, l'applicatore, che ora è come uno dei moltissimi altri in feltro e a punta. Lancome perchéé.

Mancherebbero all'appello dei prodotti per capelli: tipo questo shampoo volumizzante TIGI che mi è piaciuto e potrei riacquistare in futuro ed il balsamo TIGI per capelli mossi che invece non ha fatto miracoli e non ricomprerò.
Ma questo è ciò che accade quando non metti un bigliettino "non gettare, foto mancanti" su un sacchetto contenente solo confezioni vuote pronte per il cestino.


* * * * *

Questa era buona parte dei preferiti più (o meno) recenti.
Ah, che soddisfazione. Ora posso procedere col riempire i contenitori della differenziata (e con nuovi acquisti, err).
Ma c'è qualche prodotto che vi è famigliare ed usate anche voi?


*Asos Affiliated Link

19 comments:

  1. Il face&Body lo voglioprovare anche io!!!!!!! Prima o poi riuscirò a passare in uno store mac x trovare la tonalità giusta per me????????

    ReplyDelete
    Replies
    1. Quando riuscirai a passare, ti consiglierei anche di chiederne un sample in modo da poterlo provare con calma e per più giorni.
      Io lo adoro però è un fondotinta che va testato prima dell'acquisto (cosa che io non feci a suo tempo ma errrr, vabbè, mi è andata bene).

      Delete
  2. La maschera di Antipodes mi incuriosisce nonostante il prezzo, aspetto la review :)

    ReplyDelete
    Replies
    1. È un buon prodotto e secondo me, con tutto il tempo che si riesce a farla durare (letteralmente decine di applicazioni), il prezzo viene almeno un po' ammortizzato.

      Delete
  3. Il face e body per la mia pelle non va bene... Peccato, perché sembra proprio un ottimo prodotto. Ho ripiegato sulle bb (o cc?) cream. Mi piace molto quella maschera tuttofare di Antipodes....

    ReplyDelete
    Replies
    1. Purtroppo essendo un fondotinta abbastanza particolare subentra molto la soggettività, più che non con altri fondotinta più "standard" a mio avviso. Hai preso le bb/cc cream sempre Mac?

      Delete
    2. Ho preso la CC cream della Clinique perché quella Mac non mi sembrava adatta. mi trovo bene ma devo ancora testarla col gran caldo (ecco anche perché il face &body mi attirava)!

      Delete
  4. Aaaallora da dove inizio! Anche a me i prodotti di ThisWorks non mi hanno incantata: insomma sono carini ma niente di trascendentale! A seguire, vorrei tanto provare il take it off della Clinique, ma ogni volta mi frena il prezzo, vero è che se dura una vita, ho il tempo di ammortizzare la spesa! Ti faccio gli applaudi per tutte le cose che sei riuscita a terminare, come del resto me li sono fatti a me stessa per la marea di cose che ho finito e buttato negli appositi contenitori!
    Buona giornata :)

    ReplyDelete
    Replies
    1. Comprendo quanto dici su This Works, la penso nello stesso modo.
      Se ti scoccia spendere per il Take the day off una validissima alternativa è il balsamo solido alla camomilla di The Body Shop: contiene meno prodotto però costa anche meno e strucca altrettanto egregiamente!
      Ti ringrazio, buona giornata anche a te :)

      Delete
  5. Ancheil ho il F&B e non sapevo di doverlo tenere in frigo! Soprattutto perchè se d'estate mi abbronzo nemmeno lo uso,. a giugno provvederò!
    Mi incuriosisce lo shampoo volumizzante tigi e in generale tutti i prodotti Tigi per capelli!
    La maschera antipodes e il reve de miel li adoro anche io!

    ReplyDelete
    Replies
    1. Se non proprio in frigo, è meglio lasciarlo comunque in un posto tendenzialmente fresco e non umido: avevo letto recensioni di ragazze texane che giuravano che il F&B era durato poche settimane prima di alterarsi, a causa del loro caldo estivo.
      Nel dubbio, vai di frigo!

      Delete
  6. Sono tanto curiosa di provare la crema Antipodes e il mascara di Nars, due prodotti di cui ho sentito parlare tantissimo e non ho mai testato.
    Sono in dubbio con il Face & Body, vorrei utilizzarlo per l'estate ma la consistenza mi spaventa un po' (ma forse devo solo abituarmici).
    Da quando invece ho scoperto Ren (io ho la maschera della linea Clarimatte e la crema giorno della Clearcalm) non riesco più a vedere nessun altro brand per la skincare, quanto è grave dottore?

    ReplyDelete
    Replies
    1. Il F&B è molto strano e all'inizio a me è servito un po' per "comprenderlo". O si ama o si odia, quindi nel dubbio è meglio provarne prima un sample! (cosa che io non ho fatto ma vabbè)
      Il dottore conferma che la dipendenza per REN è normale, nulla di preoccupante. lol

      Delete
  7. La maschera di Antipodes mi chiama a gran voce.. per il face & body non so, ho paura che la mia pellaccia abbia qualche imperfezione di troppo :(

    ReplyDelete
    Replies
    1. Se hai imperfezioni che preferisci coprire con un fondotinta anziché a spot con un correttore, effettivamente il F&B non te lo consiglierei, è modulabile e stratificabile ma oserei dire che arriva massimo ad una coprenza media:(

      Delete
  8. Io voglio provare il Clinique Take the Day Off, anche la versione Balm...solo che ogni volta finisco lo struccante nei momenti meno consoni e devo correre immediatamente ai ripari.

    ReplyDelete
  9. In comune abbiamo ovviamente il mascara NARS, che rimane tutt'ora il mio preferito - anche se sto provando il False lash effect WP di Max Factor e non è affatto male, anche se è un po' più rigido e difficile da togliere del Larger than life -. Il Take the day off balm è un vecchio amore. Quando ho iniziato a fare seriamente con la mia skincare routine credo di averne usati 3-4 barattoli di fila e mi piacerebbe provarlo di nuovo a distanza di anni, anche se quello di The Body Shop è ugualmente magnifico.
    I miei F&B vivono nel frigo tutto l'anno, insieme ai correttori ed alle palette di rossetti. Non si sa mai ;) Hanno il loro tupperware e persino papà non ci fa più caso XD
    Il cleansing milk di REN è un'altra ossessione. Sto finendo un cleanser mediocre che ho iniziato mentre aspettavo che il pacchettino di Cult beauty arrivasse, ma non vedo l'ora di iniziare la mia quarta bottiglia. E' semplicemente perfetto per lavare il viso la mattina. Lo amo <3

    ReplyDelete
    Replies
    1. B. se dovessi mai trovare un sostituto economico di quel mascara lancia dei segnali di fumo, uno squillo, un gufo, qualcosa ;)
      Il balsamo solido di The Body Shop è proprio quello che sto usando attualmente al posto del Take the day off e mi ci trovo altrettanto splendidamente, tanto che credo di riacquistarlo.
      (In quanto a REN sto stalkerando Cloud10beauty in attesa di un codice sconto per fare incetta dell'Hydraclam e del 3 clay cleanser. Aww)

      Delete