19 April, 2015

Laura Mercier golden honey musk | Lazy Sunday

Laura Mercier golden honey musk

Primo post della serie Lazy Sunday, di cui trovate i dettagli qui. Non ci sarà un post ogni domenica, ma l'idea è quella di pubblicare in questo giorno eventuali post sui prodotti per il corpo-doccia-bagno.
Il calcio d'inizio ho pensato di darlo con due cose che non sono semplicissime da reperire (perché ci fai questo, Laura Mercier?) ma che si sono rivelate tra le mie preferite in assoluto.

Laura Mercier golden honey musk

Non avevo mai sentito parlare di questa fragranza Laura Mercier prima di avvistare questo duo tra i saldi su SpaceNK lo scorso inverno. Il prezzo non era altissimo perché dimezzato rispetto a quello di listino - già di per sé conveniente rispetto alle full size singole - e la descrizione suonava invitante, tanto che sono finita con l'aggiungerlo al carrello ed acquistarlo alla cieca (non esattamente alla cieca, ma non mi viene in mente un corrispettivo a livello olfattivo, ecco).
Ho incrociato le dita restando fiduciosa e pensando che difficilmente le profumazioni Laura Mercier creano delusioni (anche se mi è successo una volta, ma questo sarà materiale per un altro post) e, col senno di poi, mi è andata così bene che ne avrei potute acquistare due confezioni.

Golden Honey Musk infatti è un odore esclusivo di questo duo e della candela abbinata che, per il momento, Laura Mercier non sembra voler introdurre nella linea permanente - male male Laura, ripensaci!
Ripensaci perché questa, assieme ad Ambre Vanille, è la profumazione più inebriante e paradisiaca di tutta la linea (oh vabè, a mio avviso). E dico proprio inebriante e proprio paradisiaca.
Sapete che non uso aggettivi simili o superlativi assoluti a caso o tanto per, ma per questi prodotti non posso farne a meno.

Laura Mercier golden honey musk

Golden Honey Musk ha quasi la complessità di un profumo vero e proprio, con un insieme di note diverse che si uniscono per creare una composizione molto particolare per dei prodotti corpo: ha un sapore di miele che non ci si aspetta, assieme ad un'intensità ed una durata non indifferenti.
Se amate le profumazioni deboli e delicate e sopportate poco le creme molto profumate, questi prodotti difficilmente faranno al caso vostro perché sono anzi intensi ed ostinati. Quando li utilizzo mi assicuro di non voler utilizzare altri profumi prima di uscire perché Golden Honey Musk gli ruberebbe la scena o andrebbe a mescolarvisi - non amo sovrapporre profumi diversi.

La descrizione ufficiale è quella di
"una fragranza ispirata alla dolcezza del miele dei mercati in Provenza. Si fonda sull'essenza della cera d'api questa delicata sfumatura floreale, scaldata dall'ambra, dal sandalo e dal muschio".
Non sono una grande amante del profumo del miele poiché spesso lo trovo dolce, stucchevole e dalla riuscita troppo artificiale in questo genere di prodotti per il corpo.
Dall'altra parte non mi ritengo neppure una fan degli aromi orientaleggianti (anzi!) come l'ambra e il sandalo, quindi sulla carta questa fragranza non dovrebbe essere nelle mie corde. Invece, nella pratica, la dolcezza del miele stemperata dall'ambra e dal muschio ne fa un profumo meraviglioso.
Sulla pelle all'inizio si sente il miele, che non appare troppo artificiale né stucchevolmente dolce, ma in fretta prendono il sopravvento il muschio e l'ambra. Che a loro volta non risultano troppo speziati ed esotici (not a fan!) grazie alla presenza del miele.
Sembra assurdo scrivere tutto questo poema per l'odore di due prodotti per il bagno ma quando dicevo che ha quasi la complessità di un profumo reale non stavo scherzando.
Il risultato è una fragranza un po' dolce, un po' speziata, dove si sentono (o almeno per me è così) il muschio e l'ambra ancor più del miele. Non è artificiale, non sa del classico dolce che ci si aspetta né di una comune crema corpo: se qualcuno lo scambiasse per l'odore di un eau de parfum anziché di una crema, non mi stupirei.

Laura Mercier golden honey musk

Il duo è composto da un prodotto per la vasca da bagno (o da utilizzare al posto del bagnoschiuma se avete solo la doccia!) ed una delle creme corpo Laura Mercier sottoforma di body soufflé.

Honey Bath
Laura Mercier Honey bath golden musk
Laura Mercier Honey bath golden musk

È un prodotto che Laura Mercier produce declinato nelle varie fragranze ma questo è il primo che provo.
Non ho idea se anche negli altri aromi la qualità sia la medesima, ma l'Honey Bath Golden Honey Musk è una cosa che lévamose (alti tecnicismi).
La profumazione è quella descritta finora, con l'eccezione che non varia durante il tempo ma si apre direttamente con un mix splendidamente bilanciato di dolcezza, muschio ed ambra. La consistenza rasenta davvero quella del miele nei barattoli e la confezione, con quello spargimiele, è il tocco in più che aiuta a dare un'idea di prodotto (esoso) per quei momenti in cui si chiude il mondo fuori dal bagno e si decide di trattarsi (più che) bene.
Questi prodotti per la vasca preferisco sempre versarli all'inizio, in modo che il getto d'acqua favorisca la formazione delle bolle, ma con l'Honey Bath non c'è da aspettarsi un mega di strato di schiuma come quello che creano gli spumanti di Lush, se avete presente il genere.
Con questo le bolle non straborderanno dalla vasca ma in compenso saranno durature.
La sua ragion d'essere principale però, per me resta quella di profumare l'acqua e la pelle - e tutto il bagno anche per ore e ore, avviso.

Laura Mercier Honey bath golden musk


Soufflé Body Crème
Laura Mercier golden honey souffle

Il mio step preferito di tutta questa faccenda di bagni e docce: la crema corpo.
Quelle di Laura Mercier vengono chiamate body soufflé e non a caso, vista la loro consistenza soffice e morbida. È fissa e non si muove se ruotate il barattolo, ma al contempo si spalma piacevolmente senza fare attrito e senza avere la corposità di un burro, né tantomeno la pesantezza.
Si assorbono in fretta senza essere pesanti e lasciano la pelle morbida e, per quanto sembri impossibile, anche discretamente idratata fino al giorno seguente.
La profumazione di Golden Honey Musk rimane sulla pelle per quasi l'intera giornata o, se come me lo si applica prima di andare a letto, la notte seguente il pigiama avrà ancora una scia di miele, muschio e ambra.


* * * * *

Cosa, dove, quando, a quanto?
Il duo Golden Honey Musk di Laura Mercier comprende un barattolo di Honey Bath e uno di Body Soufflé, entrambi da 170g. Non sono full size - quelle racchiudono 300g - ma non sono nemmeno disponibili sfusi in questa taglia. Questo duo è uscito con la collezione invernale ma visto che i prodotti corpo Laura Mercier non sono gettonatissimi credo che ci siano buone possibilità di trovarlo ancora disponibili ai vari corner Coin o nel negozio di Stefano Saccani. Il prezzo di listino è di 35£ o 50$ e se da SpaceNK è esaurito, si trova invece ancora sul sito ufficiale Laura Mercier o qui su ebay.

* * * * *

Laura Mercier Honey bath golden musk

Li adoro.
Adoro soprattutto la crema ma a causa del profumo meraviglioso e originale (per questo genere di prodotto) adoro anche il miele da bagno. Li sto centellinando e spero che Laura Mercier decida di introdurre questa profumazione tra la linea permanente, in full size, coi prodotti sfusi e la renda di più facile reperibilità.
Sono prodotti molto costosi e questo non lo posso negare. Tra l'altro è anche un po' complesso parlare di un soufflé corpo e di un bagnoschiuma per la vasca da più di 40€ perché la domanda più lecita nonché la prima che viene in mente credo che sia "ma perché?".
Eppure questo è uno dei rari casi dove, secondo me, i prodotti valgono e possono valere anche il prezzo (a tal proposito consiglio di tenerli d'occhio nei periodi dei saldi e sotto le feste, quando escono molti set convenienti).
Magari non varrebbero la cifra esosissima di un barattolone da 300g, ma il set in sé vale la pena se si cerca un qualcosa che non sia da usare tutti i giorni ma da dedicare a momenti di relax premio in cui trattarsi meglio del solito.
ça va sans dire, non sono prodotti pensati per chi ricerca un idratazione supersonica, una crema adatta a particolari esigenze ed un inci di tutto rispetto, ma li trovo comunque di qualità, se per qualità prendiamo l'aspetto della profumazione, delle consistenze e dell'esperienza da SPA casalinga (ah ed anche il fatto di poter risparmiare sulla boccetta di profumo).

Se vi capita di imbattervi in questo duo durante un giro di perlustrazione da Coin, il mio consiglio è di dargli decisamente un'occhiata. Mi rendo conto di contraddire ciò che avevo detto in questo post, ovvero "scappate e non provatelo perché crea dipendenza", ma ci sono rischi che vanno corsi. Ed innamorarsi di questo profumo è uno di questi. Sì.
(Per limitare i danni, vi consiglio di far finta di nulla e di non considerare l'esistenza di tutte le altre profumazioni gourmet di Laura Mercier, specialmente Ambre Vanille e Fresh Fig, alla larga anche da loro).


Laura Mercier golden honey musk

18 comments:

  1. Nonostante non ami particolarmente fare il bagno, devo dire che mi è venuta un'insana voglia non solo di annusare questi prodotti, ma anche di utilizzarli, perché, da ciò che dici, sembrano davvero meravigliosi.

    ReplyDelete
    Replies
    1. Purtroppo lo sono!
      Prima di scoprire Lush e prodotti come questi il bagno lo facevo molto di rado, ma queste cose danno una scusa in più.

      Delete
  2. Ammetto di possedere la vasca da bagno ma di usufruirne poco purtroppo, forse perché so bene che se iniziassi ad usarla assiduamente andrei in rovina per prodotti come ballistiche, bombe da bagno LUSH e sicuramente anche questi citati da te. T_T
    Nemmeno io amo troppo l'odore del miele, sono più per aromi vanigliati o simil cocco, argan etc. però da come hai descritto il profumo vien voglia di provarli tutti. Trovo adorabile il fatto di chiamare la crema corpo "sufflé" *__*

    ReplyDelete
    Replies
    1. Non posso negarlo, anche quello di Lush è un tunnel che non so se consigliare o meno (per il portafoglio; per il resto invece è approvatissimo)

      Delete
  3. Ti confesso che, per quanto il profumo sembri inebriante, e la crema soufflé sia oltremodo ghiotta, non spenderei mai quella cifra per due prodotti da bagno per me. Però per un regalo sì!

    ReplyDelete
    Replies
    1. Eh è sempre così! :D
      Tanto che i prodotti di Laura Mercier la prima volta li ho provati proprio grazie ad una confezione regalo, che doveva essere regalata ma che alla fine è rimasta lì per vari motivi.

      Delete
  4. Io amo la fragranza al miele... in particolare nei bagnoschiuma *_* .. mi ispirano tantissimo entrambi!

    ReplyDelete
    Replies
    1. Non so se lo producano ancora, ma Lush ne aveva uno buonissimo (ne sono innamorata persino io che in genere non amo questo tipo di fragranza) che in inglese si chiamava "Never be too busy to be beautiful". Se esiste ancora, te lo consiglio:)

      Delete
  5. Quanto ispirano questi prodotti! Fantastici! *_* Adoro le tue foto, sono perfette!

    ReplyDelete
    Replies
    1. Grazie mille, Lucia!
      Stavolta non mi convincevano molto, ma mi fa piacere sapere d'essere io quella ipercritica

      Delete
  6. Io adoro il fico, e mi incuriosisce la verbena, ma ammetto che il prezzo mi frena molto...

    ReplyDelete
    Replies
    1. Quello alla verbena incuriosisce molto anche me.
      Non passo dal corner da mesi ma, se mi capita, devo ricordarmi di dargli un'occhiata (e aspettare poi i saldi...)

      Delete
  7. Credo che questa serie di post mi piacerà molto, io amo i prodotti da bagno e da doccia e amo concedermi un bagno caldo ogni tanto, magari quando il mondo mi crolla addosso e voglio ribellarmi alla tristezza, per pensare e per coccolarmi un po'.
    La profumazione che preferisco di Laura Mercier è Fresh Fig, al secondo posto metto Ambre Vanille. Quando passo davanti ad un corner Laura Mercier vorrei portarmi a casa ogni cosa, è il portafogli che mi frena ma non posso che concordare con te sul fatto che ne vale la pena, l'esperienza sensoriale è unica.
    :*

    ReplyDelete
  8. Credo che questa serie di post mi piacerà molto, io amo i prodotti da bagno e da doccia e amo concedermi un bagno caldo ogni tanto, magari quando il mondo mi crolla addosso e voglio ribellarmi alla tristezza, per pensare e per coccolarmi un po'.
    La profumazione che preferisco di Laura Mercier è Fresh Fig, al secondo posto metto Ambre Vanille. Quando passo davanti ad un corner Laura Mercier vorrei portarmi a casa ogni cosa, è il portafogli che mi frena ma non posso che concordare con te sul fatto che ne vale la pena, l'esperienza sensoriale è unica.
    :*

    ReplyDelete
    Replies
    1. Se ne parla sempre molto poco di questa tipologia di prodotti - anche se tu sei una delle poche che lo fa:)
      Tra Fresh Fig e Ambre Vanille è una dura lotta, non saprei bene quale mettere prima e credo che nel mio caso dipenda dai giorni (con le profumazioni vado molto a giornate, per quanto sembri strano) :*

      Delete
  9. Qualcosa o qualcuno dentro di me sperava con tutto il cuore che iniziassi proprio con i prodotti Laura Mercier e dopo che finalmente ne ho letto una recensione approfondita non sto più nella pelle nel poterne provare uno!
    Come hai anche suggerito tu, questi tipi di prodotti sono, secondo me, delle chicche, delle piccolezze che almeno ogni tanto servono nella vita, e che saltuariamente un acquisto del genere è assolutamente giustificato (se dico "non così tanto saltuariamente" divento una persona terribile?).
    Adesso mi è praticamente partita la fissa di provarne tutte le profumazioni (neanche fossero Yankee Candles) e annegare nei meravigliosi odori che emanano.
    Deliri a parte, mi piace molto questo tipo di post, penso sia stata davvero un'ottima idea :*

    Giulia

    ReplyDelete
  10. Che meraviglia i prodotti Laura Mercier per il corpo e il bagno, prima o poi ne prenderò uno... anche se non so ancora quale!

    ReplyDelete
  11. Li ho annusati domenica e mi hanno conquistato. Ma, avendo ancora gli aquolina da smaltire, non ho ceduto. Laura mercier è nei miei sogni proibiti soprattutto per i correttori, prima o poi farò la follia.

    ReplyDelete