06 March, 2015

Monthly favorites: February 2015


Nuovo appuntamento coi preferiti del mese e stavolta, strano ma vero, siamo in orario anziché in ritardo a metà mese come al solito (quindi non temete, nonostante sia marzo, probabilmente nevicherà).

Armani Luminous Silk foundation nº2
Ormai ho questo fondotinta da un anno o poco meno e, nonostante ne avessi sentito parlare molto bene, all'inizio non lo capivo: un bell'effetto, certo, ma non c'era feeling tra noi. La scintilla con Armani Luminous Silk (46€) s'è accesa solo dopo parecchio tempo ed ora mi ritrovo a tanto così dall'inserirlo tra i migliori fondotinta luminosi e dalla coprenza leggera che abbia mai provato. L'effetto è radioso ma nella giusta quantità (non lucido!), la coprenza è medio-bassa ma efficace e l'effetto è estremamente naturale: perfeziona la pelle in modo credibile e anche da vicino sembra quasi di non indossare fondotinta. 
The icing on the cake: è tra le basi più adatte alla mia pelle (secca) in inverno ed evita di enfatizzare le zone più aride ancor meglio del Bourjois Healthy Mix Serum.
Lo sto amando molto soprattutto per le uscite quotidiane, dove mi piace essere presentabile per il mondo esterno ma al contempo voglio che il mio non sembri un restauro troppo studiato. Insomma la sto facendo lunga e poetica per dire che: quando passi ore seduta con persone a 50cm, un fondotinta dall'effetto naturale per me vince sempre.
L'unica pecca, prezzo a parte, è il colore, che è adatto ma potrebbe essere ancor più perfetto, ovvero un po' meno neutro e più giallo secondo i miei gusti: suppongo che il n°3 sarebbe meglio ma purtroppo non sembra essere commercializzato in Italia (Giorgio, tu quoque, nonostante siamo nella tua terra natia!).
nota a margine: la boccetta nella foto è più piccola (18ml) rispetto a quella regolare (30ml) perché si tratta di un tester (ah!)(ma non l'ho rubato dall'espositore).



Omorovicza thermal cleansing balm
Questo balsamo detergente è la trasposizione cosmetica di quei capi costosi che provi tanto per fare, solo per sfizio, con la consapevolezza che resteranno in negozio ma lo fai comunque perché "Così vedo che non sono nulla di che". Ti illudi. Perché poi, neanche a dirlo, scopri di volerli più di prima (l'ultima volta mi è successo in un outlet con un paio di stivaletti Givenchy. Mannaggia Riccardo Tisci ai tuoi 300€ prezzo outlet). Ma sto divagando. Dicevo, vorrei che questo Thermal Cleansing balm Omorovicza (60€) non mi piacesse, visto il costo non indifferente (quella in foto è solo una mini taglia però), ma la verità è che lo sto apprezzando davvero molto, soprattutto le sere in cui la pelle è più arida del solito. Contiene infatti olio di jojoba e olio di mandorle ma anche una percentuale di fango (termale ungherese, e vabbè) per detergere. Quindi mi aiuta a sciogliere eventuali ultimi residui di trucco, scampati al balsamo The Body Shop che uso come primo step, ma nello stesso tempo deterge e nutre un po'.
La sensazione che mi lascia è di pelle pulita ma al contempo morbida, nutrita, elastica. Spero di cambiare idea quando arriverò alla fine della confezione di prova perché è vero che ne basta una quantità infinitesimale e che la full size da 50ml probabilmente mi durerebbe un anno intero, ma è comunque una spesa non indifferente e, per ammortizzarla, dovrei essere certa di non acquistare nessun altro detergente viso per i 365 giorni seguenti.



Hourglass Ambient Lighting powder in Diffused Light
Una cipria che non ha più bisogno di presentazioni. Forse nemmeno di review, ma non ho ancora abbandonato l'idea di scriverne una (questo lo dico da mesi però...).
Più passa il tempo, più l'apprezzo e sicuramente mi piace tre volte di più ora rispetto agli inizi.
Illumina nel modo giusto, senza essere invadente né artificiale e senza contenere shimmer ovvi e molesti (sto guardando te, cipria di Guerlain...). È come l'effetto di una di quelle maschere viso ravvivanti, ma che si può applicare in qualunque momento e sopra al fondotinta. In più, aiuta a migliorare otticamente la texture della pelle e la fa sembrare più levigata, perfezionata, ma sempre all'interno di un effetto naturale e decisamente credibile. Tanti cuori per l'Hourglass Ambient Lighting (50€).

Mulac Bambi blush 
Ultimamente la mia routine non mi lascia molto tempo per pensare e realizzare il makeup e quindi mi sto dirigendo su prodotti dall'effetto naturale (come sopra) e da colori facili che possano essere sfruttati per le occasioni più disparate, senza pensare ad abbinamenti, applicazioni e crucci vari.
Per variare dal mio amato blush Pink Cult di Mac, ho voluto buttarmi su un acquisto Mulac: dalle anteprime Bambi (12,90€) sembrava quel colore di blush che per me producono sempre troppo poco spesso e in pochi marchi, che cercavo da un po' e che, utilizzando enormi tecnicismi, definirei easy. Quei blush che puoi mettere (quasi) senza specchio, col primo pennello che capita in mano, anche di corsa sulle scale di casa mentre si sta uscendo e che sta bene con tutto, in qualunque occasione. E che piuttosto di "bel blush, qual è?" ricrea l'effetto naturale da "bel colorito stamattina".
Se Pink Cult corrisponde ad ogni punto di questa descrizione virando al rosa, Mulac corrisponde ad ogni punto virando al caldo e praticamente non ho usato altro blush da quando mi è arrivato.
Anche la texture non è affatto male: è modulabile, sottile, non la definirei nemmeno polverosa e si sfuma senza grandi problemi. Non è il più longevo, non arriva intatto dopo 10h e andrebbe ritoccato a metà giornata, ma glielo perdono per tutto ciò che è stato detto prima.
nota a margine: il colore più reale è quello della prima foto.



Charlotte Tilbury matte revolution lipstick in Bond Girl 
Finalmente posso inserirlo ufficialmente nei preferiti. L'avrei voluto citare già a dicembre...se fossi riuscita a scrivere un post di Monthly Favorites, s'intende.
Mac Mehr ha ora un rivale che gli tiene testa. Con questo non intendo dire che siano simili, non lo sono affatto, ma che c'è un nuovo rossetto facile, da ogni occasione e con una formula eccelsa con cui alternarlo. Bond Girl (27,60€) per molte persone potrebbe essere uno di quei colori my lips but better e probabilmente lo sarebbe anche per me, se le mie labbra non fossero color #FFFFFF in Photoshop. Quindi quello che fa su di me è ricreare un effetto di labbra colorate, naturali e definite.
Se fossimo negli anni '60 probabilmente ci starebbe bene lo slogan "è chic e non impegna".
Bond Girl non è marrone, non è rosa, non è rosso e Charlotte Tilbury lo descrive come un "chic natural berry". In realtà è un po' troppo caldo per essere ciò che considero berry ed è forse più simile al colore delle rose essiccate, ma tant'è. Sulla formula vorrei parlarne in un post dedicato visto che, senza mezze misure, la ritengo la formula matte migliore che ci sia attualmente in commercio. Oh, sicuramente non le ho provate tutte, ma tra le molte che ho provato, hands down, vince Charlotte.

MAC Soar lip liner
Di nuovo lei, sempre lei, MAC Soar (15,20€).
Perfetta abbinata anche al rossetto di cui sopra.



L'Erbolario crema Accordo Viola
In realtà non uso praticamente mai la crema mani perché, per qualche strano motivo, ne ho raramente bisogno ed è altrettanto raro che io ne acquisti una.
Quindi, che ci fa un prodotto simile qua sopra.
È stato un regalo di Natale che sto utilizzando come crema corpo, centellinandola.
Ma il motivo della sua presenza non è tanto la sua qualità, quanto il profumo. E dico p r o f u m o.
Sono certa che moltissime storceranno il naso e spero siate già sedute e vi teniate ben salde prima di leggere la riga seguente, perché quello che mi ha subito ricordato questa crema Accordo Viola (10€) è il profumo delle perle di Guerlain.
Eh, lo so, una miriade di persone lo detesta ma - coming out - io sono tra quelle che lo adora e lo trova paradisiaco.


* * * *

Questi erano i preferiti di febbraio e 3...2...1 alla domanda di rito:
ne condividiamo qualcuno? Ne avete provato qualcuno? Fate parte anche voi delle fan del profumo delle Meteorites di Guerlain o l'istinto che prevale è quello di chiuderle in un tupperware ermetico e riporlo in soffitta?

36 comments:

  1. oramai sono assufatta ai rossetti della Tilbury, ne ho 3 e sono i colori e le texture più perfette che abbia mai provato ! (Bong Girl se la batte con Walk of Shame per me ♥)

    ReplyDelete
    Replies
    1. Ne ho presi anch'io 3 nel tempo, ma tra questi non c'è Walk of Shame, che si è conteso il posto nel carrello con Bond Girl. Come ti sembra il colore rispetto a quest'ultimo?

      Delete
  2. Avevo provato un samplel della crema corpo e mani Accordo Viola e concordo con te.. il profumo è divino! *_*
    Strano ma vero mi ispira il blush di Mulac, pur non rientrando nei miei colori soliti :D

    ReplyDelete
    Replies
    1. Qua la mano!
      Continuo a ripetermi che ho troppe creme corpo da smaltire per giustificare l'acquisto di quella Accordo Viola, ma la tentazione - neanche a dirlo - c'è.

      Delete
  3. Sono ormai quindici minuti che fisso attonita lo schermo del cellulare e provo nei tuoi confronti un'invidia pura, totale, smisurata.
    Cioè...TU HAI SOAR!

    ReplyDelete
    Replies
    1. This comment has been removed by the author.

      Delete
    2. Oddio sì, l'avevo presa in negozio verso...novembre? Ottobre?
      È diventata difficile da trovare come accadde alla Whirl in autunno per la storia di Kylie Jenner?
      *faccia perplessa*

      Delete
  4. Ok, ormai sono diventata dipendere dei tuoi post! Sei fantastica!
    ps ogni volta che ti leggo mi fai venir voglia di comprare sempre nuovi prodotti!!

    ReplyDelete
    Replies
    1. Che gran complimento! Non so quanto sia meritato, ma ti ringrazio tantissimo, davvero! Gentilissima :)

      Delete
  5. Ma che meraviglia è quel rossetto di Charlotte Tilbury? *_*

    ReplyDelete
  6. Con "se le mie labbra non fossero color #FFFFFF in Photoshop" mi hai fatta morire! XD quel rossetto è divino e la cipria Hourglass la bramo da un pezzo, prima o poi cederò lo so :P
    baciii

    ReplyDelete
    Replies
    1. :P
      la cipria a mio vedere resta tra le migliori fra quelle illuminanti

      Delete
  7. Oddeo, Ale... sento l'impulso irrefrenabile di volare da MAC (oh, guarda,proprio oggi sono aperti fino alle 21, potrei andarci dopo il lavoro!) e acchiappare Soar!
    E poi tornare a casa e ordinare Bond Girl!
    Ma per quello aspetto di vedere il post dedicato e lo swatch sulle tue labbra *-*
    Tanto nel frattempo ho in mente Mehr..
    MANNAGGIATTÉ!!
    With love
    Fran

    ReplyDelete
    Replies
    1. Tanti cuori per Mehr, Fran (e anche per te!) <3
      Spero di riuscire a fare il post sui rossetti di Charlotte (che confidenza...) entro il 2053

      Delete
  8. Fra tutto questo ben di dio mi ispirano tantissimo la crema mani alla viola, il rossetto Charlotte Tilbury e il blush Mulac. Il balsamo manco lo guardo perchè vorrei evitare di farmelo piacere ^_^

    ReplyDelete
    Replies
    1. Saggia decisione, meglio stare alla larga da quel balsamo...

      Delete
  9. quando parli di ciprie con glitter "invadenti" ti riferisci per caso alla nuova di Guerlain? chiedo perchè l'ho presa poco tempo fa e forse sono l'unica persona sulla faccia della terra che questi glitter non li vede,cerco conferme o insulti va bene tutto.
    ah,come al solito i tuoi post mi fanno venir voglia di sventolare la carta di credito in segno di protesta quindi ora chiudo..sto chiudendo..ok

    ***

    ReplyDelete
    Replies
    1. Da una parte sì, pensavo a quella Guerlain sia nella versione nuova che in perle, ma con riserva.
      Mi spiego meglio perché così sembra un indovinello criptico: ho le perle ma...non mi piacciono. Oserei dire che quasi le detesto :\
      Per me hanno degli shimmer troppo troppo molesti e non rientrano nel tipo di effetto illuminante che mi piace portare, soprattutto di giorno alla luce del sole ma anche di sera sotto qualche faretto artificiale (vabè insomma, quasi sempre). Mi sono però sempre chiesta se fossero tutte così, perché la versione che ho acquistato a suo tempo era un'edizione limitata.
      La versione nuova compatta mi attirava assai (10 punti esclamativi) e riponevo molte aspettative in lei, finché in negozio ho swatchato la n°3. Ora, non so se col pennello cambi rispetto alla badilata che viene prelevata dal dito, ma sulla mano mi sono ritrovata una cascata di shimmer che, per quanto finissimi, non riesco proprio a farmi piacere :(
      Di contro però, non ho potuto provare la n°1, cioè la versione papabile, perché non avevano il tester e non so quindi se anche quella presenta la stessa quantità di shimmer (ai miei occhi) o se è un po' diversa. :)

      Delete
  10. Appena ho visto la foto del Luminous silk ho pensato che avessero di nuovo cambiato il packaging!!! Adoro quel fondotinta,lo uso da anni ed è uno dei miei preferiti di sempre. La colorazione 02 per me è perfetta proprio perchè abbastanza neutra,certo come dici anche tu Re Giorgio potrebbe anche immettere sul mercato italiano le altre tonalità XD Ancora non ho provato i rossetti di CT,ma la linea matte è in cima alla mia wishlist,e questo colore sembra davvero meraviglioso *__*
    Per quanto riguarda il profumo delle Meteorites devo dire che io non ne sono una fan sfegatata,ma nemmeno lo detesto. Lo trovo piacevole,delicato e non mi dispiace affatto:proprio questa mattina ho provato il nuovo fluido/fondotinta Baby Glow che ha la profumazione delle classiche Meteorites in barattolino,e se ti piace tanto questa profumazione ti consiglio di provarlo (tra l'altro l'effetto è molto bello,luminoso e leggero,peccato solo che il colore più chiaro sia molto rosato!) ^__^

    ReplyDelete
    Replies
    1. Re Giorgio dovrebbe davvero inserire anche tutte le altre, perché quando finirò la boccetta non so se me la sentirò di acquistare la full size al suo prezzo, sapendo che il colore va bene ma non è perfetto come dovrebbe essere (almeno per quella cifra). Problemi del sottotono da Simpson...
      I rossetti matte di Charlotte Tilbury te li stra consiglio e a mio avviso sono meglio dell'altro suo finish, che è bello ma nulla di eccezionalmente diverso da altre marche.
      (Grazie del consiglio, a questo punto quando passerò in profumeria darò un'occhiata al Baby Glow giusto per sentire la profumazione!) :)

      Delete
  11. Ho provato la cipria di Hourglass a New York e mi era piaciuta tantissimo, ho rimandato l'acquisto all'ultimo giorno di vacanza, quello teoricamente dedicato allo shopping che poi invece è volato via girovagando tra le strade di Soho. E vabbè.
    Per il resto ho solo sniffato la crema de L'Erbolario (mi hanno regalato un cofanetto in negozio al compleanno con bagnoschiuma e crema corpo) e devo dire che ha davvero un buon profumo.

    ReplyDelete
    Replies
    1. Hai fatto bene secondo me! Se non altro Hourglass la puoi trovare anche qui, le vie di Soho invece... :)

      Delete
  12. Charlotte vince, hai ragione, anche io ho optato per Bond Girl e lo trovo decisamente più virante verso il rosso che il berry, anche se rosso non è... comunque è favoloso.
    Ciao :D

    ReplyDelete
    Replies
    1. Vero? La trovo anch'io un po' strana questa definizione di berry ma tant'è, quel rossetto resta un signor rossetto

      Delete
  13. Sto meditando da un sacco sull'acquisto della cipria Hourlgass, se non fosse per il prezzo sarebbe già mia! Ottimi prodotti comunque, sarei curiosa anche io di provare un blush MULAC :)
    Buon weekend!

    ReplyDelete
    Replies
    1. Non so di che zona sei, ma se capiti per caso a Milano durante uno sconto del 20% di Sephora, in quella del Brian & Barry si può utilizzare lo sconto anche su Hourglass :)

      Delete
  14. Quel balsamo struccante non lo conoscevo ma mi hai già convinta!

    ReplyDelete
    Replies
    1. Nooo fermaa, stanne lontana finché sei in tempo :D

      Delete
  15. fan a rapporto! adoro qualsiasi cosa che sappia di viola o violetta <3 ogni tanto sniffo il balsamo labbra alla violetta di fleur de lune solo per inebriarmi del suo profumo *_* c'è anche un bagnodoccia dei provenzali che non è male! ora penso di aver bisogno di questa crema di erbolario XD
    Il rossetto di CT è splendido <3

    ReplyDelete
  16. Quel fondo Armani *_* E' decisamente nella mia wishlist da anni e credo che presto cederò, tra l'altro abbiamo un tono simile di pelle (NC15 a rapporto?) per cui vado ancora più sicura leggendo la tua opinione :D Così come voglio provare al più presto la cipria Hourglass, anche questa in wishlist da tempo. Aspetto solo di terminare la mia amata D&G e mi butterò a capofitto su di essa ahaha
    Sai che Bond Girl me lo aspettavo più chiaro? Trovo sul web foto sempre più contrastanti e non riesco a decidermi :(

    ReplyDelete
  17. I rossetti Tilbury mi attraggono un sacco, questa tonalità poi (grazie anche alla tua descrizione) sto iniziando a desiderarla sempre di più!

    ReplyDelete
  18. Quel fondotinta Armani mi chiama da tempo, ma sono intestardita sul fatto di finire almeno un fondotinta/bb cream. Hourglass tanto amore, ho acquistato la palette Ambient Lighting perché non sapevo decidermi... Mi piacciono tutte e tre le colorazioni per motivi diversi! Lunghissima wishlist per Charlotte Tilbury ed i suoi rossetti, devo decidermi.

    ReplyDelete
  19. Condividiamo Mac Soar, che è la matita che utilizzo più spesso soprattutto quando vado di fretta appunto perché è dello stesso colore delle mie labbra che ultimamente sono pigmentate a tratti perché la sera ho perso l'abitudine di fare lo scrub. Sono contenta che ti trovi bene col il blush Mulac, ancora devo fare il mio primo acquisto e appunto volevo provare qualcos'altro oltre ai rossetti ;)

    ReplyDelete
  20. Checcarina la mini bottiglia di Luminous silk <3 Io lo amo, ma già lo sai. E' nella top 3 dei miei fondi preferiti di sempre. Anche io vado di 2 anche se l'1 che nemmeno esiste mi farebbe un attimino più comodo. Io lo stendo con il beauty blender oppure con il pennello #1 di Goss per ottenere il massimo dalla coprenza pur mantenendo l'aspetto naturale.
    Soar è sempre tanta roba. E' la Cherry delle matite nude: va con tutto e tutti dovrebbero averla.

    ReplyDelete
  21. Ma quanto è carino quel blush Mulac?! Bambi...già il nome mi piace *-*

    ReplyDelete