06 February, 2015

Brown lipsticks | rambles & swatches

brown lipstick film noir mac salem lime crime wonka
Lime Crime Salem, Mac Film Noir, Mulac Wonka

Il mio affair coi rossetti marroni, come nel migliore dei copioni, è iniziato con disprezzo e incomprensioni.
Se un anno fa mi avessero detto che a quest'ora avrei indossato serenamente queste tonalità non ci avrei creduto: chi porterebbe mai un rossetto marrone? A parte Rihanna o i nostalgici degli anni '90, dico (ed io le scarpe con la zeppa e le meches a chiazze le lascerei dove sono). Anche perché non mi riferisco al nude color biscotto, ma proprio a quei rossetti pieni, intensi, scuri e spiccatamente marroni. Atroci - avrei detto un anno fa.
Invece lo sperimentare col makeup mi ha contraddetta anche questa volta, tanto che se avessi fatto uno di quei post "N prodotti che hai scoperto nel 2014" avrei sicuramente inserito una voce per "rossetti marroni" (per le "guance marroni", come direbbe Elena di VanityNerd, invece non sono ancora pronta e spero di non esserlo mai).
Ho quindi pensato di riassumere in questo post qualche swatch, qualche opinione e quello che c'ho (c'ho) capito io, in merito a questo inusuale tono di rossetto.



Credo che tutto sia iniziato poco meno di un anno fa quando, vedendo come Diva di Mac su alcune persone risultasse molto scuro e bordeaux, mi sono chiesta come mai su di me del bordeaux-marrone non ve ne fosse traccia e non apparisse neppure così tanto cupo. Pur avendo un blog, e un'ovvia passione per il makeup da qualche anno, trovo che anche su un argomento che esula dalla fisica quantistica ci possa sempre essere qualcosa in più da capire, scoprire e imparare. Ed è forse solo dall'anno scorso che mi sono resa davvero conto di quanta differenza possano fare l'incarnato, il sottotono, il contrasto di una persona (in merito al contrasto vi linko un bellissimo post di approfondimento di Soffice Lavanda, di cui condivido il punto di vista) nella resa dei colori; di quanto un colore possa apparire diverso su due persone, anche quando queste condividono il sottotono (giallo, caldo o rosa, freddo). Oppure di quanto quella che può sembrare una leggerissima differenza nella sfumatura di due rossetti in realtà su alcune persone possa influire enormemente sull'effetto finale (motivo per cui ho anche imparato a prendere oltremodo con le pinze la parola "dupe!").
Quindi doveva esserci un motivo per cui Diva su di me assumeva una sfumatura rubino anziché bordeaux, ma anche per cui qualunque rossetto noto come "bordeaux" su di me risultava sempre più rosso rispetto a come me lo sarei aspettato.

Ho iniziato a capire che su di me la componente marrone dei rossetti viene in un certo senso neutralizzata e al suo posto spicca quella rossa ed il motivo è l'insieme di colori del viso, dato appunto da sottotono, contrasto & co prima accennati.
Quindi - mi sono detta - per ottenere un effetto bordeaux dovrei andare su rossi con ancor più marrone di quanto contenga un Dubonnet di Mac. Ragionamento che, dopo altri fallimentari esperimenti, si tramutò in: ma cosa devo prendere per avere un vero un bordeaux senza che sembri rosso, un rossetto marrone?
Col senno di poi, la risposta era: più o meno sì.

Il primo incontro ravvicinato con un esponente del gruppo marronazzi è avvenuto da Mac, durante un giro a Milano la scorsa primavera. Memore di come in certi swatch sembrasse un rosso-marrone, ho preso in mano Film Noir e l'ho swatchato. Orrore e raccapriccio.
Mi aspettavo di trovarmi di fronte ad uno di quegli ibridi che non sai se definire più rosso o più marrone, invece no: era solo marrone, punto. Lo rimisi a suo posto con fare estremamente perplesso.
Nel tempo provai ulteriori rossi-marroni ma niente da fare, su di me erano sempre molto rossi e, per quanto belli, erano ancora lontani dal colore che cercavo.
Finché un giorno da Mac decisi di provare questo Film Noir, giusto per autoderidermi.

...
Lo portai alla cassa.


brown lipstick film noir mac salem lime crime wonka

Quel poco che nel frattempo ho capito sui rossetti marroni può essere così riassunto
(premessa: opinioni strettamente personali e soggettive)

non democratici: se ci sono dei rossetti che per me sono l'antitesi della democrazia cromatica, questi sono i rosa chiari e freddi, i viola o peggio ancora i lilla, gli arancioni e i marroni.
Se non vi è mai capitato di provarli ma ne siete attratte, il mio consiglio è di lasciar perdere foto e swatch e di andare a provare dal vivo un rossetto marrone qualunque per poter capire come si comporta a livello cromatico su di voi, quanto rosso tira fuori e se l'effetto può piacervi.
Inoltre, anche quando si armonizzano con l'incarnato, a mio avviso risultano comunque dei rossetti particolari, che si notano e che forse non saranno i più indicati per un'occasione ultra formale o per andare al comprare il pane - ma restano sfruttabili per molti altri contesti.

il sottotono fa la differenza: la questione è molto più lunga e complessa di come potrei trattarla ora e non sono nemmeno certa di esserne in grado ma, se da un lato sono arrivata dopo anni alla conclusione che il sottotono da solo spesso non indichi esattamente nulla su quanto un colore possa stare bene o meno (il mio ad esempio è un sottotono caldo, molto giallo, eppure mi vedo e mi vedono bene coi rossi freddi ma anche i fucsia e i magenta), dall'altro lato ci sono comunque dei colori per cui il sottotono ha spesso un grandissimo peso e i rossetti marroni sono per me tra questi. Chi ha un sottotono caldo avrà più facilità ad indossarli ma, siccome le eccezioni ci sono sempre, ciò non significa che staranno bene a tutte colore che hanno un incarnato giallo né che staranno male sul 100% delle persone con un sottotono rosato.
Però, per restare sul generico, soprattutto se appartenete alla seconda categoria mi sento di consigliare di non acquistare tonalità simili a scatola chiusa, onde evitare la delusione che io di rimando ebbi col mio primo - e ultimo - rosa Barbie molto freddo (...Nicki Minaj col fondotinta di 5 toni più chiaro dopo un mese su un'isola deserta senza cibo, sei tu?).
Colori come Diva di Mac o Viva Glam I di Mac li trovate troppo marroni? In questo caso, verosimilmente il marrone su di voi tende ad apparire come tale e non virerà al rosso.
Avete un sottotono rosato, trovate che il marrone non vi stia bene come speravate ma tutto sommato l'effetto vi piace e vi sentite a vostro agio? Ecco, allora portatelo comunque serenamente.

chiare o scure poco importa: si tende a consigliare questo genere di rossetti solo alle donne dalla carnagione medio-scura o di colore, per ottenere una maggior armonia. E si armonizzeranno pure meglio ma per me anche il contrasto è un concetto di bellezza, altrettanto valevole, che può comunque contenere un senso armonico ed essere a suo modo bilanciato. Quindi personalmente non farei distinzione tra pelle chiara e pelle scura e, anzi, il rossetto marrone lo vedo funzionare su uno svariato range di fondotinta - mi preoccuperei piuttosto del sottotono e dei colori del viso in generale, come detto più sopra.

formule MEH: (qual padronanza di linguaggio tecnico) Forse non ho avuto una gran fortuna o forse, come accade coi rossetti molto scuri in generale, la causa sono i pigmenti presenti, ma non è scontato trovare un rossetto marrone dalla formula duratura ed uniforme.

Nel giro quindi di circa un anno, questi sono i rossetti marroni che ho acquistato:

brown lipstick film noir mac salem lime crime wonka swatches


MAC Film Noir
Mac Film Noir swatch lipstick
MAC Film Noir swatch su NC15 (19€ su Maccosmetics.it)

Pur essendo colui che ha dato il via alla considerazione dei rossetti marroni, non è un rossetto che mi ritrovo ad indossare spesso. Il motivo principale, mi duole dirlo, è la formula che su di me non funziona bene: purtroppo in meno di 2h tende a sbiadire visibilmente sulle labbra restando invece intenso sul contorno e creando l'effetto disomogeneo di "bordo scuro anni 90". Se bevo sbiadisce a chiazze all'ennesima potenza, se mangio scompare lasciando giusto qualche macchia qua e là.
È quindi una formula che per me necessita di una matita come base (e che non rappresenta lo standard di qualità di Mac). Per il resto la texture la trovo cremosa al punto giusto, è scorrevole, omogenea, confortevole. Il finish è Satin e quindi a metà tra un rossetto lucido e uno semi-matte.
La sfumatura è quella di un marrone intenso e scurissimo che mi fa pensare ai trucchi anni '20 e la percentuale di rosso al suo interno è molto bassa.
Di per sé è un colore di impatto ma che può essere anche sofisticato a seconda di come lo si inserisca nel contesto di trucco e parrucco. Peccato davvero per la durata.


Mulac Wonka
Mulac Wonka swatch rossetto
Mulac Wonka swatch su NC15 (11,90€ su Mulaccosmetics.it)

Wonka è quel mix di rosso e marrone che ho cercato per tempo, invano.
La domanda che può sorgere è quindi perché, se su di me vira comunque molto al rosso, lo inserisco tra i marroni. 
Ecco, perché se si mette da parte lo swatch da indossato e lo si guarda così com'è, Wonka è marrone. Un marrone caldo, con una leggera punta rossa, ma il colore predominante è comunque il marrone, non il rosso.
Fra i tre presenti nel post - ed anche all'interno di una scala di marroni in generale - quella di Wonka è tra le sfumature più "facili" da portare, proprio grazie a quell'accenno di rosso che, una volta indossato, gli dà più chance di virare al bordeaux piuttosto che al difficile color cioccolato.
Il tono di Wonka è tra i più belli che ho - hands down. 
La formula invece non è tra le migliori del globo e la stessa Mulac ha in gamma dei rossetti qualitativamente superiori (uno su tutti, Marilyn) ma resta pur sempre meglio di Film Noir.
Se quest'ultimo era cremoso, Wonka è invece molto più secco, non scorre agevolmente sulle labbra e ha un finish matte. Non siamo comunque ai livelli dei Retromatte di Mac, per chi ha familiarità con quella formula estremamente secca, e con una minima attenzione la stesura di Wonka non risulta affatto problematica. Un punto a suo favore è che non secca le labbra e per essere un matte risulta confortevole (più dei suddetti Retromatte).
Purtroppo anche lui dopo pochissime ore - circa 2 o 3 - sbiadisce in modo disomogeneo lasciando il centro delle labbra più spoglio rispetto al contorno, anche se mai ai livelli di Film Noir. Di conseguenza, su di me non resiste bene ai pasti e devo riapplicarlo per evitare di girare col contorno labbra effetto chola californiana.


Lime Crime Velvetine in Salem
salem lime crime velvetine swatch
Lime Crime Salem su NC15 (20$ su Limecrime.com)

Nonostante avessi già acquistato Film Noir e passato al varo i rossetti marroni, su Salem ero estremamente titubante. Temevo fosse troppo marrone anche per me.
In alcune foto sembrava bordeaux, un marrone con moltissimo rosso; mentre in altre appariva spaventosamente marrone e basta. Alla fine ho azzardato l'acquisto e lo rifarei di nuovo.
Ecco, non fatevi ingannare dalle foto anche se sembra bordeaux: Salem è marrone. Full stop.
Il rosso che appare in certe foto - sempre posto che non ci siano filtri Instagram di mezzo - è verosimilmente enfatizzato dall'incarnato di quella data persona, che tira fuori la componente rossa che è presente per natura nel color marrone (=rosso+giallo+blu).
(o forse tutto ciò non è vero ed è solo una spiegazione che mi sono data da sola, chissà!)
Salem non è il più semplice da portare e sia per tonalità che finish è un rossetto molto particolare che non incontra sicuramente il gusto dei più...però a me piace moltissimo. Non lo indosso per una giornata all'università, okay, però non mi faccio remore ad applicarlo per una qualunque uscita pomeridiana o serale in autunno-inverno. Quel finish vellutato tipico dei Velvetine Lime Crime gli aggiunge quel quid in più.
(parentesi: rimando ogni considerazione sulla formula alla futura review sui Velvetines).
Anche se rispetto a Film Noir non sembra, è da tenere a mente che è un tono davvero molto scuro.
Se solitamente i rossetti scuri non fanno per voi, acquistarlo è molto azzardato.
(Nella foto l'ho inoltre steso sul contorno aiutandomi con un pennello preciso - anche una matita andrebbe bene - perché è pressoché impossibile realizzare un bordo perfetto col suo applicatore in spugna).

* * * *

Per me i rossetti marroni sono stati un po' la scoperta cosmetica del 2014, quella che meno ti aspetti e su cui non avresti puntato 50cent. E invece ti distrai un attimo e ti ci ritrovi immersa e a spenderci più di quei 50cent.


brown lipstick film noir mac salem lime crime wonka

36 comments:

  1. Capperi se ti sta bene Salem! Una vera meraviglia. Adoro i colori scuri e matte ma ho il dubbio che questo sarebbe leggermente troppo marrone per me, farò qualche prova con le matite per capirlo :)

    ReplyDelete
    Replies
    1. Grazie mille!
      Prova con la matita marrone e a passarci sopra un velo di rosso: quello della matita è un test che avevo fatto anch'io per Salem, ma persino il colore della Whiskey di Urban Decay, che è molto calda per i miei standard, s'è rivelato ancora troppo giallo per le labbra rispetto ai prodotti appositi.

      Delete
  2. Non ho mai letto un trattato cromatico così approfondito su un unico colore. Potresti lavorare da Pantone!
    Detto ciò se penso al marrone come rossetto anch'io rabbrividisco, ma poi vedo Salem su di te e mi piace un zacco!

    ReplyDelete
  3. Ho tentennato a lungo su Film Noir, dopo un infinito processo mentale ho deciso che non mi sarebbe servito.
    Perché ogni volta che apro il tuo blog cambio sempre idea? ç__ç

    ReplyDelete
    Replies
    1. Mi duole dirlo perché il colore è davvero bello, ma stavolta resisti! Resta salda sulla tua idea di non bisogno: Film Noir non lo consiglio. Costasse 5€ varrebbe la pena aiutarlo con una matita sotto, ma per il suo prezzo, c'è di meglio.

      Delete
  4. Ecco, a me questi toni di rossetto proprio non piacciono, mi fanno sempre pensare ai dark...

    ReplyDelete
  5. Devo ammettere che Salem spaventa anche me :D Però fino a Wonka credo di potermi spingere eccome!
    Bellissimo post, lo condivido urbi et orbi. <3

    ReplyDelete
    Replies
    1. Spoiler: ho trovato un colore simile a Wonka in una formula liquida merveilleuse!
      (Grazie mille <3)

      Delete
  6. Io non amo i rossetti marroni e su di me sarebbero orrendi,ma su di te con i tuoi colori sono molto belli ^__^

    ReplyDelete
    Replies
    1. Tonalità un po' controverse (ma grazie!) :)

      Delete
  7. Non posso smettere di invidiare il modo in cui porti questi marroni, il rosso-viola che tirano fuori... A me anche i toni più violacei tirano fuori il marrone ed è una tragedia, roba che non posso mettere nemmeno Train Bleu praticamente :(
    Somma invidia quindi, e bacini rosa.

    Elena

    ReplyDelete
    Replies
    1. Nooo pensa che su di me Train Bleu è quasi un violone, mentre speravo fosse un bordeaux scuro. Meh.
      In compenso siamo 1-1 pari, perché non ho mica scordato quanto splendido è su di te Instigator e quanto poco viola sembri!
      (of course bacini sempre rosa anche a te)

      Delete
  8. Li guardo da lontano e penso "un giorno". Perchè probabilmente potrebbero non starmi male, ho un sottotono giallo e, per citare un rossetto di cui parli, il Viva Glam I su di me è rosso, ma rosso rosso, altro che marrone XD Anche gli arancioni mi attraggono, Lady Danger l'ho provato e di arancione ha molto poco (su di me), prima o poi oserò anche in quel campo cromatico :)

    ReplyDelete
    Replies
    1. Dalla descrizione che ne fai potresti avere tutte le carte in regola per entrare in via diretta nel Club Marronazzi! ;D

      Delete
  9. Non so proprio l'effetto che potrebbe fare su di me un rossetto marrone, non penso mi sia mai capitato di provarne qualcuno, anche se conoscendomi, facilmente su di me spiccherebbe di più la componente gialla più che la rossa (ma dipende da quanto rosso e giallo c'è in quel colore) e non so che risultato avrei. Se mai mi capiterà proverò.
    Dei tre Wonka è quello che preferisco su di te, Film Noir è quello che mi piace meno e Salem lo piazzo nel mezzo, è senza dubbio il più particolare e d'impatto, ma anche il più complesso da indossare credo.
    :*

    ReplyDelete
    Replies
    1. Sicuramente, Salem va un po' "contestualizzato" anche con l'abbigliamento, a mio vedere. Finché è inverno lo trovo relativamente facile da mettere e lo vedo bene nell'insieme di un cappotto avvitato, un tacco alto e un cappello in feltro a tesa più o meno larga.
      (sembra io stia delirando ma giuro, non è così!) :*

      Delete
  10. Mi trovo nella tua stessa posizione, ed anche io ho avuto un "diva's affair". Ho provato qualcosa e anche su di me spicca di più la componente rossa, devo solo trovare il coraggio di tentare.

    Detto questo per me su di te il top dei top è Salem!

    Bacio

    ReplyDelete
    Replies
    1. Non ti resta che fare lo step in più!;)

      (Ti ringrazio!)

      Delete
  11. Ti stanno benissimo i marroni *__* il mio preferito è Salem, sarà per il finish opaco, ma ti stanno divinamente anche gli altri due e poi adoro la forma delle tue labbra. :)

    ReplyDelete
    Replies
    1. Grazie mille, gentilissima! :)
      Salem è sicuramente il più...particolare.

      Delete
  12. Penso che il rossetto marrone sia di una eleganza e finezza pazzesca!! Ma bisogna saperlo portare e..,, tu lo porte decisamente con grinta e classe, dico Seriamente! I colori si devono sentire e certo non è portabile con la stessa eleganza per tutti me compresa ahah!! Magari un giorno troverò il mio "marrone" ahah ora guardo :)

    ReplyDelete
    Replies
    1. Ti ringrazio molto, spero sia davvero così! :)

      Delete
  13. Wonka mi piace molto ma il fatto che la formulazione sia poco confortevole e tenda a seccare le labbra mi ha finora fatto desistere dall'acquisto. Salem su di te è spettacolare! Comunque concordo mai fidarsi ciecamente dello swatch, se possibile provare sulle labbra! Le cose spesso cambiano eccome! Comunque sto imparando che quella dei rossetti é una scienza...e complicata pure XD Complimenti post chiarificatore e ben scritto

    ReplyDelete
    Replies
    1. Wonka a dir il vero io lo trovo secco solo a livello della stesura, ma una volta sulle labbra lo sento confortevole. Certo non è al livello dei rossetti cremosi e idratanti, ma tra Wonka e altre formule matte, il primo in quanto a comfort vince. :)
      Per il resto, grazie mille! Alla fine qualunque swatch andrebbe preso con le pinze e trovo più "sicuri" gli swatch comparativi: se si possiede già uno dei rossetti nella foto ci si può fare una migliore idea dell'effetto che potrebbe dare il rossetto comparato.

      Delete
  14. Ti sta benissimo questo tipo di tonalità ma hai fatto molto bene a specificare che è un colore da 'prendere con le pinze'. Io starei da cani, per esempio. Sia per sottotono che per tipo di labbra. Però Diva mi attrae irresistibilmente...penso, anzi, che correrò da Mac e me lo farò mettere, poi decido.

    ReplyDelete
    Replies
    1. Diva merita di essere provato, è tra i rossetti più belli di Mac (azzardo a dirlo)!

      Delete
  15. In generale i marroni mi attirano poco, devo dire, e trovo che siano piuttosto impietosi sul 99% delle persone che li indossano. Tipo Salem, per me, rimane un rossetto da Instagram, di quelli 'per fare scena', perchè quel mix di colore e finish ultramatte e super piatto proprio non mi convince. Colori come Wonka e Film Noir invece, con quella punta di bordeaux sono assolutamente meravigliosi ma non comuni quanto vorrei. Film noir è da sempre il mio cruccio. E' uno dei colori che mia colpita fin da subito quando mi sono avvicinata a MAC ma che purtroppo ho sempre lasciato lì per via della formula dalle prestazioni scarsissime :/ Spero sempre di vederlo spuntare riformulato in una collezione perchè è un colore davvero unico, che si presta tranquillamente sia ai look più editoriali, sia a quelli più chic da serata fuori. Ancora non ho perso le speranze ma mi scoccia tantissimo pensare a quale tesoro MAC nasconda sui suoi scaffali ed a tutto quel potenziale sprecato :(

    ReplyDelete
    Replies
    1. Film Noir è davvero una ciofeca e mi aggrego al dispiacere per tutto ciò.
      Se hai voglia di creargli una base apposita e stargli dietro, la matita Prolongwear Bittersweet mi sembrava adatta. Però si tratta sempre di una spesa in più quando dall'altra parte si potrebbe avere un rossetto performante come molti altri Mac. Peccato :\

      Delete
  16. Post dettagliatissimo e molto utile (posso dire nuovamente che adoro le tue foto?!*-*)!
    Sono attratta dal marrone ma ho sempre un po' di timore, non credo mi starebbe molto bene. Film Noir è bellissimo è una tonalità che troverei molto elegante, Salem è bellissimo!

    ReplyDelete
    Replies
    1. Puoi dirlo e mi fai un sacco piacere come l'avessi detto la prima volta! È sempre piacevole avere un feedback! :)
      I primi marroni da provare secondo me sono quelli come Wonka, con un'abbondante percentuale di rosso. Creano meno shock iniziale!

      Delete
  17. Questi rossetti su di te sono davvero una meraviglia....io sto pian piano iniziando ad interessarmi a queste colorazioni perchè, come te, tempo fa le snobbavo alla grande e pensavo che mi sarebbero stata super male...e poi ho iniziato quest'anno a indossare i rossetti molto scuri...ultimamente però i rossetti marroni mi affascinano non poco e sto iniziando a guardarmi intorno....io sicuramente tiro fuori molto più di te il marrone nei rossetti ma devo comunque andare a sperimentare di persona....devo ammettere che non saprei neanche dirti quale preferisco di questi tre, sono tutti davvero belli, anche se forse Salem per me sarebbe un po' troppo...

    ReplyDelete
    Replies
    1. Salem è probabilmente il più difficile, più per via del finish che per il colore. Se ti va di provarne qualcuno io proporrei sfumature con molto rosso, come Wonka o anche un rosso con molto marrone all'interno, come Sin di Mac :)

      Delete