01 May, 2014

Makeup removal routine | Skincare Chronicles


There will be a series about skincare going on for a while on these shores and this is the first chapter.
I don't know about you but I like to peek into other bloggers' skincare favorites as this is always a tricky territory to venture to and I often had no idea what products to pick - although I'm pretty sure my wallet and neverending wish list don't think that's a good idea. I hope you too can find this kind of posts somehow enjoyable to read. Moreover I thought it would be an occasion to briefly talk about lots of skincare products at a time, that I regularly use or that I apply less frequently, some that I love and others that I love much less.
Here is the first step and the one I'm obsessed with, without which I don't even go ahead with other phases of my (nighttime) beauty routine.

Ci sarà una serie sui prodotti skincare che andrà avanti un po' su questi lidi e questo è solo il primo capitolo. Non so voi, ma a me non dispiace leggere i prodotti preferiti altrui visto che quando si tratta di skincare il territorio in cui avventurarsi è scosceso e spesso io per prima non avevo la minima idea dei prodotti da scegliere. Spero quindi che questo tipo di post possa essere in qualche modo piacevole da leggere anche per voi. Tra l'altro ho pensato potesse essere un'occasione per scrivere quattro righe su più prodotti alla volta, che uso regolarmente o meno di frequente, alcuni che amo e altri che amo molto meno.
Questa è la volta del primo step nonché quello su cui sono rigorosa, senza il quale non procedo neppure con le altri fasi della mia (biuti) routine serale.



I can't go to bed with my makeup on and there's no way on this earth that I put moisturizer or face masks on if my skin is not perfectly cleansed and makeup free. Because of that I looked for products that would be effective as well as quick to use (ah, my laziness...) and this routine is what I came up with.

Non riesco ad andare a letto truccata e neanche se mi minacciano con una maratona di 2h di Uomini & Donne acconsento a spalmarmi creme o maschere se la pelle non è perfettamente pulita e priva di makeup. Pertanto cercavo dei prodotti che fossero efficaci ma al contempo veloci da usare (ah, la pigrizia...) e questa parvenza di routine è ciò che ho messo assieme.

My skin is a combination of normal and dry areas. It's dry on the nose and on my forehead but normal on the rest of the face. My cheeks are my pimples' favorite location and one or two visit me once a month. I pretty much never get oily.

La mia pelle è una combinazione di aree normali e secche. Secca sul naso e sulla fronte ma normale sul resto del viso. Le guance sono la location preferita di brufoli e imperfezioni e uno o due vengono a farmi visita una volta al mese. La mia pelle non si lucida praticamente mai.

I usually start off by removing the eye makeup.
Normally on a weekday I keep a low profile for uni lessons and such and go for neutral, light, medium-light eyeshadows and black eyeliner. Nothing dramatic and nothing that the REN Express Make-up Remover (13£) can't wipe away. Well, actually it's able to remove even the most stubborn makeup leftovers and waterproof products, but still. It's a milky cream that feels silky and pleasant on the skin and gentle enough that it doesn't burn and doesn't make my skin tight either. I massage a small quantity on the eyes - and on the face too if I didn't apply foundation that day, but that's rather rare to be honest - and then wipe it off with a cotton pad. According to REN you could even massage it into the skin until assorbed without rinse it off but this face sums up my reaction. I always prefer to rinse everything I put on my face, moisturizer and serums aside, even the more so if that 'everything' has dirt or makeup melted with it.

Solitamente inizio col rimuovere il trucco occhi.
Di norma in un giorno qualsiasi mantengo un "profilo basso" per le lezioni universitarie et similia e vado di ombretti neutri, chiari, medio-chiari e eyeliner nero. Nulla di drammatico e nulla che il REN Express Make-up Remover (13£) non riesca a togliere. Beh ecco, a dir il vero è in grado di rimuovere anche i residui di makeup ostinati ed i prodotti waterproof. Ha una consistenza cremosa e leggera, piacevole e delicata tanto da non bruciare (ovviamente qui è soggettivo, calcolate che non ho occhi particolarmente sensibili) né fa tirare la pelle. Ne massaggio una piccola quantità sugli occhi - ed anche sul viso se quel giorno non ho applicato il fondotinta, ma onestamente è piuttosto raro - e passo poi a rimuoverlo con un dischetto di cotone. Stando a REN si potrebbe anche massaggiare il prodotto fino all'assorbimento senza risciacquo ma questa faccia riassume il mio pensiero. Preferisco sempre risciacquare qualunque cosa mi metto sul viso, creme e sieri a parte, e a maggior ragione se quel 'qualunque cosa' ha tracce di makeup disciolte al suo interno.




Despite how greatly this REN remover works in a matter of seconds, if that day I went for a more dramatic eye makeup (a dark smokey or glittery eyeshadows) I prefer using my beloved Clinique Take the Day off two-way remover (17£). How I'm sure they say at the royal palace: It's da bomb. Although my eyelids and skin in general have become less sensitive compared to years ago, I prefer to stick with it instead of trying something else.
Moreover if the lipstick is still tattooed on my lips at the end of the day, a couple of swipes with this and it will be gone - and my lips will not be dried out.
I spread my love for it in this full review.

Nonostante questo struccante REN funzioni a meraviglia nel giro di secondi, se quel giorno sono andata di trucco occhi intenso (uno smokey scuro o ombretti glitterati) preferisco usare il mio amato Clinique Take the Day Off bifasico (19,90€). Come dicono nelle sale da the altolocate: ènabbomba. Nonostante il mio contorno occhi e la pelle in generale siano diventati meno sensibili rispetto ad anni fa, preferisco ancora rimanergli fedele anziché provare un bifasico differente.
In più, se il rossetto è ancora tatuato sulle labbra alla sera, un paio di passate col Clinique et voilà - e le mie labbra non tireranno neppure come nell'aridità del deserto.
Ne avevo professato l'ammòre qui in questa review.




At this point 99% of the eye makeup and 100% of the undereye concealer have been removed and it's time for the departure of the base, which in my case consists in liquid foundation.
My not-so-secret weapon for this step are cleansing balms, especially Clinique Take the Day Off balm (21£)  (and a second one that I will talk about in a future post).
This is a solid balm that transforms into an oily consistency upon contact with the skin and melts the makeup - you can actually see it melting and leaving your skin. It's gentle, doesn't cause me any redness or tightening feeling, it's super effective and quick to use. It's on the expensive side but the jar is huge and it will last you for months - I'd say also a whole year or even more as a little goes a very long way. It's suitable to remove eye makeup too but I don't like it for that job because my vision gets blurry for minutes everytime I used it.
Back to the removal chronicle, after massaging the balm (now oil) into the skin, I damp my hands and massage again. Then I take a cotton pad to remove the whole: the friction of the cotton removes the makeup residues better than my hands would do. After that I wash my face.

A questo punto il 99% del makeup occhi e 100% del correttore saranno stati rimossi ed è tempo per la dipartita della base, che nel mio caso consiste nel fondotinta liquido.
La mia arma poco segreta per questo step sono i cosiddetti cleansing balm (balsami detergenti insomma), soprattutto il Clinique Take the Day Off (26,90€) - ed un secondo di cui parlerò in un futuro post.
Si tratta di un balsamo solido che diventa di consistenza oleosa a contatto con la pelle e va a sciogliere il makeup - si riesce proprio a vedere il trucco che si scioglie e lascia il viso libero. È delicato, non mi causa alcun rossore né sensazione di pelle che tira; è super efficace e veloce da usare. Okay, Clinique non ve lo tira dietro ma credemi il barattolo è immenso e vi durerà per mesi e mesi - direi persino un anno o anche più dal momento che ne basta una piccola quantità.
È adatto a rimuovere pure il trucco occhi ma personalmente non mi piace per tale scopo perché mi fa appannare la vista per interi minuti.
Tornando a La Cronaca dello Struccaggio (aggiungiamoci uno sticavoli), dopo aver massaggiato il balsamo, ora olio, lo massaggio di nuovo questa volta con le mani bagnate. In seguito prendo un dischetto di cotone e rimuovo il tutto: la frizione del cotone rimuove i residui di makeup meglio di come farebbero le mani. Alché risciacquo.




Now it's when the Clarisonic comes into play to remove every makeup leftovers, if any, and to properly cleanse my skin.
I use it combined with REN Hydra-calm cleansing milk - now replaced by REN with the Evercalm Gentle cleansing milk (16£) that should be equivalent - or the REN Clearcalm 3 Clarifying Clay Cleanser (18£) depending on my skin conditions. If it feels dry or stressed I opt for the first one which is a soothing milk with a very creamy consistency that's a pleasure to spread onto the face. Otherwise if my skin is congested, with imperfections coming out and inflamed blemishes, I know it's time for the 3 Clay one: it's a clay (kaolin) based cleanser infused with chamomile flower water and lots of oils in it (lavander oil, chamomile flower oil, sage, manuka oil). It gives the feeling of a deep cleasing and leaves the skin baby soft, calm down and...again, really clean. A huge bonus is that it's not that drying, neither does it cause tightness or redness on my dry skin, something that often occurs when it comes to clay based products and that's why I tend to avoid them, but REN is another story really. I know both cleansers aren't ideal to be used along with the Clarisonic (better using more foamy ones) but it works for me this way: I massage the chosen cleanser for a minute or so with my hands and then remove it with Clarisonic. After that I wash my face again and towel dry it.

Ora è dove il Clarisonic entra in scena per rimuovere davvero ogni rimasuglio di trucco, ammesso ve ne sia, e per pulire la pelle.
Lo uso in azione combinata col REN Hydra-calm cleansing milk - ora soppiantato da REN col Evercalm Gentle cleansing milk (16£) che dovrebbe essere identico, nome a parte - o col il REN Clearcalm 3 Clarifying Clay Cleanser (18£) a seconda delle condizioni della pelle.
Se è secca o stressata opto per il primo, che è un latte emolliente con una consistenza molto cremosa e non liquida, che è un piacere da applicare. Altrimenti, in caso di pelle più congestionata, con imperfezioni che si affacciano e brufoli infiammati (aah che immagini poetiche!), so che è il momento del detergente 3 Clay: è un detergente a base di caolino (argilla bianca) infuso con acqua floreale di camomilla e vari oli (di lavanda, di fiore di camomilla, di salva, di manuka). Crea la sensazione di una pulizia profonda e lascia la pelle liscia e morbida, calmata e...di nuovo, pulita davvero. Un giga bonus è che non secca molto né causa rossori o "tiraggi" (ma che sto scrivendo?) sulla mia pelle tendenzialmente secca - cosa che spesso capita coi prodotti a base di argilla e per tal motivo tendo ad evitarli; ma REN è tutta un'altra storia davvero.
So che entrambi i detergenti non sono ideali per essere usati assieme al Clarisonic e andrebbero meglio quelli più schiumosi o i gel, ma su di me funziona comunque bene così: massaggio il detergente per un minuto o giù di lì con le mani e vado poi a rimuoverlo col Clarisonic. Risciacquo e arraffo l'asciugamano.




Now, if that day I used a stubborn mascara or a ton of black liner, at this point I will have some dark residue left that I remove with a cotton bud soaked in Bioderma micellar water (4,50-14,50£) : I don't use the Clinique remover because it feels slightly oily and needs to be rinsed off again, while the Bioderma is like water, indeed, and allow me to go through the roots of the lashes and wipe away any mascara or eye pencil leftover without the rinsing step (again).
Despite the hype, Bioderma isn't my favorite makeup remover ever and although is suggested to those with sensitive skin it's not that gentle on me and my dry skin. I can't use it to wipe away the foundation otherwise I feel my face extremely tightening. Though it's awesome when it comes to remove eyeliner, to fix a mistake in applying that eyeliner or to remove arm swatches, as there's no need to wait for minutes for it to dry and there's no need to use water either.
However I'll be honest: I rarely do this step as I'm way too lazy more often than not, so I usually swipe the cotton pads, previously used, in between the lashes and under the eyes and rinse everything out again. That's it.

Ora, se quel giorno ho applicato un mascara ostinato o una tonnellata di eyeliner nero, a questo punto avrò dei residui che rimuovo con un cotton fioc imbevuto di acqua micellare Bioderma (5-15€): non il Clinique perché essendo leggermente oleoso necessita di essere risciacquato nuovamente, mentre la Bioderma sembra appunto acqua e mi permette di andare fino all'attaccatura delle ciglia e di rimuovere ogni altra schifezza rimasta senza dover bagnare il viso (ancora).
Nonostante la gran fama, la Bioderma non è il mio struccante preferito e nonostante si dica essere adatto anche alle pelli sensibili non è così delicato su di me e la mia pelle secca. Non posso usarlo per rimuovere il fondotinta, altrimenti la pelle del viso inizia a tirarmi come non ci fosse un domani. Però è ottima per rimuovere l'eyeliner, gli swatch sul braccio o per sistemare l'immancabile errore nell'applicazione dell'eyeliner, dal momento che non c'è bisogno di aspettare minuti interi che si asciughi né serve acqua.
Tuttavia sarò onesta: questo step lo faccio raramente perché sono troppo pigra, sicché di norma ripasso tra le ciglia i dischetti di cotone precedentemente usati e risciacquo il tutto di nuovo. Fatto.




Then, a sprinkle of toner to refresh the skin and to be sure the face is 100% makeup free.
Lately I've been using Spiezia Organic Flower skin toner (17.95£). It's 100% organic and packed with good ingredients such as Chamomile oil, lavander essential oil, sage and floral water. It's rather pricey but the quality of some ingredients here does come with a price.
The scent (of sage) is very unusual and after initial days of puzzlement, now I'm addicted to it: both scent and the toner itself feel very refreshing and uplifting.
After that I'm ready to slap a ton of moisturizer on the face. But that's a story for another post.

Successivamente, una pioggia di tonico per rinfrescare la pelle ed essere sicura che il viso sia al 100% libero dal trucco. Ultimamente sto usando il Spiezia Organic Flower skin toner (17.95£). È composto al 100% da ingredienti bio e pure validi come l'olio essenziale di camomilla, di lavanda, salvia e acqua floreale. È un po' caro ma da quanto mi sono informata, la qualità di certi ingredienti ha un suo costo. La profumazione è inusuale (di salvia) e dopo dei giorni iniziali di perplessità, ora mi crea dipendenza: sia l'odore che il tonico stesso risultano freschi e tonificanti (essendo un tonico in effetti...).
Dopo ciò sono pronta per la tonnellata di crema idratante et similia. Ma questa è un'altra storia per un altro post.


***

How long does this thing take me? Actually, just about 5 minutes. But I do think those five make a lot of a difference in how my skin looks like.
How many products do I use at the end of the day? 3 to 5.

What I'd like to change in this routine are cotton pads as I feel I waste too many every time and I'd prefer a more, can I say eco-friendly?, alternative. I'm contemplating to buy a cloth but not a muslin one since they're usually too rough for me, so any recommendation is welcome!
You've also seen some REN bits (whose motto is "clean skincare" as their products are free from silicones, petroleum derivates, parabens, PEGS and such) and you'll be see more on here since this brand has become my favorite skincare one, along with Antipodes.


Quanto impiego per tutta questa cosa? In realtà, circa 5 minuti. Ma quei cinque fanno un sacco di differenza per le condizioni della pelle.
Quanti prodotti uso a conti fatti? Dai 3 ai 5.

Ciò che mi piacerebbe modificare è l'uso dei dischetti di cotone poiché mi sembra di sprecarne troppi ogni volta e preferirei un'alternativa più...amica dell'ecosistema e del risparmio?
Sto meditando l'acquisto di un panno ma non in mussola, perché sono di norma troppo aggressivi per me. Ogni eventuale consiglio è il benvenuto!
Inoltre hanno fatto la loro comparsa alcune meraviglie di REN (il cui motto è "clean skincare" dove per clean intendono senza siliconi, petrolati, parabeni, PEG etc) ma ne rivedrete altre su questi schermi visto che REN è diventato il mio marchio di skincare preferito, assieme ad Antipodes.




Something caught your attention?
Is there a product that you use to remove your makeup that I absolutely can't miss out? x

Qualcosa ha catturato il vostro interesse?
C'è un prodotto che usate per rimuovere il makeup che non dovrei perdermi come invece sto facendo?



25 comments:

  1. La Bioderma la uso anche io solo per gli occhi, in genere mi leva tutto il trucco, ma se non ce la fa o io so che non ce la farà, vado di olio di cocco!

    Lo hai mai provato? Io non posso non averlo nell'armadietto, è un porto sicuro non solo per lo struccaggio!

    ReplyDelete
  2. Le mussole di Liz Earle sono morbide ed efficaci, ho provato anche quelle di Pai ma sono cartavetrata, anch'io non riesco a fare a meno del balm Clinique ma sono curiosa di provare qualcosa di Ren

    ReplyDelete
  3. @Emanuela
    Strano ma vero, l'olio di cocco non l'ho ancora provato! Grazie della dritta!

    @rimmel65
    Purtroppo ho provato anche quelle di Liz Earle, ma non sono ancora sufficientemente morbide per la mia pelle e quando è più stressata mi creano delle strisciate bordeaux.
    REN a mio avviso ha prodotti veramente validi, ottime anche le maschere! ;)

    ReplyDelete
  4. Il balm di Clinique ce l'ho anche io, e non riesco davvero più a farne a meno, ho proprio visto la differenza usandolo tra pelle apparentemente struccata e pelle veramente pulita.
    mi incuriosisce molto il prodotto Ren che usi x primo, e suoi eventuali sostituti reperibili anche in Italia :)

    ReplyDelete
  5. Questo post mi è stato super utile. Mi informerò per bene su tutti i prodotti che hai menzionato (tranne il tonico: io ho già il mio <3 ) e credo che li proverò :) Non vedo l'ora che arrivi il post sulle creme!

    ReplyDelete
  6. Per me quelle di Liz Earle non sono molto morbide, anzi graffiano un po', perlomeno su di me! Io ti consiglio spassionatamente la sponge chief di Kanebo! Mobbida Mobbida. So che anche The body shop ce l'ha, ma non so dirti la qualità, anche se di sicuro il prezzo sarà più basso visto che solo il panno Kanebo se lo fa pagare 10€!

    ReplyDelete
  7. Quando ti arrivano suggerimenti sul pannetto, falli sapere a tutte, che anche qui siamo alla ricerca di qualcosa di delicato, che in periodo di allergia non mi faccia riempire gli occhi di lacrime.
    La soluzione micellare Bioderma mi ispira, appena finisco il bifasico Sephora (non guardarlo nemmeno, scappa via!) la cerco :)

    ReplyDelete
  8. Questo post mi lascia ammirata. La mia pigrizia mi consente di struccarmi con un solo prodotto e mi sembra sempre già troppo ._. I prodotti Ren mi incuriosiscono un sacco, ma anche quel tonico....

    ReplyDelete
  9. Post meraviglioso, mi rilasso un sacco a leggere quello che scrivi! *_*
    Io in fatto di struccaggio sono una poveraccia: uso un solo prodotto, lavo la faccia e a volte un po' di acqua termale Avene per calmare il tutto. Ma nelle notti peggiori di Caracas uso le salviettine struccanti e, ogni volta che lo faccio, me ne pento xD Tutti questi prodotti sono interessantissimi, soprattutto il tonico e il Clarisonic che prima o poi comprerò ^_^

    ReplyDelete
  10. La Bioderma (quella col tappo verde) l'ho provata anche io ma non mi piaceva per niente. I prodotti REN mi sembrano davvero ottimi, andrò a informarmi un po' perchè mi hai reso curiosa. Post bellissimo con tantissimi spunti per migliorare la propria skin care

    ReplyDelete
  11. A me interessa il take the day off solido. Chissà se ne esistono campioncini: non voglio spendere una barca di soldi per un prodotto che mi acceca >.< e devo cercarmi l'inci

    ReplyDelete
  12. E ora mi hai intrigata con lo struccante occhi REN... ormai sono totalmente dipendente da questa marca! Il mio problema è che utilizzo spesso trucchi complessi e l'eyeliner: ce la fa?
    *Giudy*

    ReplyDelete
  13. Solo cinque minuti per tutti questi step? Mi sa che ci vuole di più a leggerli che a farli :-D

    ReplyDelete
  14. Amo tantissimo l'Evercalm cleansing milk di REN. Sono alla mia seconda bottiglia e lo amo sempre di più. Meno male che l'ho buttato nel carrello durante i saldi di SpaceNK, altrimenti non l'avrei mai scoperto, vista la mia avversione per i latti detergenti (quelli che ho provato in adolescenza erano tremendi e pizzicavano da morire, con buona pace della dicitura 'per pelli sensibili' -__-)
    Il mio Clarisonic ormai sta lì a prendere polvere. Sarei tentata di vedere se le nuove testine cashmere sono davvero delicate come dicono, ma non so se riuscirei a sacrificare 25€ solo for science, soprattutto ora che ho scoperto il Foreo Luna.
    E il Take the day off avrà sempre un posto speciale nel mio cuore: è stato il primo cleansing balm che ho scoperto e forse un giorno, quando raggiungerò il fondo della lista dei ventordicimila prodotti che vorrei provare, lo ricomprerò ^^

    ReplyDelete
  15. Ma che bel post!!!
    Per i dischetti di cotone anche io avevo iniziato a farmi scrupoli, e poi ho preso i dischetti di cotone lavabili della Love the Planet...beh sono meravigliosi!!!Morbidissimi e comodissimi!

    ReplyDelete
  16. Okay, sei tutto tranne che pigra! E ora mi sento in colpa: io cerco tutti i mezzuggi possibili per velocizzare lo struccaggio, dalle salviettine all'acqua micellare. In realtà, però, sono più le volte che non mi strucco - ecco, l'ho detto ._.
    Però mi ha incuriosita un sacco questa linea di prodotti per la skincare. Dove la posso trovare? Ora mi informo meglio, grazie cara

    ReplyDelete
  17. Bellissimo post Ale, complimenti! Anche io sto aspettando di terminare i vari latte detergente che ho per comprare il balm Clinique che mi ispira un sacco. Come alternativa ai panni in mussola prova quelli in microfibra, sono morbidissimi.

    Un bacio

    ReplyDelete
  18. @Isa
    Piace moltissimo anche a me, lo utilizzo ormai da anni e non ho intenzione di tornare indietro a prima della scorperta dei cleansing balm - ultimamente ne ho trovato pure un altro che mi sta piacendo forse addirittura di più, forse.

    @Sara Bovo
    Mi fa piacere ^^

    @Make-up Compulsivo
    Stessa cosa, anche su di me graffiano un po' e talvolta mi arrossano la pelle anche passandole in modo leggero. Proverò a vedere anche da The Body Shop perché miro un paio di cose per un ordine, grazie del consiglio ;)

    ReplyDelete
  19. @Valeria Capellaro
    Per ora mi hanno consigliato i panni in microfibra o quelli che si leggono nei commenti precedenti :)
    La Bioderma secondo me è molto valida per chi non ha una pelle eccessivamente secca

    @Takiko
    Ma guarda, è una mia fissazione - fossi meno pigra su tutto il resto...!

    @Sil Via
    Aww grazie! *_*
    Ecco, le salviettine struccanti io non riesco proprio ad usarle. Brutte esperienze in passato!

    ReplyDelete
  20. @TheMorgana1985
    In teoria dovrebbe essere la versione Bioderma per pelli grasse, ma personalmente trovo che già questa col tappo rosa non sia un toccasana su certe tipologie di pelle disidratate o a cui molti prodotti creano una sensazione di "tiraggio"

    @Piper C
    L'inci è questo: ethylhexyl palmitate, cathamus tinctorius (safflower) sed oil, caprylic/capric triglyceride, sorbeth-30 tetraoleate, polyethylene, peg-5 glyceryl triisostearate, water (acqua purificata) purified, tocopherol, phenoxyethanol
    :)
    Purtroppo temo non ne esistano campioncini perché, almeno quando lo acquistai io, non v'era alcun tester: solo i barattoli impilati e senza confezione esterna. Meh.

    @Big Dreams On A Budget
    Dipende da quanto complessi, ma sull'eyeliner ce la fa. Riesce a togliermi anche l'eyeliner in crema di Inglot che la Bioderma fa fatica a scalfire

    ReplyDelete
  21. @Siboney2046
    Quello sicuro, ed anche molto di più a scriverli ;)

    @Beatrice - Strawberry Makeup bag
    Non so bene neanch'io come mai decisi di provarlo e acquistarlo ma bene che l'abbia fatto.
    Mi ricordo che mi hai accennato del Clarisonic quando ci siamo viste, sigh - però 25€ per la scienza in effetti...
    Io dovrei ricomprare la testina ma continuo a trovare fuori scuse per evitare il salasso.

    @Federica Casotto
    Dischetti lavabili? Perché non ne sapevo nulla?

    ReplyDelete
  22. @Marika Sharon Gigante
    Ti confido una cosa: al liceo erano più le volte che non mi struccavo, ecco. Poi ho sviluppato questa attenzione che mi pesa molto relativamente - giusto le sere in cui mi addormento ancor prima di andare a letto.
    REN la trovi su HQhair, Lookfantastic, cloud10beauty e BeautyExpert ;)

    @Jo | My Beauty Fair
    Grazie Jo! Proverò a cercare questi affari in microfibra!

    ReplyDelete
  23. Meh. Però devo ammettere che l'inci pensavo fosse peggiore. Certo, non mi aspettavo fosse egobbio, ma sono sorpresa :)

    ReplyDelete
  24. Io uso il cleansing balm di lush per il viso, che però ha un odore che mi piace veramente poco... e per gli occhi lo struccante di Caudalie!

    Usavo spesso la bioderma su tutto il viso ma ho notato che alcune sere in cui la pelle era più sensibile, dopo mi ritrovavo tutto il viso arrossato e... anche no.

    ReplyDelete
  25. Se nessuno l'ha ancora fatto ti consiglio i pannetti Human+Kind: poca spesa, molta resa.
    REN l'ho sentita nominare ma non la conosco: potrei fare una ricerca che sento già mi creerà nuovi bisogni...

    ReplyDelete