04 March, 2014

A Laura Mercier makeover {event}



A couple of weeks ago I was invited by Alice, PR of Stefano Saccani group - the retailer of Laura Mercier in Italy - to the nearest LM counter to spend some hours with a mua in order to know the brand more in depht and to enjoy a makeover. A couple of Laura Mercier products are among my all time favorites for the base, so it's no surprise that I was more than glad to accept the nice offer.
So I thought that sharing my experience and some very first impressions about the products (in a post coming very soon) could be a nice idea.

Un paio di settimane fa sono stata invitata da Alice, PR di Stefano Saccani ovvero il gruppo che detiene l'esclusiva di Laura Mercier in Italia, al counter LM a me più vicino per poter conoscere il marchio più nel dettaglio e per un trucco personalizzato. Un paio di prodotti Laura Mercier sono tra i miei preferiti di sempre per la base, quindi non sorprende che abbia accettato più che contenta la gentile offerta. Ho quindi pensato che raccontare i passaggi ed i prodotti utilizzati assieme a qualche primissima impressione potesse essere un'idea vagamente sensata ed eccoci qui.

As odd as it may sound, Laura Mercier landed in Italy not too long ago and the distribution is still rather small but is now expanding. That being said, I don't have easy access to the brand where I live (fingers crossed a counter will pop up sooner or later) but two weeks ago I had some business to attend to in a town near Venice, where there's a mall with a Laura Mercier counter. So I happily combined the two things, drove there in the morning and after a breakfast at a café I met the lovely and beautiful Laura Mercier mua, Angela.

She started with introducing the brand to me, the skincare line (Flawless Skin) at first, and secondly the fragrances. She sprayed L'Heure Magique on my wrist and I got immersed in a comforting, musky, kind of sweet but not sickly so, polished mist. It's not a sheer scent to me and I could take swiff of it even after hours but I found it really pleasant. While Angela was making up my face base I constantly smelt this good scent and I was going to ask her what perfume she was wearing, when I realized that what I was smelling was L'Heure Magique on my wrist - which I totally forgot about. If you usually love musky and powdery scents, I'd recommend to try this one if you stumble upon a LM counter.

Laura Mercier dopo i corner presso La Rinascente si sta recentemente espandendo in più città, allestendo dei counter all'interno di alcune Coin. Purtroppo dove vivo non è ancora apparso alcun corner, per il momento, ma un paio di settimane fa avevo degli impegni in zona Venezia (presenza di counter Laura Mercier: célo!) ed ho quindi felicemente unito le due cose. Ho guidato fino a Mestre al mattino e dopo una colazione al bar - teinomani a rapporto! - ho incontrato la gentilissima, quanto bella, Angela, mua addetta all'angolo Laura Mercier.

Ha iniziato introducendomi il marchio, la linea skincare (Flawless Skin) in primis e le fragranze in secundis. Angela mi ha subito spruzzato L'Heure Magique sul polso e sono stata immersa da una nuvola di profumo piacevole, dalle note quasi talcate, dolce ma non stucchevole, con un che di sofisticato. Non è un profumo leggero e ne ho potuto sentire gli strascichi anche ore dopo, ma personalmente l'ho trovato molto buono. Tanto che mentre Angela mi stava truccando continuavo a sentire questo buonissimo odore e stavo per chiederle che profumo avesse indossato quel giorno, quando ho realizzato che ciò che percepivo altro non era che il mio polso con L'Heure Magique - di cui mi ero totalmente dimenticata. 
Se di norma amate le fragranze un po' talcate vi consiglio di provare a sentire anche questo in caso vi imbattiate in un corner Laura Mercier.




Skincare
After that, Angela took off my makeup with Dual-Action Eye Makeup Remover Oil-free that gave me the feeling of something between a two-way remover and water.
Then it was time to prep the skin with some bits from the skincare line. Angela mixed on her hand the two phases of the Multi-Vitamin Serum: the first is water based while the second one is silicone based and infused with tocopherol (vitamin E) among with other antioxidants. It's supposed to reduce fine-lines and make the skin firmer and refiner. Although it's something I wouldn't buy myself as I do prefer more natural ingredients and less silicones in my skincare products, I can't deny my skin felt firmer to the touch. Another serum Angela applied on my undereye area was the Repair Eye Serum: a perlescent, thin water based serum, with caffeine and some floral extracts.
The serums were followed by the Mega Moisturizer with SPF15, for normal/dry skin types.

Dopo ciò, Angela ha rimosso il mio makeup col Dual-Action Eye Makeup Remover Oil-free che come sensazione sulla pelle mi sembrava a metà tra un'acqua ed un bifasico.
Successivamente è stato il momento di preparare la pelle con alcuni prodotti della linea skincare. Angela ha dapprima mescolato sul dorso della mano le due fasi del Multi-Vitamin Serum: la prima è a base d'acqua mentre la seconda è a base siliconica, infusa di tocoferolo (vitamina E) assieme ad altri antiossidanti. L'azione combinata dovrebbe portare alla riduzione delle linee d'espressione e ad una pelle più compatta ed una migliore texture. Per quanto sia un qualcosa che di mio non acquisterei poiché preferisco utilizzare prodotti di skincare con ingredienti un po' più naturali e con meno siliconi, non posso non ammettere che la pelle sembrava morbida e più compatta al tatto. Un altro siero che Angela ha steso sul contorno occhi è stato il Repair Eye Serum: un siero a base d'acqua, con una leggera perlescenza oltre a caffeina ed alcuni estratti floreali. Entrambi i sieri sono stati seguiti dal Mega Moisturizer con SPF15, per pelli normali/secche.




The base
Moving onto the base makeup, Angela asked me which one of the 6 primers I wanted to try, suggesting me the Foundation Hydrating Primer due to my dry-normal skin - which is the one I eventually tried. I didn't even noticed Laura Mercier has 6 primers in the line and for sake of information they are: Foundation Primer, Foundation Primer oil-free, Mineral Primer Liquid Fluid, Foundation Primer Radiance (my favorite face primer so far), Primer Protect SPF30 and of course the Foundation Hydrating one.
To even out my fair complexion Angela applied two thin layers of the Tinted Moisturizer SPF20 in the shade Nude. That tinted moisturizer is possibly one of the most famous Laura Mercier products and now I can understand why: it managed to even out my skintone and looking radiant enough to create a natural finish. Of course it didn't cover some blemishes that resided on my cheeks but to conceal them Angela took out the secret weapon (spot on name!): the Secret Camouflage. Another famous Laura Mercier product that is known to be a staple of many makeup artists. The texture was something I've never experienced before, stiff and dry yet very pigmented. Definitely a product that I'd like to purchase in the near future. Despite my complexion being fair, the matching shade was the SC-3, which differs from the first two in the undertones: SC-1 was too light and with a pink-based half, SC-2 had another orangy half which I couldn't use, while SC-3 was light enough for me and above all both sides are yellow based. Angela mixed and warmed up a bit of both sides of the Secret Camouflage on her hand and then applied it where needed with the Secret Camouflage Brush.
In the picture below there's also the Undercover Pot in the shade 1: the mua didn't use it on me but I was curious to see it in person, so she introduced to me this little pot with two sides - one with Secret Camouflage and one with Secret Concealer - and the Translucent Powder underneath.


Passando alla base, Angela mi ha chiesto quale dei 6 primer mi sarebbe piaciuto provare, suggerendomi il Foundation Hydrating Primer vista la mia pelle secca/normale - che è poi quello che alla fine ho scelto. Prima di quel giorno non avevo notato che Laura Mercier ha 6 primer nella sua linea e, giusto a titolo di cronaca, questi sono: Foundation Primer, Foundation Primer oil-free, Mineral Primer Liquid Fluid, Foundation Primer Radiance (il mio primer viso preferito), Primer Protect SPF30 e ovviamente anche il Foundation Hydrating.
Per uniformare il mio incarnato chiaro, Angela ha applicato due strati sottili del Tinted Moisturizer SPF20 nel colore Nude. La crema colorata è forse uno dei prodotti più famosi in assoluto di Laura Mercier ed ora ne comprendo il motivo: è riuscito ad uniformare il viso e a sembrare luminoso abbastanza da mantenersi su un finish naturale. Certo non ha coperto le imperfezioni come i brufoli che risiedevano affezionati sulle mie guance ma per correggerli Angela ha estratto l'arma segreta (appunto): il Secret Camouflage. Un altro prodotto Laura Mercier molto famoso e che è conosciuto per essere uno dei fondamentali nelle borse di molti makeup artist. La texture era qualcosa che non avevo mai provato prima, secca e ben ferma, un po' solida. ma al contempo molto pigmentata. Decisamente un prodotto che mi piacerebbe acquistare in un futuro prossimo. Nonostante la carnagione chiara, la tonalità adatta s'è rivelata essere l'SC-3, che si differenzia dalle prime due per i sottotoni: l'SC-1 era troppo chiaro e con una metà rosata, l'SC-2 aveva un'altra metà aranciata che non avrei potuto usare, mentre l'SC-3 era sufficientemente chiaro per me e soprattutto entrambe le metà sono a base gialla. Angela ha mixato e scaldato sulla mano un pizzico di entrambi i lati del Secret Camouflage e l'ha poi applicato ove necessario col pennello (un nome una sorpresa)...Secret Camouflage.
Nell'immagine qua sotto si intravede inoltre l'Undercover Pot nella tonalità 1: la mua non l'ha utilizzato su di me ma ero curiosa di vederlo dal vivo e quindi mi ha mostrato e illustrato questo piccolo set con due lati - uno col Secret Concealer ed uno di Secret Camouflage - e con uno scomparto per la polvere Translucent posta al di sotto.





After that, Angela moved onto a crucial step of my makeup routine: concealing my pesky undereye circles a.k.a. the "a magic wand needed" step. I was curious to try the Under Eye Perfector Orange/Yellow so she applied a thin layer of that, followed by another well-know LM product: the Secret Concealer, in the new lightest shade (0.5). I heard mixed reviews about this concealer and unluckily I can't say it's the right concealer for me either. It's pigmented, thick and creamy: that kind of concealer that doesn't usually get along with my undereye area and in fact it creased badly on me even when set with powder. I still prefer my beloved NARS Creamy Radiant concealer.
After completed the base, Angela set everything with the Translucent Loose Setting Powder on a half and the Secret Brightening Powder n°2 on the other half of my face, in order to allow me to see the different finish.
I did like both. I already tried a sample of the Loose Setting one and loved it. The Brightening has a kind of fine shimmer to it when swatched on the hand but once applied it was just, well, brightening and not shimmery.


In seguito, Angela è passata allo step cruciale per il mio trucco: la correzione delle mie occhiaie moleste a.k.a. il momento del bisogno della bacchetta magica. Ero curiosa di provare l'Under Eye Perfector Orange/Yellow e quindi me ne ha applicato uno strato sottile, seguito da un altro prodotto LM ben noto: il Secret Concealer, nella tonalità più chiara (0.5). Ho sentito pareri molto discordanti su tale correttore e purtroppo non posso dire che sia neppure quello adatto per me. È pigmentato, denso e cremoso: quel tipo di correttore che solitamente non va d'accordo con la mia area perioculare e, infatti, è finito col muoversi molto e infilarsi nelle linee d'espressione come non ci fosse un domani, anche quando fissato con della cipria. Continuo a preferire il mio amato NARS Creamy Radiant concealer.
Dopo aver completato la base, Angela ha fissato il tutto con la Translucent Loose Setting Powder su una metà e la Secret Brightening Powder n°2 sull'altra metà del viso, al fine di permettermi di vedere il finish differente.
Mi sono piaciute entrambe le ciprie. Avevo già provato un sample della Loose Setting e lo avevo adorato. La Brightening ha una sorta di shimmer finissimi quando swatchata sulla mano ma una volta applicata era semplicemente, beh, illuminante e non shimmer.





Eye Makeup
Moving on to the eye makeup, Angela told me she had in mind a work-safe kind of look but with a twist. She started off with the Eye Basic primer in the color Cotton (a correcting pale yellow) and then applied Ginger (Matte Eye Color) all over the lid as a base. To illuminate the lid she chose Cognac (Sateen Eye Color), with Coffee Ground (another Matte) in the crease to add dimension and Gold Dust (Luster Eye Color) to highlight the inner corner of the eye.
To spice the things up, she traced a thick line with the Cream Eye Liner in the shade Graphite.
Don't let the name fools you because this is not a plain gray but more of an olive green, with a gray hue to it. It's a complex shade that I had never seen as eyeliner and I liked a lot.
Then a coat of the black Faux Lash Mascara with its giant brush to volumize (or trying to do so on my poor lashes) and a second coat of Long Lash Mascara.
As for the eyebrows, the mua just barely touched them with the Eye Brow Pencil in Rich Brunette to adjust the edges with a light hand, as I have naturally full eye brows, and to hold them in place she used the Eye Brow Gel.

Spostandoci al trucco occhi, Angela mi ha riferito che aveva in mente un look semplice e adatto alla giornata di lavoro tipo ma con un po' tocco in più. Ha iniziato col primer Eye Basic nel colore Cotton (un giallo tenue correttivo) ed ha poi steso Ginger (Matte Eye Color) su tutta la palpebra come base. Per illuminare maggiormente la palpebra ha scelto Cognac (Sateen Eye Color), con Coffee Ground (un altro Matte) nella piega per dare dimensione e Gold Dust (Luster Eye Color) come punto luce nell'angolo interno dell'occhio.
Per movimentare il tutto, ha poi tracciato una spessa linea di Cream Eye Liner nella tonalità nuova, Graphite. Non fatevi ingannare dal nome perché non è un banale grigio ma più un verde oliva con una sfumatura grigia. È un tono particolare che non avevo mai visto tra i vari eyeliner di varie marche e che mi ha colpita.
Poi una passata del Faux Lash Mascara nero col suo scovolino enorme per volumizzare (o almeno cercare di fare ciò sulle mie povere ciglia) ed una seconda mano col Long Lash Mascara.





Face Makeup
In order to give more dimension to the face, Angela did a subtle contour with a matte bronzer (Bronzing Pressed Powder in the shade Dune), followed by a swipe of the Second Skin Cheek Colour in Rose Bloom, which is a pretty matte antique rose.
To highlight and warm up the complexion, a touch of the Shimmer Bloc in Golden Mosaic which deposits a bit of color and is very shimmery, even a little too much for my standards perhaps.
To top it all off, a proper lipstick couldn't be missed. Angela showed me a selection of different shades and formulas and I had a hard time to choose which one to wear. I ended up opting for the Creme Smooth Lip Colour Merlot, which is a deep wine color with a hint of plum that Angela applied on me with a lip brush to tone it down. I loved that lipstick and is now on my neverending wishlist.

Al fine di dare maggior dimensione al viso, Angela ha realizzato un contouring leggero con un bronzer matte (Bronzing Pressed Powder nella tonalità Dune), con una passata del Second Skin Cheek Colour in Rose Bloom, che è un apprezzabile matte rosa antico.
Per illuminare e scaldare l'incarnato, un tocco del Shimmer Bloc Golden Mosaic che deposita un accenno di colore ed è molto shimmer e luminoso, forse addirittura troppo per i miei standard.
A completare il tutto, non poteva mancare un Rossetto degno di tale nome. Angela mi ha mostrato una selezione di colori e formule differenti ed ho impiegato un po' a decidere quale indossare.
Alla fine ho optato per il Creme Smooth Lip Colour Merlot, un color vino intenso con una sfumatura quasi prugna che Angela ha applicato con un pennello per smorzarne le note cupe. Mi è piaciuto così tanto che è finito, assieme ad altri, sulla mia infinita wishlist.





And the makeover was done!
These were the steps and the products used by the Laura Mercier mua.
After the makeup, I had a chance to browse the counter, trying and swatching an undefined number of products and I'd like to talk about what stood out to me the most and write some (very) first impressions. I'm afraid this post would be too long and boring though so I decided to split it in two parts. Stay tuned for the second one, with pictures and my two cents about some Laura Mercier products, that is coming very soon. Hope this post different from usual wasn't unbearably soporific. x

Ed il trucco fu ultimato!
Questi erano gli step ed i prodotti usati dalla mua di Laura Mercier.
Dopo la fase del makeup, ho avuto la possibilità di girare per il corner, provando e swatchando un numero indefinito di prodotti e mi piacerebbe parlare di ciò che più mi ha colpito e scrivere qualche prima(issima) impressione avuta. Epperò non vorrei che questo post diventasse troppo lungo e noioso, così ho pensato di dividerlo in due parti. Stay tuned (o anche no, vedete voi, non è una minaccia) per la seconda parte, con qualche immagine ed i miei 2 centesimi non richiesti. Post che arriverrà a brevissimo.
Spero che questo post invece, diverso dal solito, non sia risultato insostenibilmente soporifico.


Thanks a lot to Angela and Alice for the nice morning.
I wasn't obliged to write this post nor do I get paid to write it now though.

Un grazie ad Angela e ad Alice per la piacevole mattinata.
Non sono comunque stata obbligata a scrivere questo post né tantomeno vengo pagata per scriverlo ora.

17 comments:

  1. Ma che bella descrizione dettagliata! Sarei curiosissima di provare qualcosa di Laura Mercier...L'unico prodotto che provai fu la cipria opacizzante (verdina) che comprai più di due anni fa a NY e me ne innamorai. I correttori mi fanno gola eheh :)
    Baciii

    ReplyDelete
  2. ma ma... foto del look? ç_ç
    dimmi che ce l'hai! ç_ç

    a parte ciò ho letto con estremo piacere (tu sei bella che tempista, facile che domani riesca a passare in una Coin decente! XD), sospettavo che il correttore fosse malvagio (avendo noi problematiche simili in zona occhiaie, le mie penso che siano più chiare ma il discorso pelle beh mi risuona alquanto) ma per esempio le ciprie mi intrigano XD
    E in foto vedo almeno due rossetti ispirantissimi.

    ReplyDelete
  3. @Arianna Aru
    Grazie! Molti prodotti viso meritano decisamente e di alcuni, come il correttore Secret Camouflage, non mi viene neppure in mente un eventuale 'doppione'.

    @Misato-san
    Ne ho solo una inquadrata non in primo piano dove non sono venuta bene e dove non si capisce una mazzafionda per via delle luci artificiali dall'alto :\
    Il correttore mi ha ricordato un po' una copia migliore dell'Erase Paste (il demonio!!1!).
    In caso tu voglia darli un'occhiata, i rossetti da sinistra a destra sono Merlot, nonricordo, MOD, Mink e Chic ;)

    ReplyDelete
  4. Splendida descrizione, sembrava di essere lì con te <3
    I prodotti di questo brand mi affascinano incredibilmente!
    Spero di abbandonarmi presto ad un primo acquisto, ovviamente prima di farlo aspetto i tuoi tips!

    ReplyDelete
  5. @Misato-san
    Forse il secondo era Strawberry Sorbet, ma non ne sono sicurissima!

    ReplyDelete
  6. anche io volevo una foto del look!!! e questo post mi è piaciuto molto.. cosa non sono quei rossetti *_____* Laura Mercier mi attira per alcune cose, ma non avendo uno store vicino non ho mai swatchato abbastanza da comprare qualcosa.. tranne Canard, la prossima volta che ho occasione deve essere mia!!!

    ReplyDelete
  7. Che figata laura Mercier, non credo che a torino ci sia! ! Qualcuno mi può smentire? ? Ps. Perché l'erase paste non ti piace? E dello studio finish mac che ne pensi?

    ReplyDelete
  8. @simonetta gregorio
    Fiuuu, grazie! Temevo il risultato fosse un riassuntono prolisso e noioso :D

    @xasperadastra Make up Deer
    Avrei voluto metterla, magari tagliata a metà ma non rendeva bene l'idea del trucco nel dettaglio neanche tutta intera purtroppo.
    Canard, cosa non è! *_*

    @MufiMakeup
    Da quello che ho trovato scritto, dovrebbe esserci a Torino da Floris House (possibile?)
    Tra l'Erase Paste e me purtroppo è odio reciproco temo: non l'ho trovato così efficace nel coprire le occhiaie pesanti - ma gli do il beneficio del dubbio avendo scelto una tonalità forse troppo chiara - ma soprattutto mi dura un battito di ciglia. Tempo mezz'ora mi si infila malamente nelle linee d'espressione anche se lo fisso e lo rifisso con la cipria e tempo 2-3 ore mi scompare.
    Lo Studio Finish invece non l'ho mai provato e non ti saprei proprio dire :)

    ReplyDelete
  9. GRAZIE! Andrò a vedere da floris e ti farò sapere se lo trovo :)) l'erase paste non l'ho mai provato, mentre stavo una volta per comprare lo studio finish. una mia amica mi ha bloccato fulminandomi con lo sguardo e dicendomi che è secchissimo per il contorno occhi. Mi è rimasto il trip di provarlo! Ps mi piace un sacco leggerti :))

    ReplyDelete
  10. Che meravigliosa esperienza! :) hai fatto un bellissimo resoconto, io mi sarei dimenticata metà dei prodotti xD

    ReplyDelete
  11. Anche a me piacerebbe tantissimo provare i prodotti per la base di Laura Mercier! Pensa che io sono di Treviso e c'è un corner pure nella Coin lì... mi è piaciuto molto il tuo "reportage" :)

    ReplyDelete
  12. Non so se il corner c'è a Pordenone (dubito visto come va di solito.. ), però i prodotti sembrano interessanti.
    Avrei voluto vedere il risultato su di te però Ale :)

    ReplyDelete
  13. Post utilissimo come sempre..
    Ho finalmente capito quale tonalità del Secret Camouflage mettere in wishlist insieme al Silk Creme.
    Aspetto con ansia la seconda parte!

    *

    ReplyDelete
  14. @MufiMakeup
    In tutta onestà non ho mai capito il successo dell'Erase Paste, soprattutto se me lo immagino su un contorno occhi non più da quindicenne - e soprattutto per il prezzo ora aumentato secondo me ci sono correttori migliori, ma è tutto soggettivo :)
    PS: Aw, ti ringrazio! Mi fa molto piacere! ^^

    @Piper C
    Ma grazie! Fa piacere sapere che non ne è risultato un qualcosa alla stregua di un sonnifero.
    Per i prodotti c'è il trucco: mi ero annotata tutto! lol

    @Brandy Alexander
    Tempo fa andavo abbastanza spesso a Treviso e avevo visto il corner! Ben fornito tra l'altro!
    (Grazie mille! ^^)

    ReplyDelete
  15. @Valeria Garbo
    Purtroppo la foto non rendeva proprio, né i colori né il trucco occhi :| (al di là che ero venuta pure male ma sorvoliamo)


    @abadgirlovesilence
    Ooh bene! Io dopo trilioni di immagini e swatch non avevo ancora capito quale Secret Camouflage avrei dovuto acquistare e non mi azzardavo a prendere l'1 a scatola chiusa (e infatti...).

    ReplyDelete
  16. @Valeria Garbo
    Purtroppo la foto non rendeva proprio, né i colori né il trucco occhi :| (al di là che ero venuta pure male ma sorvoliamo)


    @abadgirlovesilence
    Ooh bene! Io dopo trilioni di immagini e swatch non avevo ancora capito quale Secret Camouflage avrei dovuto acquistare e non mi azzardavo a prendere l'1 a scatola chiusa (e infatti...).

    ReplyDelete
  17. Un'ottima descrizione. Ci sono tanti di quei prodotti da provare che c'è solo l'imbarazzo della scelta

    ReplyDelete