15 May, 2013

NARS products roundup

nars haul

With the arrival of Nars on Sephora's italian shelves, I thought to round up all the products I've tried out and to review them briefly. Hope this post could be somehow useful and guide those who don't know where to begin with this large brand or are seeking for the best of the best considering the high price tags.
Anyhow, this post needs an introduction: what you see in these pics is basically 1/4 of my entire makeup stash as NARS has to be my favorite brand along with MAC and I started to buy some bits from the US 3 years ago or so - we all know buying makeup from the US is much cheaper than buying it in Europe, right? (lucky you, fellow bloggers on the other side of the pond!)
In this post there will be just my two cents, which doesn't mean that if a product didn't work for me, it won't work for you either. By the way, if you too tried the same products feel free to leave a comment on what you think, so the post will be more complete and useful for those who never tried anything from this brand.
(Be prepared to loads of rambles after the jump!)

Con l'arrivo di Nars sugli scaffali italiani di Sephora, ho pensato di fare una raccolta di tutti i prodotti che ho provato finora e di recensirli brevemente. Spero che questo post possa essere in qualche modo utile e riesca a orientare chi non sa da dove iniziare con un brand tanto vasto o chi vuole solo il meglio del meglio senza rischiare la mega sòla - visti prezzi soprattutto.
Comunque sia, il post necessita di una premessa: ciò che vedete nelle foto è praticamente 1/4 di tutto il mio arsenale di makeup perché, ebbene sì, credo di poter dire che NARS è il mio marchio preferito assieme a MAC ed ho iniziato ad acquistarne qualche pezzo dagli Stati Uniti 3 anni fa o anche più - okay, ormai lo sapranno pure su Plutone che in USA il makeup (e fosse solo quello...) costa molto meno. Ovviamente tutto il cucuzzaro è stato acquistato in anni e non in pochi mesi, ça va sans dire.
In questo post ci saranno giusto i miei 2 centesimi il che, occhio, non significa che se un prodotto non ha funzionato per me, non funzionerà neppure per voi; si tratta solo della mia opinione e della mia esperienza personale, come sempre.
Comunque, se avete provato anche voi gli stessi prodotti sentitevi libere di raccontare come vi siete trovate, così il post può diventare ancor più completo e utile per chi del brand non ha testato ancora nulla. ;)
(E preparatevi, fate rifornimento di vivere e calorie, perché sarà un post che dire chilometrico è un eufemismo!)


nars complexion

Sheer Glow foundation
This foundation has a lot of hype and (almost) everyone seems to love it. Everyone but me. It is actually my least favorite foundation. It's supposed to be suitable for dry skin but emphasizes every dry patch on me, no matter the ton of moisturizing I slap on my face beforehand. It's like it doesn't blend in and just sits on top of my skin, looking unnatural and cakey. To top it all off, I can't see on me the famous glow many people rave about. I'd say the finish is satin/semi-matte actually.
Cutting to the chase, even if you have oily or combination skin, don't refuse to try a sample just because of the word 'glow' because Sheer Glow isn't sheer nor that glowy - the coverage is light to medium. All in all, it doesn't worth the hype for me though.
Good news: Sheer Glow offers a wide range of shades even for fairest complexions. For reference, I'm NC15 and the shade Gobi (the third lightest one) is still too light.
Bad news: the warm shades have a very strong yellow undertone to them and the foundation doesn't come with a pump.

Questo fondotinta ha molta fama e (quasi) tutte sembrano amarlo. Tutte, eccetto me. Anzi, tra tutti quelli che ho è il fondo che mi piace meno. Dovrebbe essere adatto alle pelli secche ma su di me enfatizza ogni minima area un po' disidratata, nonostante la tonnellata di crema idratante che mi butto addosso prima di stenderlo. È come se non si armonizzasse e restasse seduto sopra la pelle, sembrando innaturale e 'cakey'. Per completare il tutto, non riesco a vedere su di me la famosa radiosità (glow, appunto) di cui molte parlano entusiaste. Per me il finish in realtà è satinato/semi-matte.
Andando dritti al punto insomma, anche se la vostra pelle è mista o grassa, non rifiutatevi di provarne un sample a causa del temine 'glow' perché lo Sheer Glow non è né sheer, né glow. La coprenza va da leggera a media, ma non sheer. Nel complesso però, per me non vale la fama che ha.
Buona notizia: lo Sheer Glow offre una vasta gamma di tonalità anche per le carnagioni più chiare. Per dare un'idea, io sono un NC15 e il colore Gobi (che è il 3° e neppure il più pallido) è ancora troppo chiaro.
Cattiva notizia: le tonalità calde hanno un sottotono marcatamente giallo. In più questo fondotinta non è compreso di erogatore (il dispenser è venduto a parte per 4€).



Sheer Matte foundation
(Since I received a sample of this foundation a small while ago and I've used it only a few times, this are just 'first impressions').
It's a matte foundation, but no overly matte and my skin still looks quite radiant with this on.
I found the coverage better than Sheer Glow and I'd call it medium but not too buidable. I think it would suit combination/oily skin better than dry skin types, considering I had issues spreading it all over my (kinda dry) skin. Despite the liquid consistency, it's difficult to blend in and the 'splotchy effect' is around the corner - I have to check my face twice before going out in public with this on and every time I spot some small areas with no foundation. The good news is that it didn't emphasize dry patches or pores on my face and lasts for a good time span. However, I won't buy the full size and in all honesty, despite not being a bad product, I believe there are better ones for the same price tag, or even for less.

(Visto che ne ho ricevuto un sample poco tempo fa e l'ho provato ancora poche volte, prendete le mie parole solo come 'prime impressioni').
È un fondotinta matte ma non eccessivamente e la mia pelle sembra luminosa anche con questo sopra. Trovo che la coprenza sia migliore dello Sheer Glow e la definirei media ma non troppo modulabile. Credo che questo fondo sia tendenzialmente più adatto per una pelle mista/oleosa rispetto ad una secca, viste le difficoltà che ho avuto nella stesura. Nonostante la consistenza liquida, è infatti difficile da stendere e sfumare e l'effetto a chiazze è dietro l'angolo - prima di uscire in pubblico con questa base devo controllare più volte il viso e ogni volta scorgo qualche piccola area senza fondotinta.
La buona notizia è che non ha enfatizzato le aree secche e i pori e che dura per un buon lasso di tempo. Tuttavia non acquisterò la full size e in tutta onestà, per quanto non sia un cattivo prodotto, trovo ce ne siano di migliori per la stessa fascia di prezzo, o anche per meno.



Radiant Creamy concealer
While I kinda hate Sheer Glow foundation, I love this concealer. It's achieving the status of 'my absolute favorite concealer' and considering how problematic my undereye area is, that's not an easy status to obtain. It's creamy but doesn't crease badly even when not set with powder. It lasts almost all day long on me, it's easily blendable and a bit buildable too. The coverage is medium to high.. Moreover it's not drying by any means and is packed with good ingredients to help and treat the eye area (it's not a green product though).
In other words, I absolutely love this concealer and you need to check it out ;)

Mentre odio vagamente il fondotinta Sheer Glow, amo questo correttore. Sta raggiungendo il titolo de 'il mio correttore preferito in assoluto' e, considerando quanto problematica sia la mia area perioculare, non è uno status facile da ottenere. È cremoso ma non si infila tremendamente nelle linee d'espressione anche quando non è fissato con della cipria. Dura quasi per l'intera giornata su di me, è facilmente applicabile e sfumabile ed è anche un po' modulabile. La coprenza va da media ad alta.
In più non secca assolutamente la pelle e contiene ingredienti teoricamente validi per aiutare e trattare l'area dell'occhiaia (ma non aspettatevi un prodotto verde!).
In altre parole, adoro questo correttore e direi che dovete proprio dargli un'occhiata ;)




Light Reflecting Powder
Another winning product. I've been using this powder pretty much everyday since I got it and I do like it. It perfects the skin creating a 'soft focus' effect, blurring out pores and evening out skin texture. But it does all these wonders in a very natural way: no chalkiness, no white cast.
The finish is semi-matte but luminous, if that makes sense.
The Light Reflecting is available in compact version as well as in loose powder form. The price is the same but with the latter you get more product. However, I chose the first one as I needed a convenient powder to throw in the bag and carry with me. But, if the idea of a jar doesn't bother you, I'd suggest to check that one out first - you just need to use a light hand when applying and you're done.
With the compact version instead you need to use the specific sponge that comes with the powder or a dense, flat-top brush because the texture is very unusual and feels more than stiff, like a chalk block I'd say.
It's a product you appreciate once it's on the face and not just by swatching it.
Good news for those with dehydrated skin: this powder doesn't dry the skin out.
I definitely recommend to check it out!

Un altro prodotto vincente. Sto usando questa cipria quasi ogni giorno da quando l'ho presa e mi piace molto. Perfeziona il viso creando un effetto 'soft focus', mitigando i pori e rendendo più omogenea la trama della pelle. Ma queste meraviglie le fa in modo naturale: niente effetto gessoso, niente riflesso bianco. Il finish è semi-matte ma al contempo luminoso, se riesco a rendere l'idea.
La Light Reflecting è disponibile in versione compatta così come in polvere libera. Il prezzo è il medesimo ma con l'ultima avete più prodotto. Io ho però scelto di acquistare la prima versione perché mi serviva una cipria comoda e pratica da gettare in borsa e da portare in giro. Però, se l'idea di una jar con polvere svolazzante non vi infastidisce, vi suggerisco di dare un'occhiata prima a quella: dovete solo dosarla e applicarla con una mano leggera e via, siete a posto.
Con la forma compatta invece è necessario utilizzare la spugnetta specifica contenuta nella confezione (che è però delicata e si sporca in fretta) o un pennello ad hoc, come un flat-buki molto fitto, perché la texture è molto inusuale e appare più che compatta, come un blocco di gesso direi.
È comunque un prodotto che si apprezza una volta sul viso e non swatchandolo con le dita.
Buona notizia per coloro con la pelle disidratata: questa polvera non secca.
Consiglio caldamente di darle un'occhiata!




Pure Radiant Tinted moisturizer
Full review & swatches
A good tinted moisturizer with SPF30. If it's coverage you want, then this might not be the right product for you. It provides a sheer coverage but the silicone based formula does a great job in concealing pores and subtle imperfections. I like the natural and radiant finish and, by the way, it was my most used face product during last summer.
Does it worth trying it? If you don't mind a tinted moisturizer with a high percentage of silicones in it, then yes.

Review & swatches
Una buona crema colorata con la protezione 30. Se volete coprenza, questo potrebbe non essere il prodotto giusto. Fornisce una copertura sheer, molto leggera, ma la formula a base siliconica compie un buon lavoro nel minimizzare i pori e le leggere imperfezioni. Mi piace molto anche il suo finish naturale e radioso e tra l'altro è stato il prodotto viso che ho più utilizzato la scorsa estate.
Vale la pena provarlo? Se non vi dispiace usare un tinted moisturizer con una buona percentuale di siliconi, allora sì.




Illuminator
I forgot to include it in the photo but anyway you can see it here and here. I have this product in Orgasm shade but it's also available in Copacabana, Laguna and Super Orgasm. Basically, it's a liquid highlighter you can use in many ways: on the cheekbone, all over for a radiant boost, mixed with your foundation of choice or with your favorite face or body cream.
Personally I do like it especially mixed with light foundations such as Bourjois Healthy Mix. NARS Illuminator delivers a nice sheer glow that's not too loud and it's a must have of mine for the summertime (I love multipurpose products).
If you have spare money, I'd suggest to check it out.

Ho scordato di includerlo nella foto ma potete comunque vederlo qui e qui. Io h questo prodotto nella tonalità Orgasm ma lo trovate anche in Copacabana, Laguna e Super Orgasm.
Fondamentalmente, è un illuminante liquido che potete usare in più modi: sugli zigomi, ovunque per una sferzata di radiosità, mescolato col vostro fondotinta preferito o con la vostra crema viso o corpo. Personalmente mi piace sfruttarlo soprattutto mixato con fondotinta leggeri come i Bourjois Healthy Mix. Il NARS Illuminator apporta una radiosità sheer, non eccessivamente vistosa, ed è uno dei miei prodotti 'must have' per l'estate (apprezzo sempre molto i prodotti multifunzione).
Se vi avanza qualche soldo in più, vi suggerisco di provarlo.



nars lip products

Lip Gloss
They're glossy, not really sticky and the lasting powder isn't bad but frankly I don't think they worth the price. They are nice glosses, better than every cheap one I've tried out, okay, but that's it.
If one color really calls your name, then give it a chance as they're not bad.
Otherwise I suggest to focus on other Nars' gems.

Sono lucidi, non molto appiccicosi e la durata non è male ma francamente non credo valgano il prezzo. Sono dei gloss carini, meglio di tutti quelli economici che ho provato, okay, ma questo è tutto. Se un colore vi chiama proprio tipo Sirene nell'Odissea, allora dategli una chance perché non sono malaccio. Altrimenti vi consiglio di focalizzarvi su ben altre meraviglie di Nars.



Larger Than Life lip gloss
Well, these glosses are a slightly different story and I like them better than the previous ones.
They're extremely glossy, rather pigmented and last for hours without being too sticky (but a tiny tiny bit more than other Nars Lip Glosses).
Their peculiarity, besides the really glossy finish, is the applicator which is a teeny tiny brush. I personally like it because it allows me to be precise, but I think those with full lips might find it bothersome.
Either way, a fan of shiny lip gloss, will likely love these ones.

Ecco, questi gloss sono una storia leggermente diversa e mi piacciono più dei precedenti.
Sono estremamente lucidi, discretamente pigmentati e durano per ore senza essere troppo appiccicosi (lo sono un pochino-ino di più dei Lip Gloss ma sono tollerabili).
La loro peculiarità, oltre al finish molto glossy, è l'applicatore che consiste in un pennellino piccolissimo. A me piace perché consente di essere precisi, ma credo che le ragazze con labbra molto piene e carnose potrebbero trovarlo fastidioso.
Comunque sia, ad un'accanita utilizzatrice di gloss ultra lucidi, questi probabilmente piaceranno molto.



nars gloss and pencils

Lipstick (Satin)
NARS lipsticks are available in 3 different finishes: Sheer, Satin and Semi Matte.
And there are also Pure Matte lipsticks with totally different formula and packaging as well. But since I've only tried one Satin lipstick I won't talk about other finishes.
I don't know why, but I was afraid it would have been drying but, ladies, it's not. I really enjoy the formula, which is pigmented but feels light on the lips and also lasts more than my standards. It's comfortable to wear even if it can become slighlty (and I mean slightly) drying after 5 hours.
To me, though, NARS' Satin lippies aren't that similar to MAC's Satin-s. The latter are usually a bit thicker and don't glide on the lip as much smoothly - don't get me wrong, I love those too though.
(The one in the pic is Afghan Red, a beautiful garnet-red)
I suggest to swatch Afghan Red, Niagara, Tolède and Dressed to kill.

I rossetti NARS sono disponibili in 3 differenti finish: Sheer, Satin e Semi Matte. E ci sono anche i rossetti Pure Matte con formula e packaging totalmente differenti. Ma visto che ne ho provato solo uno dal finish Satin, non parlerò delle altre finiture.
Non so perché, ma inizialmente temevo seccasse molto le labbra ma, signore, non lo fa. Mi piace molto la formula invece, che è pigmentata ma leggera sulle labbra e che dura anche di più rispetto ai miei standard di 3h. È confortevole da indossare anche se inizia leggermente (ma intendo proprio leggermente) a seccare dopo tipo 5 ore.
Secondo me, però, i Satin di NARS non sono così simili ai Satin di MAC. Quest'ultimi di norma sono un po' più spessi nella consistenza e non scorrono sulle labbra in modo altrettanto fluido - non fraintentemi eh, amo pure quelli.
(Quello nell'immagine è il colore Afghan Red, un rosso granata).
Vi consiglierei di swatchare Afghan Red, Niagara, Tolède e Dressed to Kill.




Velvet Gloss lip pencil
I did a full review here of Buenos Aires shade. These are meant to be like medium pigmented gloss in pencil form but they're more of decently pigmented lipsticks with a shiny finish to me - the word 'lip gloss' makes me think of stickiness and hair stuck on the lips in a windy day, but this is not the case. Unlike proper lip glosses, in fact, these aren't sticky (just a tiny tiny bit, totally bearable) and the glossiness is average. To me they're comfortable to wear and tend to last longer than standard gloss.
Buenos Aires is a peachy nude beige - similar in color to MAC Peachstock lipstick - while New Lover is a rosy pink with golden shimmer.
If you like light and "swipe and go" products, these may worth your money.
Another pretty shade to swatch: Mexican Rose.

Una review completa del colore Buenos Aires l'avevo fatta qui. Queste sono pensate per essere una sorta di gloss mediamente pigmentati sotto forma di matita ma per me sono più dei rossetti discretamente pigmentati e con un finish lucido - la parola 'lip gloss' mi fa pensare a qualcosa di viscoso e ai capelli appiccicati alle labbra in una giornata di vento, ma non è questo il caso. Diversamente da veri lip gloss, questi non sono collosi (giusto un pochino-ino ma è veramente tollerabile e non fastidioso) e la lucidità è nella media. A mio sentire sono confortevoli e tendono a durare più a lungo di un comune gloss.
Buenos Aires è un nude beige-barra-pesca (simile nel colore al rossetto Peachstock di MAC) mentre New Lover è un color rosa con shimmer dorati.
Se vi piacciono i prodotti leggeri da "una passata e via", allora questi potrebbero valere le vostre pecunie.
Un altro colore meritevole di essere swatchato: Mexican Rose.




Velvet Matte lip pencil
As the name tells, these are pencils with a true matte finish, a creamy texture that applies easily and with a not drying formula.
I've tried two sades so far: one is nice, the other one is just okay.
Dolce Vita is a dusty rosy red, a kind of your lips color but better. It's medium pigmented and can achieve opaqueness with two or three swipes. It's creamy but not too much, doesn't smear but doesn't wear long either. Whereas Never Say Never - a beautiful "lavander" rose - isn't as good: it's not very pigmented, and what's worse, the result is a bit patchy on me and I have to go back and forth with the pencil in order to even it out. However the main problem I have with these is the longevity: they don't survive a meal or a quick snack and Never Say Never doesn't even last more than 2 to 3 hours.
So if you're on the hunt for comfortable matte lip product, give them a look. Otherwise, supposing you're more interested in long lasting products, skip them.
If you like them, try to swatch: Dragon Girl (above all), Train Blue, Dolce Vita and Bolero.

Come dice il nome stesso, queste sono matite con un finish totalmente matte, con una texture cremosa che si applica facilmente e con una formula che non secca.
Finora ne ho provate due tonalità: una non è male, l'altra è semplicemente 'okay'.
Dolce Vita è un color 'labbra ma meglio' rosato. La pigmentazione è media e può raggiungere una buona coprenza con due o tre passate. È cremoso ma non troppo, non sbava ma purtroppo non dura neppure molto. Never Say Never - un bel rosa con una punta lavanda - non è invece altrettanto valido: non è particolarmente pigmentato e, che è peggio, il risultato sulle mie labbra non è omogeneo e devo passare la matita avanti e indietro più volte per poterlo migliorare. Il problema principale che ho con questo prodotto è però proprio la durata: non sopravvivono ad un pasto o ad uno snack veloce e Never Say Never non dura neppure più di 2 o massimo 3 ore.
Se siete a caccia di un prodotto matte che sia anche piacevole da indossare, dategli un'occhiata. Altrimenti, ipotizzando miriate più alla durata, lasciate stare.
Se vi piacciono, provare a swatchare anche: Dragon Girl (questo dovete proprio provarlo), Train Blue, Dolce Vita e Bolero.




Satin lip pencil
I tried Luxembourg and I like it a lot. Supposing the other colors have the same texture and quality of Luxembourg, they are very creamy, smooth yet really pigmented. The color pay off is fantastic and the lasting power is as much good. I definitely recommend these pencils!
If you fancy reading a full review, click here.
Other pretty shades to check: Yu, Majella, Lodhi, Palais Royal.

Di queste ho provato Luxembourg e mi piace, molto. Supponendo che anche gli altri colori abbiano le stesse texture e qualità di Luxembourg, diciamo che sono molto cremose, morbide ma anche più che pigmentate. La resa del colore è fantastica e la durata è altrettanto valida. Decisamente ve le consiglio!
Se vi va di leggere una review dettagliata, la trovate qui.

Altre tonalità da guardare: Yu, Majella, Lodhi, Palais Royal.


nars blushes
Clockwise: Albatross, Orgasm, Angelika, Laguna bronzer, Luster, Cactus flower cream blush, Sin, Outlaw

Powder blush
Now, the most famous and hyped NARS' products. Are they worth the hype? Yes. Definitely. NARS and Illamasqua blushes are my all time favorite. However, some shades worth more than others - which doesn't mean the others are 'bad' products, but that they don't live up to the massive hype in my opinion.  
Sin is my favorite one: extremely pigmented but easy to blend and with smooth texture, lasts up to 8 hours on me, and has an interesting color that I don't know where to begin describing it. I know in the pan it doesn't look appealing at all but, trust me, swatch it, ask the SA to try it on, because it's worthy. Top notch quality, gorgeous color. (it has shimmer to it, but extremely fine, it's definitely more of a sheen).
Orgasm is overhyped for some, but it's still a pretty classic for me. I prefer Sin's quality but this is also quite good and may worth your money, depending on what you expect from it: if you' expect it to be the most amazing blush on this Earth because of all the hype, then no, I'm afraid it's not. But if you'd expect a beautiful peachy pink with golden sheen that warms and brightens up your face, then yes.
Angelika is a cool pink with silver shimmer. Many people love it but I just like it. Don't get me wrong, it's nice and with a good quality but I don't love that silver shimmer (not as fine as I'd like and looks like small glittery particles here and there, when applied with the wrong brush). The shade can be flattering on both warm and cool undertones since it's not too cool. It's pigmented, quite smooth and blends in effortlessly.
Outlaw has such a gorgeous color to me (a sort of deep rose with golden shimmer) but, formula wise, is the most unfortunate of the bunch (which means that it's an 'okay' product, but not as good as others). The pigmentation is not the best and so is the blendability. The texture is dry and stiff and you need to go back and forth with the brush in order to get a good amount of product. Other than that, it has a good staying power. You might like it a lot if you prefer buidable blushes rather than overly pigmented ones and if you're fair - if you need to pack up the color on your medium/deep complexion, Outlaw might turn out to be difficult to blend. Nonetheless, I can't not to love the color.
Luster is another successful blush, described as a "sheer golden apricot". I love it, full stop. I like the texture - smooth, easy to apply and blend - and the color pay off which can be sheer in a good way or easily built up. It's not matte by any means but the golden sheen makes it luminous and not too over the top. It will be one of my go-to blushes this summer for sure.
Those with very fair complexions or cool undertones might want to try it on before purchasing as the base shade is markedly warm.
Albatross is a well known highlighter. It has an ivory base and golden sheen with some finest shimmer as well. To be honest it's not my favorite highlighter or NARS' product. I'd say it's a medium-a-bit-obvious-highlighter (hope that makes sense) that could be a little ashy on medium to dark skin tones perhaps. I know it has a lot of hype but to me there are better NARS blushes. Again, it's a good product, but not one of the best in my opinion.
All of these are shimmer and so are most NARS' blushes. But if you prefer matte finish, then focus on: Douceur, Mata Hari, Gilda, Dolce Vita, Amour, Gina, Desire and Exhibit A.


Ora, il più famoso e chiacchierato tra tutti i prodotti NARS. Valgono la fama che hanno? Sì. Decisamente. I blush NARS e Illamasqua sono in assoluto quelli che preferisco. Anche se, va detto, alcune tonalità meritano più di altre - il che non significa che le altre siano pessimi prodotti, ma che semplicemente non tengono fede alla fama assurda che hanno, a mio vedere.
Sin è il mio preferito: davvero pigmentato ma facile da sfumare e con una texture molto setosa, dura anche 8 ore su di me e ha pure un colore interessante che non saprei da dove iniziare a descrivere. So che nella cialda non attira affatto ma, credetemi, swatchatelo, chiedete di provarlo, perché vale. Qualità ottima, colore splendido. (non è matte ma ha degli shimmer estremamente fini, che danno come effetto quello di un riflesso, di una luminosità, non di particelle sparse qua e là).

Orgasm è sopravvalutato e inflazionato per alcune, ma resta sempre un bel classico secondo me. Preferisco la qualità di Sin ma anche questo è abbastanza buono e può valere la spesa, dipende da ciò che vi aspettate da lui: se vi aspettate il blush più fantasmagorico del pianeta stando a tutto l"hype" che gli gira attorno, allora no, temo proprio non lo sia. Ma se vi aspettate un bel rosa pesca con un riflesso dorato che scalda e illumina il viso, allora sì.
Angelika è un rosa freddo con shimmer argento. Molte persone lo amano, ma diciamo che a me piace semplicemente. Non fraintendetemi, è un blush carino e con una buona qualità ma non sono questa gran amante degli shimmer argentati (non sono fini come vorrei e quando applicati col pennello sbagliato sembrano più dei piccoli glitter qua e là). La tonalità può donare sia a sottotoni caldi che a sottotoni freddi dal momento che non butta troppo al freddo. È pigmentato, abbastanza mordido nella texture e si sfuma bene.
Outlaw ha per me una tonalità così splendida... (una specie di rosa sangria con shimmer dorati) ma, per quanto concerne la formula, è il più sfortunato del gruppo - cioè non è pessimo, ma neanche valido quanto gli altri. La pigmentazione non è la migliore e neppure la sfumabilità. La texture è arida, molto compatta e c'è bisogno di passare il pennello avanti e indietro per prelevare una buona quantità di prodotto. A parte questo, ha una buona capacità di durata. Potrebbe piacervi se preferite i blush dalla pigmentazione modulabile piuttosto che quelli ultra intensi e se siete un po' chiare di carnagione - se avete bisogno di stratificare il colore sul vostro ipotetico incarnato medio/medio-scuro, Outlaw potrebbe rivelarsi difficile da sfumare bene. Nonostante tutto però, non posso non amarne il colore.

Luster è un altro blush vincente, descritto come un "albicocca dorato e sheer". Lo adoro, punto. Mi piace la texture - vellutata, facile da stendere e sfumare - e la resa del colore che può essere sheer, in senso buono, o facilmente costruita e intensificata. Non è assolutamente matte e lo sheen dorato lo rende luminoso ma non sopra le righe. Sarà di certo uno dei blush che più sfrutterò in estate.
Chi ha un incarnato particolarmente chiaro in stile nordico o dei sottotoni molto freddi è meglio che lo provi sul viso prima di passare ad un eventuale acquisto perché il colore di base è marcatamente caldo.
Albatross è un famoso illuminante. Ha una base avorio ed un riflesso dorato con degli shimmer finissimi. Ad essere onesta non è il mio preferito tra gli highlighter o i prodotti NARS. Direi che è un medio-abbastanza-visibile-illuminante e forse potrebbe risultare un po' gessoso su pelli da medie a scure. So che ha una buona dose di fama ma per me ci sono blush di Nars che meritano di più. Di nuovo, lo vedo un buon prodotto, ma non uno dei migliori che consiglierei a tutti i costi ad un'amica.
Tutti questi sono blush shimmer, così come la maggior parte dei blush NARS. Se preferite il finish matte, focalizzatevi su
Douceur, Mata Hari, Gilda, Dolce Vita, Amour, Gina, Desire ed Exhibit A.



Bronzer (Laguna)
I'm no the biggest fan of bronzers and I don't use them that often but when I do, Laguna is my bronzer of choice.
It looks dark in the pan, too dark for a light complexion, but it can be actually sheered down. I can use it without issue on my NC15 face because it's not too pigmented, but buildable and above all blendable. A lot depends on the brush you choose. I don't think, however, that's the best product ever for countouring because despite not being orange it's not cool enough either - at least for me. It's not completely matte and has the subtlest shimmer to it, but the overall finish is satin/semi-matte though. All in all it's a good product.

Non sono la più grande amante dei bronzer o terre, che dir si voglia, e non le uso così spesso, ma quando lo faccio la scelta ricade sempre su Laguna.
Nella cialda sembra scuro, troppo scuro per una carnagione chiara, ma in realtà può facilmente apparire leggero. Riesco ad usarlo senza problemi sul mio viso da NC15 perché non è troppo pigmentato, ma costruibile e soprattutto sfumabile. Molto dipende dal pennello che utilizzate. Non penso comunque sia il miglior prodotto del mondo per il contouring perché, per quanto non sia aranciato, non è neppure abbastanza freddo - o almeno non lo è per me.
Non è totalmente matte ed ha un finish shimmer davvero leggero: l'aspetto generale è infatti quello di una finitura satinata/semi-matte. Nel complesso è un buon prodotto e se amate i bronzer, dategli uno sguardo.




Cream blush
NARS cream blushes have a cream-to-powder finish and the texture is different from your usual cream blush. It doesn't feel literally creamy - it's difficult to leave a fingerprint on the pan - and once set on your cheeks nobody would tell it's a cream product. There aren't too many shades (7) to choose from and Penny Lane is maybe the most loved by many. I, however, picked up Cactus Flower. It's insanely bright and scary in the pan but it can be easily sheered down as it's not overly pigmented. The problem with that is the lasting powder, which isn't the same of powder blushes.
In all honesty, I suggest to focus more on the powder ones rather than on these - or at least on Cactus Flower (I don't know if others have the same formulation but I think so).

I blush in crema di NARS hanno un finish diverso dal solito: cream-to-power, ovvero sono cremosi ma da applicati mimano i blush in polvere. Non sembrano propriamente cremosi - è un po' difficile lasciare un'impronta sulla cialda - ed una volta assestati sulla guancia, nessuno direbbe che si tratta di un prodotto in base cremosa. Non sono presenti troppe tonalità tra cui scegliere (7) e Penny Lane è forse la più amata da molte. Io però a suo tempo ho scelto Cactus Flower. È assurdamente acceso nella confezione ma si rivela poi essere anche sheer e non troppo pigmentato. Il problema che ho con questo prodotto è purtroppo la durata, che non è la stessa dei blush in polvere.
In tutta onestà, consiglierei di focalizzarsi più sui Powder Blush che su questi - o almeno su Cactus Flower (ignoro se gli altri abbiano la stessa formulazione ma presumo di sì).




Yachiyo brush
For some reason, I'm somehow fond of this brush. I had wanted to get it for years and then bought it a year ago thanks to a special offer on HQhair. Did I regret it? Absolutely no. Did you really need this tool? No, but it's a good addition to your stash if you like applying your blush with a light hand and leave the 80s where they were. I don't know if you'd find this brush useful if most of your blushes are buildable and not very pigmented though - to me it's a godsend when it comes to uber pigmented ones such as some from Nars or Illamasqua (this is the brush I always use with Sin, by the way). It's like it does all the job by itself, creating a perfectly blended effect - kinda difficult to explain though.
(Note: not suitable for vegans because the bristles are made of goat hair)

Per una ragione imprecisata, sono in qualche modo affezionata a questo pennello. L'ho desiderato per anni e l'ho acquistato un anno fa grazie ad uno sconto speciale su HQhair. Me ne sono pentita? Assolutamente no. Avete davvero bisogno di questo attrezzo? No, ma è una buona aggiunta al vostro esercito se vi piace applicare il blush con un tocco leggero e lasciare gli anni 80 là dove stanno. Non so se possiate trovarlo utile nel caso in cui i vostri blush siano poco pigmentati e più modulabili però - per me è una manna quando si tratta di quelli molto scriventi come alcuni Nars o Illamasqua (e tra l'altro è il pennello con cui applico sempre Sin). È un po' come se facesse tutto il lavoro da sé, creando un effetto perfettamente sfumato ai bordi - okay, è difficile da spiegare.
(Nota: non adatto a vegani perché le setole sono naturali e fatte di pelo di capra).




Other:
There are other NARS' products I don't own but I know it's worth checking them out.
Pure Matte lipsticks: Carthage, Valparaiso, Terre De Feu, Mascate
Semi Matte lipsticks: Funny Face
I heard good thing also about single eyeshadows, NARS eye primer and Larger than Life eyeliner.
What I do NOT recommend are Super Orgasm blush (chunky glitter ahead!) and Soft Touch Shadow pencil (they crease like there's no tomorrow - to give you an idea).

Ci sono altri prodotti NARS che non possiedo ma so che valgono la pena.
Pure Matte lipsticks: Carthage, Valparaiso, Terre De Feu, Mascate
Semi Matte lipsticks: Funny Face
Ho inoltre sentito buone opinioni sugli ombretti singoli, il primer occhi e i Larger than Life eyeliner.
Ciò che invece NON consiglio assolutamente sono il blush Super Orgasm (glitterazzi giganti a ore dodici!) e le Soft Touch Shadow pencil (si infilano in ogni dove come non ci fosse un domani - giusto per dare un'idea).




Oh My. It was hard labor but also fun! Either way, I do hope this was helpful and gave you an idea on what you can find in the NARS' line and what's worth the hype -and the splurge- and what's not (in my opinion).
If you have questions on some products or you'd like a more in depth review of something, let me know!
Have a great day guys! xx

Oddio, ce l'abbiamo fatta. Questo post è stato un parto! (Ma anche divertente dai).
Comunque sia, spero risulti utile e dia un'idea di cosa potete trovare nella linea NARS e di cosa tiene fede alla sua fama o meno (sempre a mio parere, s'intende).
Se avete domande su dei prodotti o vi interessa una review nel dettaglio su qualche cosa in particolare, fatemelo sapere!
Tra l'altro, NARS è acquistabile sul sito italiano di Sephora a partire da oggi e arriverà in questi negozi fisici tra fine maggio e inizio giugno.
Ed è tutto, buona giornata ragazze!



21 comments:

  1. Ok, ho fatto la lista di cosa tenere d'occhio: Correttore, blush, bronzer e lip pencil nei vari finish. Prevendo il lastrico economico per la sottoscritta, ma ho uno sconto del 20% e forse ora so come investirlo. Forse.
    Orgasm non mi ha mai convinto più di tanto, è il più famoso ma anche il più copiato e interpretato, i blush matte mi attraggono di più e sicuramente andrò a swatchare lo swatchabile appena possibile, vedremo se troverò qualcosa che mi rapirà il cuore.
    Grazie per il post riassuntivo sui prodotti che possiedi, non conoscendo Nars se non di fama, a me personalmente torna utilissimo e sono certa che lo sarà per molte :)
    baciiii

    ReplyDelete
  2. Come sai per me Gobi è leggermente scuro... ma che io trascenda il concetto di "pallido" è ormai assodato, figurati che è da sabato che alterno la specie di BB cream di couleur caramel con la loro crema colorata e noto che entrambe mi danno un colorito simile a quando ho preso un po' di sole (soprattutto la seconda). e parliamo di prodotti che definire sheer è poco...

    I fard dovrei ripucciarli, li avevo pucciati anni fa alla Manor di Lugano e non mi avevano convinto, anche perché molti erano con perlescenze e preferisco sempre i fard opachi.
    I rossetti (e i matitoni rossetto) invece... Appena riuscirò a mettere piede da Sephora ne ho una sfilza da swatchare, anche perché Fransuà è palesemente un amante delle labbra scure <3

    ReplyDelete
  3. Fantastica... Grazie mille per questa splendido post super chiaro, soprattutto per chi come me è ancora un pò inesperta sui prodotti Nars!!!! Per quanto riguarda la crema colorata io l'adoro!!!!

    ReplyDelete
  4. Bellissimo e molto utile post. Ecco, adesso voglio il correttore...
    per quanto riguarda i prodotti io ho provato solo il fondo sheer glow nella goodie bag di hqhair e l'ho trovato veramente molto valido, ma ha una pecca grossissima sulla durata...e ahimè con quel che costa non è poco. ma finchè dura io l'ho trovato fantastico. mi rimane il dubbio sulla verione mat. mi incuriosiscono anche i blush ( e te pareva..) e per quello che riguarda i prezzi concordo con l'idea che hqhair sia la scelta + conveniente, persino rispetto al prezzo sephora-usa che comunque ha da aggiungerci le tasse..mi sa proprio che al prossimo giro mi accaparro il concealer..rimane il dubbio sulla tonalità. anche io sono un nc15, ma veramente poco gialla..delle due neutra.stavo valutando tra honey e custard...
    comunque grazie per il lavorone ..complimenti.

    ReplyDelete
  5. Mi sono segnata un po'di prodotti che vorrei swatchare quanto prima *_* il correttore in particolare mi fa battere forte il cuore, sembrerebbe proprio fare al caso mio *_*

    ReplyDelete
  6. @A.G. - Whatsinmybag
    Includi anche i rossetti Pure Matte e Satin! :P
    Al signor F.Nars in effetti i blush matte non devono piacere troppo, visto che il range è composto per lo più da toni shimmer&co.
    E prego, figurati, se è utile mi fa piacere ;)

    @Lidalgirl
    Mi ricordavo :D Peccato comunque non abbiano portato anche Gobi e Siberia da noi (ma le faranno le indagini di mercato?...), anche solo così, per togliersi la curiosità di provare un sample e vedere se Siberia era potenzialmente il tono giusto.
    Sui blush (anzi, blusher :P) matte forse è il caso che vada ad aggiungere una postilla, perché effettivamente sono pochi rispetto agli altri.

    @Tutto Ciò Che Ci Rende Belle
    Prego! :)
    La crema colorata piace molto anche a me - ho visto che abbiamo pure la stessa tonalità!

    ReplyDelete
  7. @alessandra zanasi
    Quel correttore mi sento proprio di consigliarlo: se funziona sul mio contorno occhi... :D
    Io sono un NC15 e utilizzo Custard MA solo per le occhiaie. Le ho molto marcate e mi serve qualcosa di caldo e più scuro del mio incarnato per contrastarle. Sul viso non posso usarlo per eventuali imperfezioni perché si nota lo stacco (ad occhio Custard equivale ad un NC25, per dare un'idea). Quindi ti consiglio di swatcharlo prima - e occhio che appena swathcato e dalla confezione sembra molto più chiaro di quanto ni realtà non sia una volta assestatosi.
    L'unico problema è che eventualmente le due tonalità chiare, Vanilla e Chantilly, non sembrano essere vendute nella nostra Sephora... :\

    @GoldenVi0let.com
    Sperando che Sephora decida di portare anche le due tonalità chiare del correttore perché finora ha in vendita solo quelle medie e scure °_°
    Comunque sia, deBBi(!) richiederne davvero un sample e provarlo *_*

    ReplyDelete
  8. Quante belle cosineeee, ma io voglio vedere anche gli swatches :P
    io di Nars per ora ho solo due prodotti e sto aspettando che arrivi il terzo da Hqhair (dopo un mese li ho contattati e mi hanno rispedito l'ombretto, speriamo arrivi XD).. in wishlist ho il blush Orgasm, l'ombrett Outremer e qualche rossetto e matitone da valutare!

    ReplyDelete
  9. @xasperadastra Make up Deer
    Eeh per gli swatches rimando ad eventuali review singole, altrimenti finivo a Natale del 2023 :p :)

    ReplyDelete
  10. Je t'aime, sappilo.
    Anche io AMO i blush di Nars. Sì, lo so, ne ho solo uno ma davvero in quanto a qualità se la batte anche per me con quelli di Illamasqua.
    Ho il tuo (bellissimo) Luster... :-)
    E corteggio Dressed to Kill ma mi sono imposta di non comprare più rossetti. Per un po'.


    Tipo 24 ore.

    ReplyDelete
  11. Che meraviglia!!
    L'arrivo in Italia di Nars mi ha letteralmente mandato in brodo di giuggiole! Ho in wishlist sia il correttore che luster, in più anche il fard Gina e vari rossetti. A questo punto potrò crogiolarmi ore e ore davanti allo stand <3
    Io per ora ho provato due fard che per caratteristiche sono diametralmente opposti (Doucer un colore molto sobrio dalla texture simile a quella di Outlaw ed Exibit A, un rosso acceso e super pigmentato e devo dire di amarli entrambi), il rossetto Terre de feu della linea pure matte che adoro letteralmente, opaco, duraturo e non secca le labbra e un duo di ombretti Isolde che hanno texture e durata pazzeschi.
    So che sembro una fanatica del brand, ma sinceramente relativamente ai pochi prodotti che ho provati provo un entusiasmo che ha dell'incredibile *camiciadiforzainarrivoperme*

    ReplyDelete
  12. @Make-up Compulsivo
    <3
    Quanto bello è Luster?
    Speriamo poi che Sephora porti Dressed to Kill e anche altre tonalità più nuove, perché mi sembra che per ora manchino sul sito.
    (Il "tipo 24 ore" l'ho letto dopo. Ho avuto una risata a scoppio ritardato XD)

    @The Sound of Beauty
    Terre de feu *_*
    Te lo ammiro sempre ogni volta che sbuca in qualche foto! Non ho mai provato i Pure Matte ma ne parlate tutte così bene che è probabile che il prossimo 20% di Sephora vada lì.
    Buono a sapersi pure sul duo: non ho mai provato neppure dei loro ombretti ma Isolde è pure uno dei duo che sono curiosa di swatchare!
    (Tranquilla che qua siamo tutte nella stessa barca e aboliamo le camicie di forza XD)

    ReplyDelete
  13. Quanta meraviglia. L'arrivo di NARS mi sta mandando in brodo di giuggiole e il portafoglio si è chiuso a riccio e ha tirato fuori tutti gli culei dei quali disponeva. Sicuramente darò un occhio ai blush che sono i prodotti che mi attirano di più, e ai rossetti.

    ReplyDelete
  14. Io da quando ho letto la tua review su Buenos Aires mi sono innamorata follemente di lui, e non riesco a togliermelo dalla testa. Penso che sarà il mio primo acquisto di questo brand, che acquisterò rigorosamente online in ogni caso, Sephora o non Sephora.
    Comunque questo post è utilissimo, grazie mille!

    ReplyDelete
  15. Altro che parto, questo post è stato utilissimo!
    Mamma mia quanto prodotti NARS hai! Io ne ho vergognosamente solo uno, Deep Throat!
    I matitoni labbra mi ispirano... Buenos Aires, ma anche le satin sono eccezionali! Spero tanto arrivi a Pisa, anche se penso che acquistero da HQHair...
    Albatross l'avevo puntato... però mi girava un po' spendere così tanto per un illuminante che non avrei mai finito, non avendo nemmeno un blush nars vero e proprio!


    voglio quella cipria... accidenti! E pure l'illuminator
    *corre a consultare HQHAIR

    ReplyDelete
  16. @TheMorgana1985
    I blush tendenzialmente meritano molto!

    @Giada
    Galeotta fu la review insomma... :D
    Prego, non c'è di che! Contenta sia utile! Se prendi Buenos Aires fammi sapere *_* spero si riveli all'altezza delle aspettative.

    @Alis
    Mi fa piacere!:)
    Sulla quantità eeehm aver sviluppato un po' di ammmòre per Nars anni fa (ed essere uscita dal tunnel di Mac e delle sue millemila edizioni limitate) ha avuto un certo ruolo nella faccenda!
    Su Albatross concordo: l'ho preso giusto perchè era in un duo con Orgasm, ma da sola non so se l'avrei mai preso - ma ti confesso che non amo spendere moltissimo per gli illuminanti, a meno che non siano liquidi e quindi multiuso :) (ciao Skin Perfector di Becca, ti tengo sempre d'occhio)

    ReplyDelete
  17. ti faccio un'altra domandina: il pennello Yachiyo è fragile? richiede determinate attenzioni in più soprattutto nel lavaggio?

    ReplyDelete
  18. @xasperadastra Make up Deer
    Mi tocca risponderti di sì. Il mio sta resistendo bene ma ammetto di trattarlo come una reliquia. Essendo fatto in modo artigianale è molto delicato. Per il lavaggi utilizzo il classico shampoo con balsamo incorporato per bambini, ma sto attentissima a non bagnare il manico né la base perché non vorrei che la parte in wisteria/glicine (praticamente il filamento che gira tutto attorno alla struttura) si rovinasse. Non è assolutamente un pennello che lancerei in valigia in malo modo o impaccherei dentro la borsa alla rinfusa ecco :D

    ReplyDelete
  19. Buono a sapersi XD ci vuole un contenitore solo per lui allora ahaha, nel Dry N shape di Sigma credo lo stresserei troppo (leva metti leva metti finisce che mi si stacca la testa dal manico -___-).. però ho bisogno di un pennello tipo questo da usare con blush super pigmentati... ho il 188 di Mac che va piuttosto bene, ma è piccolino e impiego un sacco di tempo con i prodotti in polvere.. e temo che il 187 sia invece troppo grande .. i dilemmi della vita!

    ReplyDelete
  20. @xasperadastra Make up Deer
    Bingo! Io infatti lo tengo in un portapennelli a parte dove tengo i 3-4 che uso tutti i giorni o quelli che hanno un gran bisogno di essere lavati. Sì insomma, lo tengo in un posto non ammassato in modo che non si rovini (ma potrei essere io particolarmente fissata XD).
    Comunque, in caso non avessi mai avuto occasione di vederlo dal vivo, anche Yachiyo è piccolino. O almeno di più di quello che sembra in foto (nella parte più larga misura 3,5cm, mentre sono 4,5/5 nella parte più lunga della testa), per dire. Però non ti fa impiegare secoli nell'applicazione perché la testa è comunque sviluppata in larghezza. Il 187 io non te lo consiglierei per i blush o almeno, per il mio viso è gigante :)
    (di contro, il 187 è adatto anche ai blush in crema, Yachiyo nada).

    ReplyDelete
  21. Il Radiant concealer è davvero ottimo! Mentre quello in stick è troppo cakey e non così tanto coprente.
    Complimenti per il blog e per le bellissime foto :) (PS: posso chiederti che macchina fotografica usi?)

    ReplyDelete