21 April, 2012

My Beauty Box: opinioni e considerazioni, box marzo e aprile

Dopo qualche mese di Glossybox in Italia (della quale trovate la mia opinione qui, click!), sembrava essere arrivata un'azienda concorrente in fatto di abbonamenti a box a sorpresa: My Beauty Box.
My Beauty Box si presenta infatti come un servizio con alcune somiglianze con Glossybox: ci si abbona, anche qui al costo di 14€, per ricevere ogni mese una box e:
"provare i più esclusivi ed ultimissimi prodotti cosmetici di marche prestigiose che abbiamo selezionato per te. Ogni mese 5 lussuosi mini-formati direttamente a casa tua".

Anche qui l'abbonamento è disdicibile in qualunque momento, questa volta tramite Paypal.
Le differenze stanno nel fatto che queste scatole sono tematiche, nel senso di mono-marca, e che i prodotti trovati nella box, anticipati come difficilmente reperibili in Italia, saranno poi acquistabili direttamente dal sito My Beauty Box, senza cercare in lungo e in largo. L'idea di base mi sembrava buona, e anche le premesse lo erano.  E' arrivata in questi giorni la seconda box, quella di aprile, ed ecco le mie opinioni, riflessioni ed esperienza in merito al servizio.


(attenzione attenzione, post chilometrico a ore 12!)

...marzo
Partiamo dall'inizio di marzo, quando My Beauty Box ha inviato delle box ad alcune blogger, per sponsorizzare il neo-nato servizio.
Un esempio di quella box la trovate qui.
A tutte le blogger contattate da MBB (o che hanno contattato MBB) sono arrivati 5 smalti mini size da 4.6ml di Leighton Denny. È un marchio, che personalmente non conosco molto, ben noto e apprezzato, che comunque non mi (sarebbe) dispiac(iuto) provare.
Il costo medio di una sua boccetta di smalto full size è di 13€.
La cosa che non mi piaceva però era l'idea di trovare in una box solamente smalti e tutti del medesimo brand - per quanto ami gli smalti, in queste box preferisco la varietà.
E pare che molte altre ragazze abbiano avuto la mia stessa perplessità, blogger contattate da MBB incluse, che hanno ri-contattato l'azienda per sapere se quella ricevuta fosse effettivamente la versione ufficiale o solo un prototipo, per così dire, dimostrativo.

Presto-fatto, un paio di domande allo staff e la risposta che ha diradato i dubbi è arrivata: quella box era solo la versione "dimostrativa" per le blogger ed è stato detto e ridetto più volte che non aveva nulla a che fare con la reale prima box ufficiale. Dopo aver letto questo mi ero quindi abbonata: il livello del marchio mi sembrava buono e come presentazione anche, se era solo una piccola box preliminare quella vera e propria prometteva bene. Aggiungiamo che il servizio aveva anche anticipato che ogni box sarebbe stata a tema (ed io apprezzo questo genere di cose) non specificando però in che senso.

Le polemiche che sono seguite una volta che le box ufficiali erano arrivate a (quasi) tutte le abbonate sono state parecchie, date dal fatto che il contenuto altro non era se non i cinque smalti Leighton Denny mini size già ricevuti dalle blogger, quelli che no no sono solo una box dimostrativa per le blogger e diversa da quella vera.
Nulla di più, nulla di meno.
Le lamentele sono quindi fioccate a valanga sulla pagina Facebook dell'azienda, che inizialmente ha avuto un comportamento abbastanza opinabile (un silenzio di ore rotto da risposte preconfezionate), nate più da una definita sensazione di presa in giro - viste tutte le precedenti affermazioni sulla box "di anteprima" che no no non c'entra nulla con quella ufficiale - che dai prodotti in sé.

Successivamente My Beauty Box ha assunto un atteggiamento diverso e ha cercato di riscattarsi comunicando che, visto il malcontento generale, la box di aprile sarebbe stata inviata omaggio a tutte le abbonate di marzo.
Non mi è ovviamente piaciuto molto il comportamento iniziale che sembrava di poca trasparenza e correttezza, non mi è piaciuto un granché neanche il rispondere inizialmente alle lamentele dicendo che le tonalità degli smalti inviati sono una novità della primavera/estate in esclusiva, quando è bastato dare un'occhiata al sito Leighton Denny per vedere subito che le collezioni realmente nuove ed estive comprendevano ben altre colorazioni.
Tuttavia sembra che lo staff abbia imparato dallo scivolone dello scorso mese: a marzo le box erano state inviate il 29-30 del mese, arrivando quindi a inizio aprile (quando preferirei ricevere la box, ad esempio di marzo, nel mese corrispettivo) mentre le box di aprile le hanno fatte partire già il 17; a marzo molti indirizzi erano mancanti del numero civico creando quindi determinati disguidi, mentre questo mese sembra che tutto sia stato svolto correttamente. Inoltre la quantità del contenuto della My Beauty Box di aprile è ben più ricco rispetto a quello dello scorso mese e questa volta non sono state fatte false promesse né hanno, giustamente, creato false aspettative; non si sono anzi sbilanciati in nessun indizio.

Ma, fermi tutti: dove sono le foto degli smalti inviati a marzo?
La risposta è che non ci sono, perché non ho ricevuto nessuna box.
L'ho pagata, MyBeautyBox l'ha inviata ma tramite il corriere Bartolini è andata perduta. olè.
(ho quindi richiesto un rimborso via Paypal e mi sono messa in contatto col servizio clienti che devo dire risponde cordiale e abbastanza velocemente)


...aprile
Tralasciamo i miei 14€ (temporaneamente) salutati e passiamo alla recensione vera e propria della box di aprile, ricevuta gratuitamente come tutte le altre abbonate di marzo per i motivi di cui sopra.

La scatola è contenuta in una confezione esterna rossa lucida col logo del fiocco My Beauty Box impresso sopra che, una volta aperta, svela la box vera e propria: in cartone resistente, nera lucida con l'interno rosso, all'incirca della stessa grandezza di quella della concorrenza.
I prodotti sono racchiusi da una carta velina nera chiusa da un adesivo col logo e ppoggiano su un letto di strisce di carta nera.
Qui la questione è meramente di gusti personali ma per quello che mi riguarda preferisco la presentazione della concorrenza: vuoi per i colori - una scatola nera all'esterno e rossa all'interno mi porta a fare un'associazione mentale con un qualcosa di macabro, è più forte di me (senti la Neuro in lontananza...!) - vuoi perché tra il rosa cipria e il nastro, il packaging di Glossybox mi comunica un'idea di maggior "finezza".

Per quanto riguarda i prodotti all'interno non c'è che dire: è sicuramente una box abbondante e onestamente non mi aspettavo tutta questa quantità.
Si tratta infatti di 5 prodotti mini size della marca Weleda, inviati tutti in forma doppia.
Con questa box si va quindi a consolidare l'ipotesi che il servizio MyBeautyBox per "box a tema" intende prodotti differenti tra loro ma di un'unica marca.

Però il fattore mono-marca porta con sé pro ma anche un tot di contro: se il marchio è quello che ci piace o che ci interessava provare abbiamo speso 14€ per qualcosa, ma se invece non rientra nei nostri gusti, lo abbiamo già provato e non ci andava bene o non produce cose in linea con ciò che preferiamo, in quel caso diventa difficile salvare anche solo un prodotto - cosa che invece, bene o male, si riesce a fare quando c'è varietà come nella box concorrente.
Nello specifico, questo mese saranno più contente le abbonate amanti della skincare naturale, un po' meno chi si aspettava prodotti di make-up o di altra tipologia:

Weleda, crema fluida alla Rosa Mosqueta 20ml x 2
crema corpo, trovo gradevole e leggera la fragranza
Weleda, trattamento idratante levigante alla Rosa Mosqueta 7ml x 2
per pelli normali e miste "attenua prime rughe e mantiene la pelle vitale",
la fragranza sarebbe la stessa della crema precedente, ma una volta applicata l'odore che sento sa di "naturale" e leggero ma non riesco a distinguere delle note di rosa, cosa che accade invece con la crema corpo

Weleda, doccia cremosa al melograno 20ml x 2
Weleda, Siero Rassodante al melograno 7ml x 2
"concentrato per la cura del viso quotidiana, riduce i segni dell'invecchiamento cutaneo"
la fragranza di entrambi è particolare e non credo che incontri universalmente tutti i gusti,
sono incapace nel descrivere i profumi ma quello che posso dire è che, per quanto sappia di "bio" e sia leggera, più la sento più mi ricorda qualcosa di poco piacevole che non riesco a focalizzare. Uhm. (riecco la Neuro in lontananza...)

Weleda, latte e tonico 2 in 1 rinfrescante 10ml x 2
"Deterge e purifica a fondo" va rimosso con l'acqua e precisano di evitare la zona occhi.
Anche l'odore di questo prodotto penso non incontri i gusti di tutte perché ha delle note di fondo agrumate ed è un po' pungente: il mio naso lo percepisce come una versione molto più soft del tea tree oil (tuttavia non è un componente presente nell'inci)

Sull'efficacia e qualità o meno dei prodotti non posso pronunciarmi, non avendoli ancora provati se non sulla mano.
 clicca per ingrandire e leggere


La box è ricca come quantità ed anche la scelta del marchio - conosciuto ma non troppo - la trovo azzeccata, tuttavia ho deciso di disabbonarmi al servizio perché non incontra le mie aspettative.
Mi fa piacere aver ricevuto questi prodotti - cosa che non avrei potuto dire di 5 smaltini mini size al costo di 14€ - ma neppure faccio i salti di gioia. Per quanto sia sempre piacevole provare nuovi prodotti, la skincare è sempre un argomento spinoso: è difficile azzeccare tra prodotti random quelli più adatti alla propria pelle, ai propri problemi. Ma il motivo principale del mio disabbonamento è il fattore box-a-tema-marca-xyz: già con queste box sorpresa il rischio di trovare prodotti che non piacciono è alto e, per come la vedo io, avendo a disposizione solo un marchio il rischio cantonata aumenta.

Riassumendo: ora come ora, la cosa è troppo a scatola chiusa per me.
Forse sarebbe meglio se lo staff di MyBeautyBox dicesse apertamente la tipologia della box in programma o il marchio, credo che molte ragazze sentirebbero di andare un po' più a "colpo sicuro"; per com'è impostata attualmente la cosa c'è l'alto rischio di abbonarsi per il make-up ma ritrovarsi una box di sola skincare, o di cercare creme e di ritrovarsi con soli smalti.
Di buono, che spero si ripeta nelle prossime box per chi si abbonerà, c'è di sicuro la quantità che permette di provare abbondantemente i prodotti ed anche che i due marchi proposti finora non sono effettivamente i più sdoganati da supermercato, per dire.

Come sempre in queste cose non posso dire un "ve lo consiglio" o "lasciate stare", perché dipende fondamentalmente dai vostri gusti e dalle vostre idee: se vi sta bene una box a sorpresa monomarca, per come sembrano mettersi le cose in fatto di tipologia dei brand e quantità, forse vale la pena la proviate; se invece come me preferite la varietà e box "a tema" in altri sensi, allora credo sia meglio spendere 14€ in un negozio scegliendo direttamente le cose che più si preferiscono.
Infine, devo dire che quando lo scorso mese avevo letto "box a tema" la mia mente (okay, diciamo speranza) ha viaggiato sino in Francia a quella figata(!) della My Little Box che, devo dirlo, è una signora-box-a-tema.
[qui la versione di Natale - sedetevi prima di aprire il link, qui una review in italiano di una versione più recente]
Il costo è di poco superiore a quello che offrono i nostri servizi (anzi la versione di Natale costava pure meno!) ma, a mio avviso, c'è un abisso in mezzo.
Come avevo già espresso per Glossybox, quello che mi aspetto da queste box non sono Chanel, Dior e compagnia, ma qualcosa che valga a livello economico (sì, non lo nascondo) e di qualità ma anche che colpisca e stupisca - per me inserire anche gli Oreo e un sacchetto in stoffa a tema è un bonus mica da poco, per esempio.


Ecco qua. Per quanto mi riguarda, ho deciso di disabbonarmi ad entrambi i servizi di box:
facendo un rapido calcolo economico, preferisco utilizzare gli stessi soldi - se proprio voglio spenderli in cosmetici - acquistando prodotti che mi piace provare, che vorrei acquistare da tempo e che mi soddisfa avere piuttosto che cose alla cieca che, ultimamente, al 60% non utilizzo realmente o tengo giusto così, per scorta.
Non escludo di potermi abbonare a singole box, a seguito di eventuali indizi/spoiler, ma per il momento torno al vecchio shopping-a-colpo-sicuro.


Voi vi eravate abbonate o pensate di farlo?
Cosa ne pensate?

[bonus pazienza a chi è arrivata a leggere fin qui! :D]

11 comments:

  1. Ma... voglio anche io my little box :( Quelle italiane per ora non mi piacciono!!!

    ReplyDelete
  2. @Alis: Già, la penso uguale...visto che bella? A quella mi abbonerei seduta stante!

    ReplyDelete
  3. Il servizio My Little box mi commuove, quindi cerco di non pensarci troppo. La prima volta che mi sono imbattuta nella box natalizia ho pensato 'caspita, se dovessi creare una beauty box, la farei così'. Al di là dei prodotti fantastici, quello che mi piace di più è l'attenzione ai dettagli: il libricino con le info sui prodotti, la ricetta dei cookies, gli adesivi chiudi pacco, gli oreo. E' molto romantica, très français.
    Ucciderei per ricevere una box del genere - le nostre si vanno a nascondere per la vergogna -.
    Mi trovi d'accordo su tutti i punti. Per quanto mi riguarda credo proprio che, al di là del contenuto della box di aprile, mi disabbonerò anche da GB. E' stato divertente - quasi sempre -, ma il grillo parlante che è in me continua a ricordarmi quante cosine potrei comprare con quei 14€. :)

    ReplyDelete
  4. @Beatrice: Totalmente d'accordo. My little box ha davvero una finezza e dei dettagli che probabilmente, se non mi piacesse qualche prodotto presente, potrei comunque passarci sopra e, tra adesivi, libri, finezze, non sentirei comunque di aver buttato interamente i soldi.
    So che quando ho visto per la prima volta quelle box io ho pensato: "Wait. Un servizio di box così esiste davvero?". Quella sarebbe la mia box ideale.
    Ma purtroppo dubito che in Italia approdi mai un servizio simile e, brutto da dire, se anche fosse probabilmente non sarebbe mai all'altezza (vedasi paragoni tra Glossybox UK e la nostra).
    Anch'io mi sono fatta un paio di calcoli coi soldi spesi tra i due servizi di box, al posto di prodotti random a quest'ora mi facevo un bel ordine da Mac o Nars che tanto apprezzo (non me ne vogliano le super amanti dell'eco bio e delle box) :)

    ReplyDelete
  5. Ma infatti...
    per quello non mi sono mai abbonata! Sono stata tentata il mese scorso perchè avevano annunciato China Glaze, che da me non si trova... ma ho fatto bene a resistere e risparmiare... perchè alla fine c'erano dei top coat/basi... niente smalti colorati! Oo

    Con i soldi risparmiati un bell'ordine alla MAC ci scappa!

    ReplyDelete
  6. Grazie mille per il link de mi articulo My Little Box di Natale (sorry, my italian is kinda...crap !) :)

    Amélie
    http://www.sogirlyblog.com

    ReplyDelete
  7. Detto tra noi, se un prodotto funziona, non me ne frega una cippa del bio. L'advance night repair di Estee Lauder potrebbe anche essere fatto con lacrime di cucciolo di foca e sangue di vergine, lo comprerei lo stesso XD
    *andrò all'inferno, per sette diverse religioni ma avrò una pelle pazzesca* :p

    ReplyDelete
  8. @Alis: Stessa cosa, anch'io ero stata tentata da China Glaze ma mi sono detta che al 90% tanto non mi sarei mangiata le mani. E infatti...

    @Amélie: Prego, non c'è di che! ;)
    You're welcome! I do like your blog, great photos and layout!

    @Beatrice: Ehm, sempre detto tra noi, anch'io. L'unico prodotto in cui guardo un minimo gli ingredienti sono le creme idratanti, avendo la pelle che necessita di idratazione sento la differenza tra quelle siliconiche o le altre, ma per il resto mi interessa la "performance" del prodotto più degli ingredienti. Sarà che magari mi influenza ciò che studio, ma è peggio - che ne so - prendere un Aulin al giorno per il mal di testa che spalmarsi dei petrolati o dei siliconi sullo strato più superficiale dell'epidermide - che sì assorbe ma insomma fanno più "danni" alimentazioni sballate ecc ecc. Ma su questo argomento si potrebbe scrivere un tema...

    ReplyDelete
  9. su facebook ho letto che quello di aprile mi sembra bellino, no ??? ho trovato il link su un blog per iscriversi, è corretto?
    http://goo.gl/kVN1e

    ReplyDelete
  10. @Anonimo: fondamentalmente dipende dai gusti, confermo la mia opinione che è espressa nel post.
    Il link che hai copia-incollato è un link *affiliato* ergo abbonandosi lì parte dei soldi vanno a qualcuno (alla blogger che l'ha pubblicato presumo). Il link tradizionale è semplicemente quello del sito, che trovi all'inizio del post.

    ReplyDelete
  11. Ex abbonata Glossybox, condivido in tutto le tue considerazioni.. ero curiosa di vedere il contenuto della concorrente, proprio perchè ricordavo le innumerevoli lamentele e polemiche rivolte a Glossy..
    Complimenti, ottima recensione e sono arrivata alla fine! :D

    ReplyDelete