04 May, 2011

Kiko nuovi smalti: swatches (limited edition) II

 
Circa un mese fa, sono uscite delle nuove colorazioni tra gli smalti Kiko: una cinquantina di nuovi colori in edizione limitata(?) al costo di 3.90€. La prima parte degli swatches e di una breve review dei colori nell'immagne qua sopra, la potete trovare qui.
Prima di proseguire con gi swatches della seconda parte, questo post necessita di una certa premessa:


Il punto di domanda tra parentesi è uno dei motivi per cui sono stata indecisa se scrivere o meno questa review. Non mi sta infatti piacendo la strategia marketing che Kiko sta adottando da un po' di mesi a questa parte. C'è stato oggettivamente un aumento di prezzi sulle varie collezioni e ritengo che 15€ per un blush o 9€ per un ombretto non siano prezzi per un marchio low cost (personalmente acquisto MAC quasi esclusivamenti dagli Stati Uniti e blush e ombretti MAC li pago meno rispetto a certi prodotti Kiko, ma nel primo caso parliamo di un marchio di livello professionale). Non approvo mai quando un brand parte come low cost e poi, in seguito ad un discreto successo, tenta il balzo alzando più il cartellino della qualità (Zara, questo vale anche per te, hello!).
Inoltre, questi smalti erano stati spacciati come edizione limitata, che non sarebbe stata scontata nella loro tradizionale promozione primaverile sugli smalti. Invece pochi giorni fa ho notato che non solo sono stati scontati, ma nei negozi Kiko sono anche stati inseriti negli espositori assieme ai precedenti smalti permanenti.
Ho contattato Kiko su Facebook per avere conferme a riguardo ma per ora non smentiscono né confermano: "non possiamo sapere se un prodotto sarà permanente o meno". Personalmente sono convinta che questi smalti rimarranno stabili e che quella della limited edition - arraffa ora o mai più era solo una strategia per spingere le vendite a prezzo pieno, dato che molte ragazze aspettavano la promozione di maggio per acquistare gli smalti in saldo. Saldo che, tra l'altro, è passato dal 1.50€ del 2009, dal 1.90€ del 2010 ai 2.50€ di quest'anno. Mi auguro di non ritrovare 4€ anzichè 3,90€ sul cartellino degli smalti quando la promozione scadrà.
La cifra è sicuramente bassa in senso assoluto e, nonostante tutto ciò, Kiko è e rimane un buon marchio con dei prodotti abbastanza validi, ma se spostiamo il tutto su un fattore di principio - o se si rapporta la cifra attuale con quelle passate, i punti scendono.
Ero tentata di non fare review su questi smalti e di cancellare anche lo scorso post - visto che, volente o nolente, è tutta pubblicità che fornisco gratuitamente a Kiko - ma ho pensato anche che non voglio instaurare nessun tipo di faida (o sicuramente non per queste cause) né un mio atteggiamento simile farebbe cambiare idea a Kiko o a quelle ragazze che non sono infastidite da strategie simili; quindi, dal momento che trovo gli swatches sempre molto utili e che i miei 3.90€ a smalto li ho già spesi, ho pensato di proseguire con l'utilità - o almeno spero - delle review. Sicuramente nel mio piccolo limiterò gli acquisti da Kiko e se lo scorso anno di smalti ne ho acquistati 10, quest'anno ne acquisterò 5 - ipoteticamente parlando.
Sono l'unica ad essere un po' stizzita da questo andamento? Fatemi sapere la vostra!
[tutto ciò esula dalla valutazione per il prodotto e dalla qualità dello stesso, precisiamo]

Quindi, per quanto detto fino a qui, di seguito swatches e review degli smalti Kiko n° 319, 322, 311.


Kiko nail polishes
   319 - Tortora Chiaro               
Il colore combacia col nome dato da Kiko: è un cosiddetto taupe chiaro, con una base calda. Il colore è opaco ed il finish è decisamente lucido, tipico degli smalti Kiko. Servono due passate per ottenere un effetto uniforme ed un colore più carico; se invece preferite che il colore crei un effetto più, per così dire, naturale, una sola mano un po' abbondante può essere abbastanza. Agitate spesso la boccetta durante l'uso per evitare che lo smalto si addensi troppo - cosa che tende a fare.
* Il colore è una versione leggermente più intensa e calda del Desert Haze di Elf





Kiko nail polishes
   322 - Caffelatte                 
Anche questa volta la descrizione è fedele al colore reale, che rientra nella rosa cromatica di quelle tonalità ormai note come simil-Particulière (di Chanel). La formula è abbastanza buona - anche qui è meglio agitare bene la boccetta - ed anche la pigmentazione è valida. Il meglio di questo colore appare comunque alla seconda stesura.
Finish lucido, nessuna perlescenza né shimmer.
* Questa volta non vi elenco eventuali smalti simili perchè ce ne sarebbero davvero molti. È comunque apprezzabile che anche Kiko abbia fatto entrare una tonalità simile nel suo range, rendendola così facilmente reperibile ad un prezzo economico. Tra gli smalti che possiedo, quello che si avvicina maggiormente è Smoky Brown di Elf, ma è leggermente più freddo come tono ed ha una base meno rosata.



Kiko nail polishes
   311 - Rosa Elettrico            

E' un fucsia brillante e acceso ma non neon (nulla di paragonabile alla collezione Neon di China Glaze, ad esempio). Il finish è lucido, ma questa volta lo smalto presenta degli shimmer - davvero micro - che creano un riflesso dorato molto leggero: sull'unghia si nota a malapena se non sotto la luce diretta del sole, ma crea comunque una certa luminosità.
La formula l'ho trovata buona, meno densa delle precedenti e quella che vedete in foto è una sola passata un po' abbondante.
* Non mi vengono in mente molti colori noti che possano essere simili, forse si può ritenerla una versiona più fucsia di Strawberry Fields di China Glaze, ma con un riflesso shimmer molto più sottile e leggero.




Per quanto riguarda la qualità degli smalti Kiko in generale, so che i pareri si divono. Personalmente mi durano anche 4-5 giorni senza topcoat il che, abbinato ad una formula non eccelsa ma comunque discreta da stendere ed un prezzo modesto, me li fa ritenere validi e promossi.

Kiko nail lacquer n°322 - 319

Kiko nail lacquer n°322 - 311


Parte I swatches smalti Kiko

I prodotti sono stati acquistati da me. Non sono affiliata al brand menzionato ed il post contiene la mia personale ed onesta opinione. 

1 comment:

  1. Capito qui per caso e leggo una cosa che ho pensato anch'io settimana scorsa. In un negozio della Kiko non trovavo gli smalti "edizione limitata" nell'apposito espositore nei tavoli centrali e ho chiesto a una commessa la quale, un po' saccente (la prima commessa scortese in tante esperienze positive), mi ha risposto che quegli smalti non sono a tiratura limitata tant'è che sono stati inseriti nella collezione precedente. Sono rimasta un po' male perché anch'io ne ho fatto incetta pensando che sarebbero spariti presto. Inutile che ci pensiamo tanto sopra: il loro unico scopo è vendere il più possibile, ci possono anche raccontare che hanno deciso dopo di rendere quelli smalti permanenti, ma alla fine l'hanno pensata proprio "giusta"... Complimenti per il tuo blog!

    ReplyDelete